Nascondi AdSense

Acornite: prurito sul pene

Acornite: prurito sul pene



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Infiammazione del glande - balanite

L'infiammazione del glande è un sintomo estremamente spiacevole e fastidioso a causa del prurito associato e del dolore che può verificarsi. La balanite può essere dovuta a cause infettive e non infettive.

Definizione

Il termine tecnico "balanite" si riferisce all'infiammazione degli strati esterni della pelle sul glande dei genitali maschili o del pene. Se l'infiammazione si diffonde anche all'interno del prepuzio, questo è noto come "balanopostite".

Sintomi dell'infiammazione della ghianda

I pazienti in genere lamentano "prurito al pene". Fondamentalmente, la balanite si presenta di solito sotto forma di arrossamento della pelle e danni superficiali alla pelle. Il rossore è spesso visibile come macchie sul glande, ma a volte l'intero glande appare rosso. Questo può gonfiarsi significativamente nel corso dell'infiammazione. Il danno alla pelle è accompagnato da un maggiore prurito e possibilmente dolore o una sensazione di bruciore a disagio.

La superficie delle aree della pelle colpite appare spesso leggermente bagnata. A seconda della causa della balanite, possono esserci vari altri sintomi. Gli esempi includono la formazione di forfora, un cambiamento simile alla vernice nella superficie della pelle, sanguinamento puntuale, secrezione purulenta negli uomini o sviluppo di ulcere.

Nel caso della balanopostite, il danno cutaneo può essere osservato anche nell'area del prepuzio. Se l'infiammazione del glande è dovuta a un evento infettivo o un'altra malattia di base, possono verificarsi numerosi altri sintomi associati, ciascuno dei quali è spiegato in modo più dettagliato in relazione alle cause.

Cause di prurito sul pene

Nei fattori scatenanti della balanite, è necessario innanzitutto distinguere tra cause infettive e non infettive. Le infezioni del pene infettive possono essere di natura micogenica, batterica, virale e parassitaria. L'infiammazione del glande non infettivo deriva, ad esempio, da irritazione meccanica della pelle, reazioni allergiche o malattie croniche della pelle. Segue quindi una breve panoramica dei fattori scatenanti comuni della balanite.

Infiammazione del glande da infezioni

Le infiammazioni infettive sono generalmente caratterizzate da un decorso relativamente acuto. Esse derivano da infestazioni con batteri (ad esempio dal genere di stafilococchi e streptococchi), virus (ad esempio virus dell'herpes genitale e papillomavirus umani; HPV), funghi (di solito lievito o Candida) o parassiti (Trichomonas vaginalis).

Un'igiene inadeguata può aumentare significativamente il rischio di balanite batterica, poiché il cosiddetto smegma si raccoglie sotto il prepuzio, favorendo la moltiplicazione dei germi. Un sistema immunitario indebolito, diabete e restringimento del prepuzio (fimosi) contribuiscono anche ad un aumentato rischio di balanite.

A livello batterico, non è raro che i germi rettali siano il fattore scatenante. Tutti i patogeni dell'infiammazione del glande infettivo possono teoricamente essere trasmessi durante i rapporti sessuali e innescare malattie corrispondenti negli altri esseri umani. Pertanto è necessaria una cura speciale qui. L'infiammazione infettiva del glande può anche essere osservata in connessione con gravi corsi di uretrite. Una caratteristica tipica in questo caso è di solito una secrezione genitale di accompagnamento. Oltre al forte prurito del pene, il dolore durante la minzione e i disturbi nella produzione di urina possono far parte dei sintomi.

Balanite non infettiva

La forma più comune di infiammazione del glande non infettiva è la cosiddetta balanite simplex, che è causata dall'irritazione della pelle. Queste irritazioni possono derivare, ad esempio, da un rapporto eccessivo, ma anche da un'eccessiva igiene genitale. La pelle molto sottile della ghianda viene attaccata o danneggiata dal sapone e asciugata con un asciugamano. Con la frequente ripetizione della procedura, il risultato sono irritazioni cutanee infiammatorie.

In rari casi, questi possono essere causati da biancheria intima inadatta o irritazione meccanica associata. Le reazioni allergiche, ad esempio gel doccia, lozioni per il corpo o preservativi, possono anche causare infiammazioni alle ghiande, che di solito si verificano immediatamente dopo l'uso dei prodotti.

Una forma speciale di infiammazione non infettiva è la cosiddetta balanite circinata. Questo appartiene al complesso dei sintomi della malattia di Reiter, che può verificarsi in persone predisposte dopo un'infezione genitale o gastrointestinale sopravvissuta. I sintomi includono artrite reattiva, uretrite, balanite, alterazioni cutanee e congiuntivite. Non tutti i sintomi compaiono sempre.

Causa malattie della pelle

Il prurito sul pene può verificarsi come parte della psoriasi se quest'ultimo si manifesta sul glande.

Ciò vale anche per la malattia cronica della pelle, il Lichen sclerosus et atrophicans, che è noto nel mondo professionale come fattore scatenante della balanite xerotica obliterante. Questa forma di infiammazione della ghianda è accompagnata dalla formazione di macchie bianche simili a porcellana e cambiamenti sclerotici della pelle.
A causa del lichen sclerosus genitale o dell'atrofia associata (danno tissutale), gli uomini spesso soffrono di un restringimento del prepuzio e, se necessario, dell'incollaggio del prepuzio e del glande.

Un'altra malattia infiammatoria cronica della pelle che può essere la causa dell'infiammazione della ghianda è il cosiddetto lichene nodulare (lichen planus). Se questo colpisce l'area genitale (che è raramente il caso), possono apparire scolorimenti biancastri della pelle e aree aperte dolorose nell'area del glande.

Infiammazione del glande cronica

La cosiddetta balanite plasmacellulare (nota anche come malattia di Zoon) forma una forma cronica di infiammazione del glande, le cui cause non sono ancora completamente comprese. Macchie rossastre irregolari con una superficie lucida umida, simile alla vernice, sono tipici segni della malattia. Vi è anche un aumento del sanguinamento puntiforme sulle aree cutanee interessate del glande. Il restringimento del prepuzio e le aderenze possono verificarsi anche nel contesto della balanite plasmacellulare.

L'atrofia dell'epidermide si verifica con perdita dello strato corneo e dello strato granuloso. La possibile causa della malattia è, ad esempio, l'accumulo di umidità sotto il prepuzio (prepuzio). Si dice che calore, umidità e smegma accumulato favoriscano l'infiammazione. Anche i batteri anaerobici speciali svolgono probabilmente un ruolo qui, che si diffonde nell'ambiente caldo e umido. La leggera incontinenza è nota come fattore di rischio per la balanite plasmacellulare. L'igiene genitale trascurata può favorire lo sviluppo dell'infiammazione cronica del glande.

La cosiddetta balanite gangraenosa, che è causata da una malattia della malattia di Fournier (anche cancrena di Fournier) è estremamente rara. La causa di questa forma speciale di fascite necrotizzante (infiammazione e atrofia del tessuto sottocutaneo e delle fasce) è l'aumento patologico dei batteri aerobici e anaerobici nei corrispondenti strati di tessuto. Le aree della pelle colpite mostrano un gonfiore, arrossamento e vesciche relativamente improvvisi. Nel corso successivo segue una necrosi (morte) degli strati della pelle e della fascia che giace sotto. La malattia è spesso fatale.

Diagnosi

L'anamnesi fornisce informazioni essenziali sulla diagnosi. Alle persone interessate vengono chiesti i sintomi, il loro verificarsi e le possibili connessioni con l'igiene personale e l'igiene. I medici informano anche su malattie cutanee note e allergie che potrebbero essere correlate. Poiché il diabete è considerato un fattore di rischio per la balanite, i medici generalmente chiedono anche il diabete esistente.

Dopo un'accurata storia medica, segue un primo esame visivo dell'aspetto della pelle. In questo contesto, viene anche verificato se c'è un restringimento del prepuzio. L'esame di laboratorio di un campione di urina e di uno striscio cutaneo dall'area del glande serve a rilevare agenti patogeni nella balanite infettiva. Il campione di urina fornisce spesso indicazioni di una possibile uretrite di accompagnamento.

Se gli esami menzionati non consentono una diagnosi chiara, prelevare un campione di tessuto (biopsia) rimane l'ultima opzione per arrivare a una diagnosi affidabile e identificare possibili tumori o precursori di un tumore. Se si sospetta che l'infiammazione sia il risultato di una malattia generale della pelle, i medici cercano ulteriori segni di queste malattie in altre parti del corpo. Un esame del sangue di accompagnamento può anche fornire prove di artrite reattiva o altre malattie sistemiche che possono essere presenti.

Terapia

All'inizio del trattamento, i pazienti dovrebbero generalmente ricevere informazioni dettagliate sulla loro condizione, per cui si dovrebbe anche discutere il rischio di trasmissione al fine di evitare il cosiddetto effetto ping-pong con infezioni reciproche dei partner sessuali. Un'igiene genitale approfondita senza sapone irritante per la pelle, profumo, doccia o detergente intimo è generalmente raccomandata per le infezioni alle ghiande. Va tenuto presente che un'eccessiva quantità di pulizia può scatenare i sintomi.

Trattamento della balanite infettiva

Se l'infiammazione del glande è dovuta a un'infezione batterica, viene eseguito un trattamento esterno con creme e unguenti contenenti antibiotici per forme meno gravi. Le forme gravi di balanite batterica sono trattate con l'uso sistemico di antibiotici.

La terapia antifungina, di solito applicata sotto forma di creme sulle aree interessate, viene utilizzata per trattare la balanite da candida (infiammazione del glande dal lievito). Unguenti antifungini contenenti cortisone sono spesso usati per gravi infiammazioni. L'uso orale degli antifungini è anche possibile se necessario.

I farmaci orali vengono generalmente utilizzati anche per il trattamento delle infezioni parassitarie, anche se gli antibiotici speciali si sono dimostrati efficaci contro i patogeni del Trichomonas vaginalis. Nell'infiammazione virale del glande vengono generalmente utilizzati antivirali esterni.

In definitiva, tuttavia, gli approcci al trattamento farmacologico per le forme virali di balanite sono piuttosto limitati, poiché i preparati corrispondenti non funzionano in modo efficiente come gli antibiotici per l'infiammazione batterica. Per tutte le forme di infiammazione infettiva, anche i partner sessuali delle persone colpite potrebbero dover essere trattati di conseguenza, motivo per cui dovrebbero anche poter essere esaminati da un medico.

Terapia dell'infiammazione del glande non infettiva

Nella balanite simplex particolarmente diffusa, i sintomi o i sintomi dell'infiammazione sono di solito usati con preparati applicati esternamente, contenenti cortisone. Allo stesso tempo, è importante evitare il più possibile l'irritazione cutanea rinnovata al fine di facilitare la guarigione e prevenire l'insorgenza ripetuta dell'infiammazione del glande.

Se la malattia di Reiter è la base della balanite, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) assunti per via orale vengono utilizzati per alleviare i sintomi. Per le forme gravi di artrite reattiva, vengono utilizzati anche corticosteroidi (corticoidi). Le forme croniche possono richiedere l'uso di immunosoppressori per gestire i sintomi dell'infiammazione.

Nel caso dell'infiammazione della ghianda causata dalla psoriasi, vengono utilizzati prodotti per la cura della pelle (emollienti), preparati sempre più esterni di vitamina D e possibilmente corticoidi. Esistono anche altri medicinali specificamente approvati per il trattamento della psoriasi, che hanno anche un effetto sulla balanite psoriasica. In considerazione della complessa eziologia (sviluppo della malattia) della psoriasi, aspetti come l'alimentazione o la psiche sono spesso presi in considerazione come parte del trattamento, poiché potrebbero esserci possibili connessioni.

Se la malattia della pelle è causata dal lichen sclerosus, viene solitamente utilizzato l'uso esterno di glucocorticoidi altamente efficaci. In particolare, il clobetasol propionato, agente antinfiammatorio e antiallergico, viene sempre più utilizzato per il trattamento di malattie della pelle infiammatorie non infettive. Si dice che unguenti grassi e idratanti aiutino ad alleviare i sintomi e rallentino il decorso della malattia. Se il decorso della malattia minaccia di limitare il prepuzio, può essere necessaria la circoncisione, anche per evitare l'infezione secondaria.

Se c'è un lichen lichen (lichen planus) sottostante, la terapia si basa solitamente su una procedura simile a quella del lichen sclerosus: i glucocorticoidi ad alta potenza vengono utilizzati esternamente e le complicazioni del prepuzio vengono circoncise.

Con la balanite plasmacellulare, la circoncisione è spesso inevitabile al fine di prevenire permanentemente la moltiplicazione patologica dei germi sotto il prepuzio. In generale, è importante eliminare l'ambiente caldo e umido. È inoltre indispensabile un'adeguata igiene genitale. Dopo aver lavato l'arto, questo dovrebbe essere asciugato con molta attenzione, ma accuratamente. I preparati glucocorticoidi che vengono applicati una o due volte al giorno possono anche aiutare ad alleviare i sintomi e accelerare la guarigione. Tuttavia, questi dovrebbero essere usati solo per un tempo molto limitato. Se necessario, possono anche essere usati pomate antibatteriche.

La balanite da gangrenosa viene solitamente trattata con una combinazione di terapia antibiotica e rimozione chirurgica del tessuto interessato, che - a seconda della gravità della malattia - può essere una procedura molto estesa. Se il tessuto necrotizzato non viene rimosso completamente, esiste il rischio di infiammazione ricorrente e di una perdita di pelle estesa. Nel peggiore dei casi, la malattia può essere fatale.

Terapie naturali per l'infiammazione delle ghiande

La naturopatia offre approcci diversi contro le diverse forme di balanite. Secondo la visione olistica dei sintomi, durante il trattamento vengono presi in considerazione anche fattori come l'equilibrio acido-base, la flora intestinale e la situazione psicologica delle persone colpite.

In caso di infiammazione del glande infettivo, possono essere appropriate misure che generalmente rafforzano il sistema immunitario. Anche i bagni del pene, ad esempio con Kamillosan, nonché creme e unguenti a base di piante, con effetti antinfiammatori e antibatterici, fanno spesso parte della terapia naturopatica.

I rimedi omeopatici di accompagnamento (ad es. Arnica, calcio fluorico, Hepar sulfuris o Thuja) possono essere utilizzati contro l'infiammazione, ma la selezione deve essere riservata a terapisti esperti.

Sebbene la naturopatia abbia una vasta gamma di approcci terapeutici contro le varie forme di balanite, alle persone colpite non viene risparmiata la terapia antibiotica in caso di decessi gravi e complicazioni imminenti, e potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Qui, le procedure naturopatiche possono spesso essere utilizzate in aggiunta o dopo l'intervento e contribuiscono al sollievo. (fp, nr)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dipl. Geogr. Fabian Peters, Barbara Schindewolf-Lensch

Swell:

  • National Health Service UK: Balanitis (accesso: 05.08.2019), nhs.uk
  • Harvard Health Publishing: Balanitis (accesso: 5 agosto 2019), health.harvard.edu
  • UpToDate, Inc.: Balanite negli adulti (accesso: 5 agosto 2019), uptodate.com
  • Amboss GmbH: Balanitis e Balanoposthitis (accesso: 5 agosto 2019), amboss.com
  • Müller, Markus / Haag, Petra / Hanhart, Norbert: ginecologia e urologia: per studio e pratica, medico Vlgs- u. Servizi di informazione; 8a edizione, 2016
  • Merck & Co., Inc.: Balanite, Postite e Balanopostite (accesso: 5 agosto 2019), msdmanuals.com
  • Prof. Dr. med. Peter Altmeyer: Balanitis simplex N48.11 (accesso: 5 agosto 2019), enzyklopaedie-dermatologie.de
  • Dr. Dirk Manski: Balanitis (infiammazione delle ghiande) (accesso: 5 agosto 2019), urologielehrbuch.de

Codici ICD per questa malattia: i codici N48ICD sono codifiche valide a livello internazionale per le diagnosi mediche. Puoi trovare ad es. nelle lettere del medico o sui certificati di invalidità.


Video: Cosè lHPV e perché il suo PAPILLOMA ti deve preoccupare - Spiegazione (Agosto 2022).