Notizia

Sensazione anatomica: nuovo sistema di vasi sanguigni scoperto all'interno delle ossa


Rete di vasi sanguigni trascurata per secoli

Gli organi del corpo umano sono ampiamente conosciuti - si potrebbe pensare. Tuttavia, un gruppo di ricerca tedesco ha recentemente scoperto un sistema precedentemente sconosciuto di sottili vasi sanguigni all'interno delle nostre ossa che collega il midollo osseo al periostio.

Ricercatori dell'Università di Duisburg-Essen (UDE), dell'Ospedale universitario di Essen e di istituti di ricerca di Erlangen, Jena, Berlino, Dresda e Berna hanno scoperto in un progetto di ricerca congiunta guidato dal Professor Dr. Matthias Gunzer e Dr. Anja Hasenberg è un sistema di vasi sanguigni precedentemente sconosciuto nelle nostre ossa. I risultati della ricerca sono stati recentemente pubblicati sulla famosa rivista "Nature Metabolism".

Lunghe incoerenze chiarite

"Ogni organo ha bisogno di una circolazione sanguigna chiusa", riferisce il dott. Anika Grüneboom dell'Ospedale universitario di Erlangen. Mentre il sangue fresco scorre nell'organo attraverso le arterie, il sangue usato viene trasportato attraverso le vene. Come funziona finora con le ossa molto dure è stato in gran parte sconosciuto. Questo mistero è stato ora risolto dal team di ricerca. L'interno dell'osso, in cui si trova il midollo osseo, così come la pelle dell'osso è incrociata con una fitta rete di vasi che promuovono il sangue.

La maggior parte del sangue scorre attraverso le ossa!

Il gruppo di ricerca ha scoperto migliaia di vasi sanguigni precedentemente non documentati nelle ossa di topo. Secondo lo studio, questo sistema attraversa l'intero scheletro. I ricercatori hanno dato al sistema il nome di "vasi transcorticali". La cosa affascinante della scoperta è che, secondo lo studio, si dice che questo sistema sconosciuto produca più sangue dei noti vasi sanguigni arteriosi e venosi.

Ipotesi precedenti errate

"I concetti precedenti descrivevano solo pochi afflussi arteriosi e due deflussi venosi nelle ossa", spiega il professor Gunzer in un comunicato stampa sui risultati dello studio. Ciò non riflette in alcun modo la situazione naturale. È sorprendente come nel 21 ° secolo si possano trovare nuove strutture anatomiche di tali dimensioni che finora non sono apparse in nessun libro di testo, ha affermato il professore.

L'ultima tecnologia ha portato alla scoperta

Questa scoperta è stata resa possibile solo attraverso l'uso della tecnologia più recente, come la cosiddetta microscopia a foglio leggero e la risonanza magnetica a 7 Tesla ad altissima risoluzione. "Ne abbiamo usati molti per la prima volta per studiare il flusso sanguigno nelle ossa", sottolinea Gunzer. In ulteriori studi, il team ha dimostrato che questi vasi transcorticali si verificano anche nelle ossa umane. Per le indagini, il leader dello studio Gunzer si è persino posto tra i 7 tomografi a risonanza magnetica Tesla.

Cosa significa questa nuova scoperta per la medicina?

Il ruolo dei vasi transcorticali nella normale fisiologia ossea deve ora essere esaminato in ulteriori studi. I ricercatori ritengono che questa scoperta porterà anche a nuove scoperte e trattamenti per alcune malattie ossee come l'osteoporosi o il cancro alle ossa in futuro. (Vb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: 100+ Curiosità Che Ancora Non Sapevi Sul Corpo Umano (Dicembre 2021).