Notizia

Perdere peso: ingrediente attivo a base di erbe scoperto contro la fame

Perdere peso: ingrediente attivo a base di erbe scoperto contro la fame



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Aiuta a perdere peso: l'ingrediente attivo a base di erbe attiva il centro di saturazione nel cervello

Secondo i ricercatori tedeschi, un principio attivo a base di erbe della medicina cinese mostra risultati promettenti nella perdita di peso. Potrebbe essere una nuova opzione di trattamento per l'obesità patologica.

Sovrappeso malsano

Se si considera che il sovrappeso o l'obesità possono portare a problemi di salute come l'ipertensione e un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, come un attacco di cuore, ci sono sicuramente motivi sufficienti per perdere chili in più. Molti cercano di dimagrire nuovamente attraverso la dieta. Ma gran parte di questi metodi non sono adatti all'uso quotidiano e gli esperti hanno discusso per anni su quale forma di dieta sia la migliore. Una nuova pillola per la perdita di peso che i ricercatori statunitensi hanno recentemente riferito potrebbe essere in grado di aiutare. O un ingrediente a base di erbe dalla medicina cinese. Secondo scienziati tedeschi, questo attiva i centri di saturazione nel cervello.

Significativa perdita di peso e miglioramento del diabete

La linea guida "Prevenzione e terapia dell'obesità" raccomanda almeno il 5-10% in meno di peso all'anno per le persone con obesità patologica, a seconda dell'indice di massa corporea (BMI).

Ma nonostante le numerose offerte di dieta e stile di vita, solo pochi raggiungono questo obiettivo.

"Sarebbe così importante scendere al di sotto di questo" limite magico ", poiché porta a un miglioramento del metabolismo e delle comorbidità metaboliche come il diabete di tipo 2", spiega il Dr. Un messaggio di Paul Pfluger dell'Helmholtz Zentrum München.

Lo scienziato e il suo team del Dipartimento di Neurobiologia del diabete di Helmholtz Zentrum München hanno ora contribuito con successo allo sviluppo di nuovi farmaci anti-obesità.

I ricercatori sono stati in grado di dimostrare che il principio attivo a base di erbe Celastrol usato nella medicina cinese porta a una significativa perdita di peso e un miglioramento del diabete nei topi obesi.

I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati sulla rivista "Diabetes".

L'ingrediente attivo riaccende la sensazione di sazietà

Gli scienziati di Monaco sono stati in grado di dimostrare che Celastrol attiva specificamente i centri di saturazione nel cervello, che svolgono un ruolo centrale nel controllo del peso corporeo.

"Celastrol riattiva i meccanismi del corpo per il controllo del peso, che sono altrimenti soggetti all'obesità", spiega Katrin Pfuhlmann, studente di dottorato e primo autore dello studio.

“Di solito, le persone colpite perdono la loro sensazione di sazietà perché la corrispondente leptina ormonale non funziona più. Il principio attivo Celastrol che abbiamo studiato ripristina la sensibilità alla leptina e quindi la saturazione ", afferma il ricercatore.

Supportare i pazienti con perdita di peso sostenibile

In effetti, gli esperti hanno osservato un comportamento alimentare significativamente cambiato negli animali in sovrappeso.

"Nel modello del topo, Celastrol ha comportato un consumo di cibo significativamente inferiore", afferma il leader dello studio Paul Pfluger. "Di conseguenza, siamo riusciti a determinare una perdita media di circa il dieci percento di peso corporeo entro una settimana."

In che misura i risultati possano essere confermati anche nell'uomo non è ancora chiaro, secondo gli autori. Ma Pfluger è fiducioso: "L'ormone della saturazione leptina funziona in modo quasi identico nell'uomo e nei topi, quindi Celastrol ha un grande potenziale".

Celastrol non sostituirà i cambiamenti nelle abitudini alimentari e nelle condizioni di vita necessarie per perdere peso, ma potrebbe supportare il paziente nei suoi sforzi per ottenere una perdita di peso sostenibile.

"Attualmente sono in corso studi clinici negli Stati Uniti e siamo molto entusiasti dei primi dati da esso", ha affermato Pfluger. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Il digiuno intermittente 168: quando e quanto farlo? Filippo Ongaro (Agosto 2022).