Notizia

Quanto influisce una dieta vegetariana sulla nostra salute?

Quanto influisce una dieta vegetariana sulla nostra salute?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Benefici per la salute con la giusta dieta a base vegetale

Ci sono molte ragioni per smettere di mangiare carne. Indipendentemente dal fatto che per motivi idealistici, di gusto o di salute: la nutrizione vegetariana è di tendenza e sta diventando sempre più popolare. Tuttavia, anche i vegetariani devono affrontare molti pregiudizi. Molte persone credono che rinunciare alla carne sia accompagnato da una mancanza di nutrienti. Cosa succede ai nostri corpi quando smettiamo di mangiare carne?

Secondo l'Institut für Demoskopie Allensbach (IfD) e l'Istituto di ricerca di mercato e opinione YouGov, circa otto milioni di persone in Germania hanno una dieta vegetariana. Circa 1,3 milioni di persone sono vegane e fanno a meno di tutti i prodotti di origine animale. Negli ultimi anni è stata osservata una tendenza al rialzo nella dieta vegetariana. Inoltre, molte persone non smettono di mangiare carne, ma almeno la riducono. Molte persone si chiedono quali effetti una rinuncia alla carne abbia sul corpo e sulla salute.

Numerosi benefici per la salute

"Una dieta a base vegetale ha un effetto positivo sulla salute", afferma l'organizzazione per la nutrizione vegetariana ProVeg sul suo sito web. Una dieta sana a base vegetale può aiutare a prevenire la maggior parte delle malattie della civiltà. Secondo ProVeg, diversi studi hanno già dimostrato che una dieta a base vegetale previene l'osteoporosi, riduce il rischio di diabete di tipo 2, protegge dall'ipertensione, previene l'obesità e funge da prevenzione contro le malattie renali e cardiache.

La carne è responsabile di molte malattie cardiache e tumorali

Numerosi studi in materia di consumo di carne sono apparsi negli ultimi anni. Tuttavia, non c'erano buone notizie per gli amanti della carne:

200 grammi di carne al giorno aumentano il rischio di morte rapida del 23 percento, secondo l'American Journal of Clinical Nutrition.

Rischio molto elevato di cancro da carne trasformata, scrive l'International Journal of Cancer.

Coloro che smettono di consumare carne rossa riducono il rischio di gravi malattie cardiache dopo appena 3-4 settimane, sottolinea l'European Heart Journal.

Ricercatori internazionali concordano: dal punto di vista della salute, un elevato consumo di carne non è giustificabile. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) avverte anche delle conseguenze del frequente consumo di carne e classifica i prodotti a base di carne trasformati come cancerogeni.

Pregiudizio: i vegani soffrono di malnutrizione

Molte persone presumono che se non mangiano carne, mancheranno di nutrienti. La carenza più nota nella nutrizione delle piante è la carenza di ferro. Il ferro può essere ricoperto rapidamente di carne, ma secondo ProVeg questo ha anche numerosi svantaggi. Perché con ferro animale, colesterolo e acidi grassi saturi vengono assorbiti allo stesso tempo. Tuttavia, la necessità di ferro può essere facilmente soddisfatta attraverso alimenti a base vegetale se si prendono in considerazione determinati aspetti, come:

  • Ogni giorno dovrebbero essere inclusi nel menu alimenti contenenti ferro come amaranto, lenticchie, prezzemolo o semi di sesamo.
  • Acido citrico e malico, frutta e verdura ad alto contenuto di vitamina C, cipolle e aglio favoriscono l'assorbimento del ferro vegetale.
  • Il riscaldamento, la fermentazione, la germinazione o il malto degli alimenti contenenti ferro favoriscono l'assorbimento del ferro.
  • Caffè, tè nero e vino, d'altro canto, inibiscono l'assorbimento del ferro e non devono essere consumati insieme a cibi contenenti ferro.

Coprire le proteine ​​attraverso la nutrizione delle piante

Un altro pregiudizio sulla nutrizione a base vegetale è che il fabbisogno proteico non può essere soddisfatto. Una dieta a base vegetale offre una varietà di buone fonti proteiche. "Tra gli alimenti vegetali, legumi come lenticchie, piselli, soia e fagioli, nonché cereali come riso, avena, miglio, grano, farro e segale sono particolarmente importanti come fornitori di proteine", ha scritto ProVeg in un messaggio. I prodotti a base di soia come il tofu e il tempeh sono anche buone fonti di proteine, così come noci, mandorle e semi.

Assunzione di vitamina B12

La vitamina B12 si trova quasi esclusivamente nei prodotti di origine animale. Quando si tratta di un'adeguata assunzione di vitamina B12, alcuni dei pregiudizi su una dieta senza carne sono corretti. "Un'assunzione sufficiente di vitamina B12 è possibile con una dieta vegetariana", sottolinea ProVeg. Un'assunzione sufficiente è quasi impossibile per i vegani puri. Qui devono essere utilizzati integratori, alimenti arricchiti o dentifricio alla vitamina B12. (Vb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Alimentazione e tumori: cosa dicono le linee guida (Ottobre 2022).