Soggetti

Cacao: insalubre o salutare?

Cacao: insalubre o salutare?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I nativi Maya e messicani pensavano che il cacao fosse un dono degli dei. Le fave di cacao erano così preziose che gli Aztechi le usavano come denaro. Non era del tutto irrazionale: il cacao crudo contiene sostanze medicinali come quasi nessun altro cibo: "ti rende felice", protegge le cellule, abbassa la pressione sanguigna, fornisce al corpo magnesio e ferro. E ha anche un ottimo sapore. I fatti più importanti:

  • Il cacao crudo contiene in gran parte magnesio e potassio e vitamina E in grandi quantità, supporta il flusso sanguigno, i muscoli, i nervi, le cellule e il metabolismo biochimico.
  • Il cacao crudo crea sensazioni positive fino all'euforia. Promuove il rilascio di dopamina e aiuta anche contro la depressione.
  • Per il cioccolato, dovresti preferire quelli scuri. Più scuro è il cioccolato, maggiore è la percentuale di cacao crudo e quindi la quantità di magnesio, potassio, ferro e zinco.
  • La teobromina contenuta nelle fave di cacao abbassa la pressione sanguigna e mantiene sano il sistema cardiovascolare.
  • Per assaporare le proprietà curative del cacao, evita il cacao industriale e invece mescola la polvere di cacao crudo con un po 'di miele o stevia. Puoi anche mescolare un frullato con cacao in polvere, banane e acqua.

Cacao crudo contro cacao industriale

Il cacao in polvere prodotto industrialmente è costituito in gran parte da zucchero. Le preziose sostanze vitali sono presenti solo nei residui. Il cacao crudo è molto più sano.

Vitali in abbondanza

La polvere di cacao contiene più magnesio di qualsiasi altro alimento vegetale e più antiossidanti persino dei mirtilli. Offre circa il 25 percento in più di calcio rispetto al latte di mucca e il doppio di ferro rispetto agli spinaci.

Il cacao crudo contiene circa 300 sostanze chimiche, molte delle quali hanno un effetto positivo sulla salute, in particolare sul sistema linfatico, sul metabolismo ormonale, sul sistema immunitario e nervoso e sul sistema cardiovascolare. Promuove la circolazione sanguigna, la concentrazione, il metabolismo cerebrale e le prestazioni fisiche, nonché il metabolismo dei grassi. Il cacao crudo contrasta l'invecchiamento della pelle. Aumenta la sensibilità all'insulina e quindi previene il diabete.

Cioccolato per infarto?

La Cochrane Collaboration ha scoperto in un meta-studio che i flavanoli nella pianta del cacao abbassano la pressione sanguigna. Tuttavia, l'EFSA ritiene che siano necessari 200 milligrammi di cacao in polvere al giorno per avere un impatto significativo. Per questo dovresti mangiare chili di cioccolato e quindi guadagnare chili con chili di peso corporeo.

Secondo uno studio dell'Università dell'Aquila, i flavanoli hanno un effetto positivo sulla percezione delle persone anziane. Ciò è in linea con altri studi che concludono anche che il cacao aumenta la concentrazione. Ma mangiare cioccolato non è abbastanza.

Magnesio Al Cioccolato

Il magnesio è un minerale importante nel corpo e il cacao crudo ci fornisce. Il minerale supporta la costruzione delle ossa, aiuta a regolare il metabolismo e il funzionamento del cervello. Il mal di testa spesso deriva da una mancanza di magnesio. In totale, il minerale partecipa a circa 200 processi nella biochimica dell'organismo. Il corpo può assorbire molto bene il magnesio contenuto nella polvere di cacao.

Alcuni autori sospettano che un japp sul cioccolato sia dovuto a una carenza di magnesio. Questo non è dimostrato. I nostri segnali subconsci potrebbero anche indicare ipoglicemia. L'alto contenuto di magnesio significa in termini pratici: se hai lavorato duramente fisicamente o i tuoi muscoli sono altrimenti tesi, che siano ore alla scrivania o lunghi viaggi in macchina, alcuni semi di cacao rotti assicurano che i tuoi muscoli si rilassino.

Calcio

160 milligrammi di calcio in 100 grammi di cacao crudo sono molti. Il calcio è necessario per costruire e mantenere denti e ossa. Senza calcio, il sangue non può coagulare, i muscoli non possono contrarsi e gli impulsi nervosi non vengono trasmessi.

Ferro

7,3 milligrammi di ferro per 100 grammi di cacao crudo sono anche notevoli. Abbiamo bisogno di ferro per produrre globuli rossi e trasportare ossigeno nel sangue.

Antiossidanti

Antiossidanti come i flavonoli nel cacao crudo proteggono le cellule dai radicali liberi e prevengono così tante malattie cellulari, incluso il cancro.

Acidi grassi insaturi

L'organismo ha bisogno di acidi grassi insaturi semplici per far funzionare il cuore e bilanciare il livello di colesterolo. Fornisce cacao crudo.

Neurotrasmettitore

Gli aminoacidi nel cacao grezzo aiutano a garantire che le sostanze messaggere come endorfine, dopamina e serotonina siano sufficientemente disponibili. Il triptofano contenuto nel cacao crudo e la feniletilamina forniscono sensazioni "calde". Per ottenere un "calcio fortunato", puoi masticare le fave di cacao tritate.

I flavonoidi

Questi polifenoli offrono cacao crudo più di qualsiasi altro alimento. Abbassano la pressione sanguigna, probabilmente prevengono l'Alzheimer e aiutano enormemente a perdere peso.

La teobromina

La sostanza principale del cacao crudo è chiamata teobromina. È simile alla caffeina e anche un alcaloide, ha un effetto simile ma più morbido. La teobromina stimola espandendo i vasi e stimolando il cuore. Tuttavia, masticare semi di cacao sfusi può causare mal di testa, sudorazione e mal di testa. La teobromina allevia la tosse e alleggerisce l'umore. Simile alla caffeina, la teobromina stimola i nervi aprendo i canali ionici. Con una piccola quantità della sostanza, colpisce principalmente le cellule nervose sensoriali, in misura maggiore anche le cellule cerebrali motorie.

La teobromina blocca i recettori che regolano l'attività cellulare. Senza questo controllo, nessuno protegge la cellula dalla reazione eccessiva, e quindi la teobromina stimola il sistema cardiovascolare, il metabolismo e la respirazione. In questo modo, il cacao crudo aiuta a combattere la fatica e stimola la combustione dei grassi. Sebbene il cacao crudo sia anche ricco di calorie, può anche essere usato per combattere l'obesità.

La teobromina è superiore alla caffeina: il corpo impiega più tempo per elaborarla. Questo lo fa apparire più lento e in secondo luogo a lungo termine. Lo stesso vale per la caffeina nel caffè. Per sviluppare al meglio l'effetto positivo, non consumare cacao crudo in grandi quantità contemporaneamente, ma a piccoli sorsi durante il giorno.

Fumare con cacao in polvere?

Il cacao crudo rilascia anandamide, i cannabinoidi del corpo e il triptofano, una pre-forma della serotonina dell'ormone della felicità. Queste sostanze contrastano la depressione, riducono lo stress e il ritmo sonno-veglia ed euforizzano.

Perché il cacao crudo ti rende felice?

La polvere di cacao aumenta il livello di serotonina nel cervello, aumenta il rilascio di endorfine e la sostanza messaggera feniletilamina nel cacao crudo allontana i cattivi umori.

Effetti comprovati del cacao crudo

1) Le fave di cacao attivano gli enzimi digestivi e le funzioni digestive grazie al loro alto contenuto di fibre.

2) Il cacao crudo rallenta lo sviluppo delle cellule tumorali, in particolare nel cancro del sangue, secondo uno studio dell'Università di Georgetown.

3) La teobromina allevia la tosse di un terzo meglio della codeina, che si trova in molti soppressori della tosse.

4) La fenetilammina stimola il desiderio sessuale.

5) Il cacao crudo aiuta contro la sindrome premestruale perché mantiene i livelli di serotonina durante i giorni critici.

6.) Le fave di cacao forniscono zolfo organico, che aiuta il corpo a disintossicarsi.

7.) Il cacao crudo regolarmente e in piccole quantità riduce il livello dell'ormone dello stress cortisolo, che può essere responsabile di un livello troppo alto di tensione muscolare e di un livello troppo alto di zucchero nel sangue.

8.) Il consumo regolare di cacao crudo può prevenire scottature.

9.) Secondo l'Università di Harvard, il cacao crudo migliora la memoria e protegge dall'Alzheimer.

Criollo, Forastero e Trinitario

Il cacao crudo viene coltivato principalmente in tre forme: Trinitarion, Criollo e Forastero. Il Criollo, che si dice sia derivato dalle piante di cacao Maya, è la varietà più costosa; le piante sono piccole e crescono solo in determinate condizioni. Forastero è il "cacao standard", che comprende quasi tre quarti delle fave di cacao coltivate oggi. Con il contenuto di cacao nel cioccolato, puoi essere quasi certo che provenga da questa varietà. La varietà ibrida Trinitario comprende circa il 20 percento di cacao crudo nel commercio.

Il Kuna - bevitore di cacao senza ipertensione

I kuna, nativi che vivono su un'isola vicino a Panama City, hanno fornito spunti sugli effetti curativi del cacao crudo. Sono risparmiati dall'ipertensione e dalle malattie cardiache comuni nei paesi industrializzati. Sembra diverso quando si trasferiscono a Panama City. Lì hanno gli stessi problemi di cuore e circolazione sanguigna degli altri residenti.

Quindi la grande città ti fa star male? Lo scienziato americano Norman Hollenberg ha scoperto: non è soprattutto il ritmo frenetico della vita cittadina a causare problemi per la kuna, ma la dieta cambiata. Nei villaggi da cui provengono, i kuna bevono ogni giorno circa quattro tazze di cacao crudo con acqua. A Panama City, tuttavia, usano cacao in polvere industriale. Per questo, le fave di cacao vengono prima riscaldate sopra i 42 gradi e quindi perdono la maggior parte delle sostanze vitali, in secondo luogo, la maggior parte della polvere istantanea è costituita da zucchero e aromi artificiali.

La tesi di Hollenberg secondo cui il cacao crudo (e non le peculiarità genetiche) è la causa dei "cuori sani" degli indiani è confermata anche da uno studio olandese condotto su 470 uomini in 15 anni. Tutti gli uomini avevano più di 70 anni all'inizio dello studio. Gli uomini con il più alto consumo di cacao, cioè con più di 2,3 grammi di cacao crudo al giorno, avevano una pressione sanguigna molto più bassa rispetto agli uomini che bevevano meno cacao. Altri parametri come il fumo e l'obesità erano simili in entrambi i gruppi. Dopo 15 anni, il 43 percento dei bevitori di cacao erano ancora vivi, ma solo il 24 percento di coloro che non consumavano cacao.

Uno studio greco ha anche dimostrato che il "benefattore" è in realtà il cacao e non altre sostanze. Hanno esaminato le persone che mangiavano cioccolato con il 74% di cacao o che consumavano dolci senza cacao. Solo coloro che hanno consumato cioccolato con cacao hanno fatto scendere la pressione sanguigna.

Xocolatl - il cioccolato degli Aztechi

Gli Aztechi hanno bevuto una miscela di cacao in polvere, peperoncino e acqua. Hanno chiamato questa bevanda Xocolatl e l'hanno apprezzata così tanto che le fave di cacao sono state la valuta. Lo Xocolatl aveva poco a che fare con il cioccolato al latte, che consiste principalmente di latte e zucchero. Per servire la nostra salute, possiamo anche mescolare bevande a base di cacao crudo.

Ad esempio, possiamo mettere in un frullatore due banane sbucciate, due cucchiai di cacao in polvere e mezzo litro di acqua. Sbatti una volta, delizioso e molto sano. Un po 'di miele, cannella o burro di arachidi, cardamomo, peperoncino o vaniglia si abbinano bene al condimento.

Cacao Botanico

Ciò che chiamiamo cacao sono i semi in polvere dell'albero del cacao originario del Sud America. Un tale albero porta circa 50 frutti, ognuno dei quali contiene circa 50 semi, i semi di cacao.

I lavoratori raccolgono i frutti con il machete, quindi li aprono ed estraggono i fagioli bianchi. Dopo una settimana di conservazione, che non supera i 42 gradi per il cacao crudo, i fagioli vengono fatti fermentare e quindi bruniti. Solo ora riversano il tipico gusto di cacao.

I fagioli fermentati si asciugano per altre due settimane al sole. In questo modo diventano durevoli e il gusto si diffonde. Nelle fabbriche, le macchine puliscono i fagioli, quindi vengono arrostiti. I fagioli rimangono interi o vengono arrotolati, rotti, pelati e raffinati. Alla fine, sono macinati. Il grasso di cacao si scioglie e la massa viene disoleata con sali alcalini. I fagioli rotti possono essere polverizzati solo con un grasso inferiore al 30%.

Il cioccolato è salutare?

Il cacao è salutare e il cioccolato contiene cacao. Quindi il cioccolato è salutare e potrebbe essere chiuso a prima vista. Sfortunatamente, questo è sbagliato. 100 grammi di cioccolato contengono circa 500 calorie. Se vuoi incorporare le sostanze vitali del cacao con il cioccolato, ingrasserai in pochissimo tempo e l'equilibrio della salute sembrerebbe negativo a causa della quantità di zucchero e grassi nel cioccolato. Se mangi cioccolato per ottenere il cacao, è meglio scegliere il cioccolato fondente con almeno il 60% di cacao o anche varietà con l'80% e oltre. Il cioccolato bianco non contiene affatto cacao, solo burro di cacao.

Il cibo degli dei

I residui di teobromina indicano che gli indigeni dell'America centrale erano già nel 1000 a.C. AC usava la pianta del cacao a Puerto Escondido in Honduras. Probabilmente hanno prodotto una specie di liquore dalla polpa. I Maya hanno tenuto in grande considerazione il cacao secoli dopo la nostra era, così come gli Aztechi nel periodo precedente l'arrivo degli spagnoli. Oltre alle bevande al cacao con peperoncino, usavano il burro di cacao in medicina e cura personale. I soggetti dei sovrani aztechi pagavano parte delle loro tasse con fave di cacao. Il conquistatore dell'impero azteco, Cortes, introdusse le fave di cacao in Europa. Ma la bevanda amara inizialmente non ha trovato fan nel Vecchio Mondo. Solo quando gli europei lo addolcirono con lo zucchero si diffuse.

Fave di cacao, zucchero e schiavitù

Gli spagnoli coltivarono gli alberi di cacao nelle piantagioni e sfruttarono gli schiavi africani per raccogliere i fagioli. Dopo il 1600, la regione intorno alla superficie principale di Caraca divenne Guayaquil in Ecuador. I portoghesi emularono gli spagnoli e fecero produrre cacao a Belém e Bahia in Brasile. Nel 1900 il Portogallo divenne il più grande coltivatore di cacao del mondo con le piantagioni di Sáo Tome e Principe. La schiavitù era proibita, ma i lavoratori continuavano a essere trattati come schiavi. Ancora oggi, le condizioni nella produzione del cacao sono estremamente critiche e dovresti usare prodotti del commercio equo e solidale per il cacao crudo.

Dai beni di lusso al cioccolato

Le bevande al cacao nella prima età moderna ronzavano attorno a miti simili al caffè. Alcuni medici pensavano che la bevanda fosse dannosa, altri la vedevano come una "pozione d'amore". Una Madame de Sévigne in Francia scrisse nel 1671: "La marchesa di Coëtlogon ha bevuto così tanto cacao durante la sua gravidanza l'anno scorso che ha dato alla luce un bambino che era nero come il diavolo e morì".

Il piacere del cacao è stato un lusso e questo ha cambiato solo la rivoluzione industriale. Le fabbriche di cioccolato furono fondate nel 19 ° secolo. Nel 1848 fu introdotta sul mercato in Inghilterra la prima pasta di cacao con burro di cacao e zucchero, il primo cioccolato. Rudolphe Lindt sviluppò la "conchiglia" in Svizzera nel 1879, che scioglieva la massa di cacao in bocca. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dr. phil. Utz Anhalt, Barbara Schindewolf-Lensch

Swell:

  • Diaconu, Mădălina: Sensorisches Labor Wien: ricerca di tattili urbani e odori, LIT Verlag Münster, 2011
  • Corti, Roberto et al.: "Cacao e salute cardiovascolare", in: Circolazione, Vol 119 Numero 10, 2009, ahajournals.org
  • Garcia-Blancoa, Tatiana; Dávalosa, Alberto; Visioliab, Francesco: "Tè, cacao, caffè e disturbi affettivi: ciclo vizioso o virtuoso?", In: Journal of Affective Disorders, Volume 224, 2017, sciencedirect.com
  • Fincke, Heinrich: Manuale di prodotti a base di cacao, Springer, 1965
  • Dahlke, Ruediger: il segreto dell'energia vitale nel nostro cibo: la nuova dieta vegana, Arkana, 2015
  • Flammer, Andreas J. et al.: "Il cioccolato fondente migliora la vasomotion coronarica e riduce la reattività piastrinica", in: Circolazione, Vol 116 Numero 21, 2007, ahajournals.org
  • Sommer, Johanna: Superfoods Edition - Olio di cocco: 30 ricette di superfood raccolte per ogni giorno e ogni cucina, Electric Elephant Publishing, 2016
  • Hoffmann, Matthias et al.: The Little Book of Chocolate, Graves and Unzer, 2009
  • Zapke, Sandra: Cocoa - Commercio equo e solidale per opportunità eque: forme alternative al commercio globale convenzionale di cacao, GRIN Verlag, 2011


Video: Porridge freddo davena- La colazione estiva che ci da ENERGIA e NON FA INGRASSARE- (Ottobre 2022).