Soggetti

Morte di insetti: cause, conseguenze e protezione degli insetti nel tuo giardino

Morte di insetti: cause, conseguenze e protezione degli insetti nel tuo giardino


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il numero di insetti in Germania si è ridotto di circa l'80%. Se gli insetti e quindi la base della catena alimentare fallissero, le conseguenze sarebbero catastrofiche: le piante muoiono con loro perché le api, i bombi o le farfalle non le impollinano più.

Un mondo senza insetti?

Non c'erano mele, né pere, né prugne, la maggior parte della frutta e della verdura cadde. Anche i fiori si stanno estinguendo. Gli animali che mangiano gli insetti scompaiono, così come gli erbivori. Carcasse di animali puzzolenti si trovano in giro perché non mangiano più insetti, così come feci e putridi prodotti di scarto organico. Josef Tumbrinck di NABU, nella Renania settentrionale-Vestfalia, afferma: "Se non abbiamo gli insetti volanti, l'intera catena alimentare è a rischio: fiori e alberi non sono più impollinati e rondini e rondini mancano della base alimentare".

Declino per decenni

Ci sono circa 33.000 specie di insetti in Germania. 7.800 di loro sono nella Lista rossa delle specie minacciate, molte delle quali si sono già estinte. Inoltre, il 40% di tutte le specie di insetti diminuisce continuamente nelle loro popolazioni.
Nelle api selvatiche anche più della metà delle specie è in pericolo, 233 delle circa 550 specie sono diminuite nelle loro popolazioni, anche quasi il 30% degli hoverflies, il 35% delle cavallette, il 37% degli scarabei macinati e un enorme 87% degli scarabei d'acqua.

Le popolazioni di coleotteri sono diminuite del 75% in dieci anni, con metà delle specie che hanno perso oltre il 30%.

Gli insetti stanno scomparendo in tutta Europa. Le farfalle in tutto il continente sono diminuite dell'11% in 25 anni e le farfalle delle praterie fino al 19%.

Tutti i gruppi di insetti interessati

L'ecologo Josef Settle riassume: ““ Il declino non sembra essere limitato a determinati gruppi di insetti. Colpisce praticamente tutti coloro che si nutrono direttamente di piante, ad esempio farfalle o scarabei di foglie, così come i predatori che vivono su di loro, come le libellule e probabilmente anche i parassiti. "

Le api e i bombi sono particolarmente colpiti: “Anche le api e le api selvatiche come i bombi sono influenzate dall'assunzione di polline. Anche gli impollinatori vengono toccati. I decessi di api sono stati segnalati molte volte. Anche i neonicotinoidi svolgono un ruolo fondamentale in questo. "

Indicatore di estinzione degli uccelli

Le popolazioni di alcune specie di uccelli forniscono un'indicazione indiretta della popolazione di insetti in quanto sono meglio esaminate rispetto agli insetti. I risultati sono chiari qui: i maggiori declini degli ultimi 25 anni si sono verificati nelle specie di uccelli che si affidano alla nutrizione di insetti e ragni durante la stagione riproduttiva. Il loro numero è diminuito ancora più drammaticamente negli ultimi dodici anni.

Cause di morte degli insetti

L'agricoltura è la ragione principale del declino degli insetti, più precisamente: tutte le cause primarie di morte degli insetti sono legate all'agricoltura. Ciò include le monocolture che privano gli insetti di cibo e le opzioni di nidificazione, i pesticidi che distruggono o danneggiano direttamente gli insetti e l'uso estremo di fertilizzanti che cambiano la composizione delle piante. La mortalità degli insetti è essa stessa un indicatore della distruzione dei microhabitat.

Altre cause sono i cambiamenti climatici, l'impermeabilizzazione di aree, la costruzione e la demolizione di spazi abitativi per insediamenti e costruzioni commerciali come l'industria.

Il biologo Josef Settele afferma: “Probabilmente ci sono molte ragioni. L'uso dei pesticidi in agricoltura è spesso menzionato per primo. Altri fattori sono le monocolture nel settore agricolo, la perdita di siepi e margini nei campi. Anche il cambiamento climatico può svolgere un ruolo. Il dilemma è che probabilmente non c'è motivo. I cambiamenti climatici avranno certamente un impatto notevole a medio termine, ma attualmente possono solo spiegare bene i fenomeni locali ".

Quali sono le conseguenze della morte degli insetti?

Gli insetti sono fondamentali per l'humus, per impollinare le piante e mantenere fertile il terreno. Gli insetti sono necessari per la sopravvivenza di molte piante. Questi sono anche essenziali per uccelli, rettili e mammiferi.

NABU NRW scrive: “Nel Nord Reno-Westfalia, la popolazione di api, farfalle e hoverflies è diminuita di circa l'80% dal 2000. Mentre le cause della morte degli insetti sono controverse, le conseguenze sono ovvie: diverse specie di uccelli come rondini e rondoni comuni non trovano prede e molte piante domestiche (utili) non possono più essere impollinate; c'è il rischio di fallimenti delle colture ".

Requisiti dell'associazione per la conservazione della natura

NABU chiede che la politica agricola nell'UE sia sostanzialmente riformata e che l'agricoltura debba essere sovvenzionata con fondi fiscali solo se compatibile con la natura. Ad esempio, gli agricoltori che adottano misure per proteggere gli uccelli come gli insetti dovrebbero trovare sostegno, ma i sussidi per l'uso su larga scala dei pesticidi non dovrebbero più esistere.
Poiché è coinvolta la ridistribuzione di 60 miliardi di euro, NABU è consapevole che ci saranno attacchi non obiettivi contro questi piani.

Agricoltura illegale

Il NABU afferma che molti agricoltori espandono illegalmente le loro terre coltivabili per le strade e quindi occupano anche proprietà del comune, distretto o paese. I comuni non sono spesso interessati a prendersi cura di questo, e il chiarimento delle rivendicazioni legali è associato alla misurazione estesa dei bordi del bordo. Espandendo i campi, gli agricoltori stanno distruggendo i bordi del percorso che sono importanti per insetti, uccelli, rettili, anfibi e piccoli mammiferi, il cui microhabitat dà l'habitat di fiori selvatici che l'agricoltura moderna allontana dai campi.

Basi legali

Da tempo esistono basi legali per contrastare questo sfruttamento eccessivo dei rifugi per fiori selvatici e insetti. Secondo la Roads and Paths Act dello Schleswig-Holstein, la sezione 18a “I bordi delle strade e dei sentieri e le barriere antirumore dovrebbero essere preservate e progettate in modo tale da poter svilupparsi in modo naturale. Il loro intrattenimento dovrebbe concentrarsi sull'importanza come parte dei sistemi di rete dei biotopi. I residenti della strada devono tollerare tutte le misure necessarie, a condizione che non vi siano effetti di esproprio. "

Liquami

L'appropriazione illegale da parte degli agricoltori è solo una delle ragioni per la distruzione dei bordi con le loro margherite, scaglie e fiordalisi, assistenti di strada o erba di San Giovanni. Un altro motivo è l'estrema diffusione del letame liquido sui campi. Questo rilascerà ammoniaca nell'aria. Sebbene ciò promuova more e ortiche, queste piante dominanti assicurano che le piante perenni selvatiche "più deboli" non possano più diffondersi.

Falciatura

Un altro motivo per la distruzione dei microhabitat è la falciatura, che gli agricoltori e le autorità locali fanno troppo spesso in molti luoghi. Contrariamente ai giardinieri privati, le restrizioni della legge sulla conservazione della natura non si applicano ai comuni e agli utenti "professionisti" della natura come agricoltori o pescatori.

Il biologo bavarese Josef Reichholf critica il fatto che ai cittadini amanti della natura non sia permesso portare a casa piume di uccelli o portare le uova di rana nel laghetto del giardino, mentre allo stesso tempo i dipendenti municipali falciano prati, siepi pulite e prosciugano le zone umide che forniscono agli animali un habitat.

Strisce per bordi di campo

In un'efficace tecnologia agricola, che riduce il numero di piante selvatiche nei campi all'1% delle colture, le strisce di confine dei campi sono di particolare importanza. Lo scopo di tali strisce di fiori seminati è di alleviare il terreno.

Prezzi elevati dei terreni

Tuttavia, i prezzi elevati dei terreni fanno sì che anche gli agricoltori sfruttino appieno il suolo povero. Sono adatti per la coltivazione del mais, che è in piena espansione da anni. L'UE, il governo federale e gli stati federali promuovono programmi di pattugliamento dei margini attraverso sussidi da parte degli agricoltori, ma la coltivazione del mais promette profitti più elevati. Gli agricoltori non sono legalmente obbligati a creare strisce di confine.

A seconda della struttura del suolo, le piante sull'orlo che forniscono cibo agli insetti sono, ad esempio: tanaceto, piantaggine, rucola, via, papavero di mais, achillea, testa di serpente, ortica, artemisia o cardo graffio.

Piante foraggiere per farfalle

Le piante foraggere per farfalle sono, ad esempio, trifoglio ferito, veccia di corona, carota selvatica, borragine, Feldmannstreu, euforbia di cipresso, fiore di vedova di prato e malva muschiata. Neozoa come il lillà estivo, il hogweed gigante o la verga canadese offrono anche nettare ricco di burro, ma non sono adatti come mangime come i bruchi.

La ciliegia cornell

I frutti della ciliegia cornell servivano i nostri antenati come sostituti delle olive. È ideale per piantare pendii e spazi vuoti. Il legno ha un grande valore come un calabrone, una farfalla e un pascolo di api perché fiorisce presto.

Cosa fare della morte degli insetti?

Tutti possono fare qualcosa per la morte degli insetti. NABU scrive: “Ad esempio, gli agricoltori possono piantare fiori di campo tra i loro campi e usare pesticidi naturali, mentre gli apicoltori possono dare alle loro colonie una migliore profilassi sanitaria. (È interessante notare che la nicotina protegge le api da parassiti e infezioni.) I proprietari di balconi e giardini possono aiutare a prevenire gli insetti evitando i pesticidi. Allo stesso modo attraverso aiuti per la nidificazione come gli hotel per insetti, ma questa variante ha senso solo se il tuo giardino è esemplare in termini di biodiversità. "

Piante amiche degli insetti

Sul tuo balcone o nel tuo giardino, puoi cercare le piante adatte agli insetti. Lo riassume il biologo Jürgen Tautz di Würzburg: “Getta i gerani dal balcone! Ciò che sembra bello non è sempre buono per gli insetti. I gerani non forniscono né polline né nettare. "

Le piante farcite mostrano fiori particolarmente rigogliosi, ma non contengono polline perché i nettari sono mutilati. Tali razze includono determinate rose, aster, crisantemi, dalie, garofani, peonie o camelie.

Diversità in giardino

Gli insetti adorano le scatole di fiori selvatici, in cui cresce l'artemisia, ad esempio, che fornisce cibo per 150 specie di insetti. Anche i meli non spruzzati sono paradisi per i piccoli animali, mentre le piantagioni intensive con mele spruzzate non offrono spazio per loro.

Aiutano molto se non si utilizzano fertilizzanti artificiali in giardino e sul balcone. È possibile utilizzare invece diserbanti e fertilizzanti a base vegetale.

Hotel per insetti

Gli insetti soffrono sempre più di una perdita di opportunità di nidificazione. Gli hotel per insetti offrono un'alternativa. Sono costituiti da legno, corteccia d'albero, canne, coni e pietre e offrono riparo a bombi, api selvatiche, coccinelle, merletti o farfalle.

Come si crea la diversità?

Pianta arbusti autoctoni e cespugli fioriti, semina fiori di campo. Una scatola sul balcone è sufficiente per i fiori di campo.

Gli insetti possono anche utilizzare molte piante originariamente straniere come fonte di cibo, ma l'evoluzione le ha livellate e le piante regionali molto da vicino. Quindi ci sono fiori che possono essere impollinati da una sola specie di farfalla. I bruchi in particolare sono spesso specializzati in un unico impianto. Ad esempio, la spina americana scarlatta nutre solo due specie di uccelli in Germania, mentre il biancospino nativo 32.

Fogliame autunnale e legno morto

Assicurati di lasciare le foglie in autunno in alcuni punti del giardino. È un'ancora di salvezza per insetti e larve di insetti. Deadwood offre l'habitat per vari coleotteri, vespe parassite, bombi, api e formiche. Gli animali che vivono lì generalmente non causano danni agli alberi e ai cespugli perché sono specializzati in legno morto.

Siepe con sottosuolo

Creano un habitat ideale per insetti, piccoli mammiferi, alcuni anfibi e uccelli se lasciano il legno morto in un punto del giardino fino a quando le more non lo invadono, scaricano frutti e siepi e piantano prati come rose selvatiche. Striscioni lenti e pettirossi, bombi e api selvatiche li ringrazieranno.

Ausili per la nidificazione delle api selvatiche

Puoi aiutare le api selvatiche con mezzi semplici. Ad esempio, praticano fori in fettine di quercia, faggio o altri alberi decidui che conducono nel bosco per circa 10 cm senza sporgere dall'altro lato. Questi tubi devono avere uno spessore massimo di 8 mm. Appendi questi vetri in un luogo soleggiato e asciutto, ad esempio su una parete esposta a sud di una casa.

Steli, pietre e gambi

Puoi anche legare insieme canne, rami di sambuco o steli di piante perenni come malvarose o riempirli in una scatola con un'apertura e appenderli in un luogo protetto dalla pioggia.

In alternativa, puoi usare mattoni o pietre forate, riempire i buchi con argilla e praticare piccoli passaggi con un ramoscello.

Vasi di fiori

Per i bombi, riempi a metà i grandi vasi di fiori con muschio secco, chiudi l'apertura con una rete metallica e scava i vasi in modo che il foro dell'acqua sporga da un dito.

Vecchie pile

Hai un vecchio mucchio in giro? Eccezionale. Questa è la versione XXL del disco di legno. Praticare ulteriori tubi per api e bombi nei passaggi in cui gli scarafaggi hanno mangiato.

L'hotel dell'insetto non deve essere

Un hotel per insetti acquistato o auto-costruito nel tuo giardino o sul balcone è bello e bello, ma ricorda di cosa è fatto e non vietare queste "materie prime" dall'ambiente circostante.

Chiunque lasci un mucchio di legno morto nel giardino, crea uno strato di foglie come un muro a secco, fornisce un mucchio di pietre, un letto di sottobosco, un mucchio di compost "selvaggio", un letto rialzato con una siepe e frutti tagliati come base, lascia vecchi rami sull'albero e gli steli perenni non tagliare fino alla prossima primavera, che offre su molti metri quadrati ciò che un hotel di insetto imita come un micro modello.

Capanne da giardino fatiscenti

L '"ideale" per un riparo dagli insetti sarebbe un giardino fatiscente sparso con buchi nel tetto, grondaie intasate, "cumuli di caos" da vecchi strumenti e l'accumulo di elementi naturali, con botti di pioggia rovesciate e carriole rotte, sedie a sdraio in legno che stanno marcendo, ecc. ma vuoi anche sentirti a tuo agio nel tuo giardino, non lasciarlo andare così lontano.

Ma nella tua casetta da giardino puoi cercare spazio libero per gli insetti sopra e intorno alla capanna. Se non ti piace il disordine, un "giardino degli insetti" può anche essere tenuto in ordine.

Cestini, scatole e legna da ardere

Ad esempio, è possibile conservare i ritagli in cestini di vimini o scatole di legno, impilare la legna da ardere in un luogo asciutto ma con libero accesso all'esterno, decorare piatti di ardesia sullo stagno del giardino in modo che le aperture rimangano libere, attraverso le quali gli insetti possono passare.

Se non si desidera "dilagare" i fiori selvatici, è possibile anche posizionarli in cesti sospesi, fioriere o letti rialzati speciali.

Lascia in silenzio

Molti giardinieri tradizionali trovano difficile, ma più importante di tutti gli hotel insetto è semplicemente lasciare gli angoli del giardino in pace. Poiché sono piante autoctone, molte piante alimentari degli insetti si diffondono da sole e anche i rifugi sorgono da soli quando le foglie di lampone appassiscono nello stagno del giardino e le foglie cadono su di loro in autunno. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Segerer, Andreas H.; Rosenkranz, Eva: la grande morte degli insetti: cosa significa e cosa dobbiamo fare ora, Oekom Verlag, 2018
  • Angres, Volker; Hutter, Claus-Peter: Il silenzio della natura: la misteriosa scomparsa di insetti, uccelli, piante - e come possiamo fermarlo, Ludwig Buchverlag, 2018
  • NABU - Naturschutzbund Deutschland e.V.: Www.nabu.de (accesso: 19 ottobre 2018), meno api, mosche, farfalle
  • Hallmann, Caspar A. et al.: "Più del 75% diminuisce in 27 anni nella biomassa totale di insetti volanti in aree protette", in: PLoS ONE, Volume 12 Numero 10, 2017, Plos | UNO
  • Associazione statale per la protezione degli uccelli in Baviera (LBV) e. V: www.lbv.de (accesso: 9 ottobre 2018), Le conseguenze della morte degli insetti


Video: LECTURES Le pandemie nel mondo vegetale (Ottobre 2022).