Muscoli, legamenti e amp; tendini

Tessuto connettivo debole: cause e terapia

Tessuto connettivo debole: cause e terapia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il termine debolezza del tessuto connettivo è spesso menzionato in relazione alla buccia d'arancia e alle smagliature. La debolezza del tessuto connettivo è sempre più applicabile alle donne, ma in realtà questo è meno un cosmetico che un problema medico che è alla base di molte malattie.

Nozioni di base: tessuto connettivo

Il tessuto connettivo è principalmente coinvolto nella modellatura e nel mantenimento della forma del corpo. Ha una funzione di scorrimento e scorrimento, che è estremamente importante, ad esempio, per il buon funzionamento dei muscoli. Il tessuto connettivo contiene vasi sanguigni, nervi, ghiandole sudoripare e corpi tattili e serve a imbottire ossa e tendini. Questo tipo di tessuto è diviso in tessuto connettivo allentato, sodo, reticolare e tessuto adiposo.

Il tessuto connettivo allentato funge da impalcatura per il corpo riempiendo i vuoti tra organi e parti di organi. Questo aiuta a mantenere la forma del corpo e gli organi. Il tessuto connettivo allentato forma un serbatoio d'acqua e ha importanti funzioni di difesa, poiché ospita molte cellule infiammatorie e di difesa.

Il tessuto connettivo stretto è costituito da tessuto connettivo fibroso simile a treccia e parallelo. La parte a forma di treccia si verifica principalmente nel derma dell'occhio, nelle meningi e nelle capsule degli organi. Il tessuto connettivo fibroso si trova in parallelo nei tendini muscolari.

Esiste principalmente tessuto connettivo reticolare nel midollo osseo e negli organi linfoidi. Ciò è estremamente resistente e forma una rete tridimensionale. Il tessuto adiposo è una forma speciale di tessuto connettivo e viene utilizzato per l'isolamento termico e come negozio di alimentari.

Il tessuto connettivo ha una posizione elementare nel corpo. Negli adulti di peso normale, questo richiede circa 18 chilogrammi di peso corporeo. Il tessuto connettivo fibroso è responsabile dell'elasticità. Il corpo ha bisogno della porzione sciolta, che contiene molta acqua, per il trasporto di sostanze tra il sangue e le cellule. In questo modo, le tossine metaboliche e ambientali entrano anche nel tessuto connettivo e vengono temporaneamente immagazzinate lì. Tuttavia, se questo deposito è sovraffollato o la funzione del tessuto connettivo è sopraffatta, i materiali di scarto possono anche essere depositati qui. Soprattutto, gli acidi che non possono più essere escreti correttamente rimangono nella cosiddetta area di Pischinger, che prende il nome dall'istologo A. Pischinger. Questi ostacolano il metabolismo e possono portare a varie malattie.

La debolezza del tessuto connettivo può verificarsi ovunque

La debolezza del tessuto connettivo non può essere vista solo esternamente, ma può anche verificarsi in qualsiasi parte del corpo in vari organi. Un tessuto connettivo debole può dare forma e trattenere il suo compito, non può più funzionare correttamente e perde elasticità. Anche la funzione di scorrimento e scorrimento diminuisce.

Ogni donna desidera un tessuto connettivo stretto, ma soprattutto nelle donne la debolezza del tessuto connettivo è più comune che negli uomini. Ciò è dovuto alla costituzione fisica femminile e al suo sistema ormonale.

Le fibre un po 'deboli nel tessuto connettivo possono portare al rilassamento della pelle esterna e dei vasi sanguigni, ma anche allentare l'ancoraggio degli organi interni. Questo è visibile all'esterno attraverso le smagliature. I vasi espansi causano vene varicose e la funzione di supporto in declino significa che gli organi non possono più trattenere esattamente dove sono e quindi abbassarsi o spostarsi, come quando l'utero viene abbassato.

Troppi veleni metabolici a volte portano a indurimento nel tessuto connettivo, accompagnato da dolore alle articolazioni, miogelosi (indurimento palpabile, ispessimento nei muscoli), tensione ricorrente e allergie.

Cause di debolezza del tessuto connettivo

Generalmente le donne sono più inclini al tessuto connettivo debole rispetto agli uomini. Ciò è dovuto alla diversa disposizione delle strutture del tessuto connettivo. Nel caso delle donne, queste sono parallele. Man mano che crescono, le cellule adipose possono espandere il tessuto, il che può portare a ammaccature visibili. Questo si chiama cellulite. L'estrogeno della donna le dà una struttura del tessuto più morbida, che può facilmente portare a cambiamenti nella forma del tessuto connettivo, come visibile durante e dopo la gravidanza. Al contrario, negli uomini il tessuto connettivo è in rete longitudinalmente e trasversalmente, il che contribuisce a una struttura più solida ed elastica. Indipendentemente dal genere, l'obesità, la mancanza di esercizio fisico e una dieta malsana possono favorire lo sviluppo della debolezza del tessuto connettivo.

1. Cambiamenti ormonali L'estrogeno e il progesterone insieme assicurano un solido tessuto connettivo. A causa di un disordine ormonale o di un cambiamento, può svilupparsi debolezza del tessuto connettivo, come ad esempio durante la menopausa. La ragione principale di ciò è il calo dei livelli di estrogeni. Un cambiamento negli ormoni, come quello che si verifica durante la gravidanza, a volte porta a un tessuto connettivo debole, specialmente se la donna è già geneticamente pre-stressata. Nelle ragazze adolescenti, a volte possono svilupparsi smagliature, specialmente se crescono rapidamente. Anche i cambiamenti ormonali svolgono un ruolo importante qui. Ci sono anche dieta, mancanza di esercizio fisico e predisposizione genetica.

2. Difetti genetici Un difetto genetico degno di nota qui è la sindrome di Marfan. Questo crea un'enorme debolezza nel tessuto connettivo. Le persone colpite ottengono ossa molto lunghe, le articolazioni saltano facilmente fuori dalle loro pentole e i pazienti sono a rischio costante di vita, poiché l'arteria principale può anche essere colpita dalla malattia e dall'esplosione.

3. Farmaci Molti farmaci, se assunti per un lungo periodo di tempo, fanno diventare il corpo acido. Questo a sua volta ha un effetto negativo sul tessuto connettivo. Il cortisone è particolarmente noto per questo, in quanto può causare debolezza del tessuto connettivo oltre ad altri effetti collaterali.

4. Nutrizione Vi è uno scambio vivace e costante tra cellule e sangue nel tessuto connettivo. In questo modo, i nutrienti vengono rilasciati alle cellule e i materiali di scarto, che includono anche acidi, vengono rilasciati al tessuto connettivo. Da qui soprattutto i componenti acidi devono essere neutralizzati. Tuttavia, se la misura è già troppo piena, cioè il tessuto è sovraccarico, gli acidi rimangono qui. Questo crea una sorta di iperacidificazione, che può manifestarsi a lungo termine in molti disturbi diversi, ma anche malattie, inclusa la debolezza del tessuto connettivo.

Il motivo più comune per l'acidificazione del tessuto connettivo è il cibo troppo acido: le proteine ​​animali, sotto forma di carne, salsiccia, pesce e latticini, sono metabolizzate nel corpo come "acide", il che significa che gli acidi vengono rilasciati. Il corpo è normalmente in grado di tamponare o legare questi acidi, neutralizzarli e quindi espellerli. Tuttavia, se ci sono troppi acidi nell'organismo, presto si esauriranno e dovranno immagazzinare gli acidi, il che indebolisce il tessuto connettivo nel lungo periodo.

Conseguenze della debolezza del tessuto connettivo

Cellulite La cellulite è una cosiddetta increspatura della pelle, in cui le cellule adipose raggiungono la superficie della pelle. Ciò si verifica quasi esclusivamente nelle donne, è causato dagli ormoni ed è inoltre supportato da un tessuto connettivo debole.

Smagliature In termini tecnici, le smagliature sono chiamate striae cutis distensae. Questi sono causati da un forte allungamento della pelle, ad esempio un maggiore aumento di peso. Le smagliature sono possibili anche per gli uomini.

Le vene del ragno Le vene del ragno si presentano principalmente nelle donne e sono visibili piccole vene sotto la pelle. Sono riconoscibili sotto forma di piccoli rami sottili, il cosiddetto albero vascolare o macchie rossastre. Le vene del ragno sono innocue ma possono indicare una predisposizione alle varici (vene varicose)

Varici (vene varicose) Le varici, meglio conosciute come vene varicose, sono vene allargate, superficiali, tortuose, specialmente sulle gambe. La debolezza del tessuto connettivo di solito colpisce anche le valvole venose, che possono causare gambe grasse con ritenzione idrica e congestione del sangue. Il lavoro sedentario, la mancanza di esercizio fisico e il sovrappeso supportano lo sviluppo delle vene varicose.

Emorroidi In realtà, le emorroidi non sono patologiche, ma piuttosto ingrandimenti nodulari del tessuto erettile per sigillare l'intestino verso l'esterno. Tuttavia, questo termine è sempre usato quando le emorroidi sono ingrandite, gonfie e lamentose.

Ernia L'ernia è un'ernia causata da debolezza della parete addominale e del tessuto connettivo. Il più noto è l'ernia iatale, la rottura del diaframma, in cui parti dello stomaco si alzano attraverso il diaframma.

Rafforzare il tessuto connettivo

In naturopatia, la debolezza del tessuto connettivo è sempre trattata dall'esterno e dall'interno. In primo luogo c'è una dieta ricca di base con molta frutta e verdura fresca. La dieta dovrebbe anche essere ricca di fibre. Il miglio e l'avena contengono grandi quantità di silicio, che è molto importante per un tessuto connettivo stretto ed elastico. Inoltre, vi è sufficiente idratazione sotto forma di acqua naturale. Almeno due litri di questo dovrebbero essere bevuti al giorno. L'esercizio quotidiano è anche essenziale per affrontare la debolezza del tessuto connettivo. Qualsiasi eccesso di peso dovrebbe sicuramente essere ridotto. Le docce che cambiano quotidianamente, seguite da massaggi a pennello, contribuiscono alla salute del tessuto.

Nella terapia con Schüssler Salze, i sali n. 1 fluoruro di calcio e n. 11 Silicea sono usati per rafforzare il tessuto connettivo sia internamente che esternamente. Affinché possano funzionare, i due sali devono essere assunti per un lungo periodo di tempo. Esternamente si possono usare anche gli unguenti Schüssler n. 1 e n. 11. Soprattutto quando le smagliature, la cellulite, le vene del ragno o le varici devono essere alleviate.

Nella fitoterapia, ad esempio, gli ippocastani vengono utilizzati con successo per problemi alle vene, così come l'equiseto e l'aglio selvatico per il rafforzamento generale del tessuto connettivo.

Nella pratica naturopatica, le procedure di rifiuto come la coppettazione insieme a un trattamento di disintossicazione sono spesso un pilastro della terapia, inoltre di solito c'è un piano nutrizionale e una combinazione di agenti dell'omeopatia, fitoterapia o terapia del sale di Schüssler. Si consiglia ai pazienti di cambiare dieta ed esercizio fisico regolarmente.

Per prevenire la debolezza del tessuto connettivo, dovresti iniziare ad allenarti regolarmente il prima possibile, seguire una dieta ricca di base, prestare attenzione al peso e rafforzare la pelle con docce alternate e massaggi con i pennelli. Se esiste una predisposizione, queste misure non possono prevenire completamente la debolezza del tessuto connettivo, ma almeno alleviarla. (SO)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Susanne Waschke, Barbara Schindewolf-Lensch

Swell:

  • Karl W Ratschko; Sylvia Thoms: L'assistente medico Anatomia e Fisiologia ha reso facile!: Nozioni di base. Esercizi, Schluetersche, 2007
  • Robert Kopf: debolezza del tessuto connettivo - trattamento con omeopatia, sali di Schuessler e naturopatia: una guida omeopatica e naturopatica, pubblicato indipendentemente, 2019
  • Volker Diehl et al.: Terapia medica in clinica e pratica, Springer, 2003
  • Osvaldo Contreras et al.: "Le cellule del tessuto connettivo che esprimono marcatori progenitori fibro / adipogenici aumentano in presenza di danno cronico: rilevanza nella differenziazione dei fibroblasti-miofibroblasti e fibrosi muscolare scheletrica", in: Ricerca sulle cellule e sui tessuti, Volume 364 Numero 3, 2016, Springer Link
  • Frans van den Berg: Fisiologia applicata, Volume 1, Thieme, 2003
  • Heike Fabry: il torace della medicina olistica: auto-aiuto naturale con il meglio dell'omeopatia, della medicina antroposofica e della naturopatia, Books on Demand, 2019
  • Guido F. Meert: il bacino dal punto di vista osteopatico: relazioni funzionali basate sul modello tensegrity, Urban & Fischer Verlag, 2012


Video: Lapproccio innovativo ai disturbi della menopausa (Agosto 2022).