Notizia

Come la realtà virtuale può aiutare i fumatori a smettere

Come la realtà virtuale può aiutare i fumatori a smettere



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La realtà virtuale offre nuove vie per uscire dalla dipendenza?

Alla Germania piace ancora fumare. Oltre il 25 percento della popolazione è appesa al candelabro. Secondo studi, la Germania ha fumato tra i primi 10 paesi con il più alto numero di fumatori pro capite. I metodi di prelievo comuni non sembrano essere davvero efficaci nonostante una leggera diminuzione. Un team di ricerca tedesco sta ora aprendo nuove strade e ha sviluppato la cessazione del fumo usando la realtà virtuale.

I ricercatori dell'Università di Siegen hanno programmato un'applicazione di realtà virtuale per aiutare gli utenti a superare la dipendenza da nicotina. Il team vuole affrontare un forte livello emotivo nella realtà virtuale, che dà all'utente più forza per non prendere una sigaretta. Per fare ciò, l'applicazione porta gli utenti in un altro mondo, dove possono allontanarsi da fattori di dipendenza.

Fumare - è ancora una dipendenza popolare

Oltre il 25 percento della popolazione in Germania fuma ancora. L'uso del tabacco è di gran lunga più popolare di qualsiasi altro farmaco. Grazie alla sua popolarità, il tabacco è anche la droga più pericolosa. Uno su dieci decessi in tutto il mondo è causato dal fumo, uno studio pubblicato sulla rivista specializzata "The Lancet" ha mostrato nel 2017. La Germania è persino sopra la media qui. Con il nuovo progetto di realtà virtuale "ANTARES", i fumatori dovrebbero essere in grado di allenarsi su come resistere usando una sigaretta.

Sconfiggi l'impulso con l'allenamento virtuale

Come riportano i ricercatori di Siegen, l'applicazione mette l'utente in un mondo artificiale. Qui si trova di fronte a oggetti che normalmente incoraggiano il fumo, come un accendino, un posacenere o persino una sigaretta, in vari luoghi. Ci sono anche articoli che non hanno nulla a che fare con il fumo. L'utente dovrebbe ora ridurre otticamente tutti gli oggetti correlati alla nicotina e quindi dare loro meno rilevanza. Invece, altri oggetti dovrebbero essere ingranditi otticamente, spiega il team di progetto.

Rafforzare il concetto di addestramento per evitare l'approccio

"Sappiamo già da studi precedenti che tale formazione - nota anche come" formazione per evitare l'approccio "- sul computer può avere un piccolo effetto sul fumo", riferisce il professore di psicologia Dr. Tim Klucken in un comunicato stampa. Il team vorrebbe aumentare questo effetto attraverso la realtà virtuale.

Terapia di realtà virtuale

L'utente viene portato completamente in un altro mondo con l'aiuto di occhiali per realtà virtuale. "Il livello emotivo è quindi affrontato molto di più rispetto a quando ti siedi davanti al classico computer desktop", aggiunge il professor Dr. Dr. Björn Niehaves, che è anche coinvolto nel progetto. Il potenziale che la realtà virtuale offre per la terapia non è stato ancora sufficientemente studiato.

Affronta un nuovo livello

Secondo gli scienziati, la realtà virtuale può essere utilizzata per ottenere il sistema impulsivo ed emotivo dell'utente. Le terapie convenzionali alla nicotina mirerebbero invece solo al sistema riflessivo. In altre parole, presentare argomenti razionali non è sufficiente per smettere di fumare per molte persone. "Inoltre, il sistema impulsivo è molto più importante del sistema riflessivo", ha affermato Klucken. In molti casi, le persone prendevano improvvisamente e impulsivamente una sigaretta, ad esempio se erano stressate o avevano una discussione.

Come supplemento alla terapia convenzionale

"La nostra applicazione da sola non è certamente un proiettile d'argento", osserva Klucken. Tuttavia, i ricercatori sperano che una combinazione dell'applicazione di realtà virtuale con programmi noti per il fumo porterà a una migliore cessazione del fumo.

Volevano i partecipanti

Nella fase successiva del progetto, il team attorno al professor Niehaves verificherà quale versione è meglio accettata dagli utenti. A tal fine, vengono anche ricercati i fumatori di età compresa tra 18 e 65 anni che fumano da almeno sei mesi e che consumano almeno sei sigarette al giorno. Chiunque sia interessato a partecipare può registrarsi presso l'Università di Siegen.

Coloro che preferiscono non usare gli occhiali VR troveranno supporto nell'articolo "smettere di fumare". (Vb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: UN MESE PASSATO NELLA REALTÀ VIRTUALE (Agosto 2022).