Malattie

Infiammazione dell'ombelico: sintomi, cause e terapia

Infiammazione dell'ombelico: sintomi, cause e terapia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Infiammazione ombelicale

UN Infiammazione dell'ombelico, nella medicina onfalite chiamato, si verifica soprattutto nei neonati nelle prime settimane di vita. Fortunatamente, a causa dell'igiene ombelicale utilizzata oggi, tale infezione sta diventando sempre più rara. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), le infezioni ombelicali sono un motivo comune per la mortalità neonatale in tutto il mondo, ma la frequenza e il tasso di mortalità dell'oftalite nei paesi industrializzati è molto basso. Si stima che siano colpiti dallo 0,2 allo 0,7 per cento di tutti i neonati. I neonati prematuri e i bambini malati sono più sensibili.

Infiammazione delle cause dell'ombelico

Le cause nei bambini sono principalmente batteri che innescano questa infezione nei primi giorni dopo la nascita. Perché il moncone ombelicale è ancora una ferita aperta nelle prime settimane di vita, in cui i patogeni possono penetrare relativamente facilmente. Dopo la nascita, il cordone ombelicale viene tagliato e il moncone ombelicale rimanente viene bloccato. Il futuro ombelico deve guarire, il che richiede alcune settimane. Durante questo periodo, i patogeni possono entrare nella ferita aperta, che quindi scatena l'infiammazione dell'ombelico. Il batterio più frequentemente responsabile è lo Staphylococcus aureus, anche se possono verificarsi anche infezioni miste con batteri diversi. Sebbene questi agenti patogeni siano generalmente piuttosto innocui, i neonati sono ancora vulnerabili con il loro sistema immunitario immaturo. Il bambino viene nel mondo da un ambiente relativamente privo di germi e si confronta con una grande varietà di agenti patogeni. Il sistema immunitario potrebbe non essere in grado di combatterli.

I fattori di rischio sono basso peso alla nascita, infezioni esistenti o cattive condizioni generali. Le nascite lunghe o un'infezione da placenta sono anche noti fattori di rischio. Se al neonato viene somministrato un catetere del cordone ombelicale come parte di un trattamento neonatale, ciò può anche scatenare un'infiammazione dell'ombelico.

Sintomi di infiammazione addominale

I sintomi sono arrossamento, gonfiore, calore, rigonfiamento dell'ombelico con possibile scarico sanguinante e / o purulento. Questa infezione deve essere trattata il prima possibile in quanto può svilupparsi in una condizione pericolosa per la vita. Se l'infiammazione è già progredita, c'è febbre, ipotensione (bassa pressione sanguigna), battito cardiaco accelerato (cuore che corre) e apatia.

Complicazioni

Le complicazioni possono sorgere se i patogeni si diffondono nell'organismo. Le possibili conseguenze sono peritonite (infiammazione del peritoneo), endocardite (infiammazione del rivestimento interno del cuore), ascessi epatici o avvelenamento del sangue (sepsi). Complicazioni come ascessi o necrosi sono possibili anche nell'area dell'ombelico.

Trattamento di infiammazione addominale

L'infiammazione dell'ombelico nei bambini viene trattata al più presto con un antibiotico adatto. In casi lievi, può verificarsi un'applicazione topica, altrimenti potrebbe essere necessario un ricovero in ospedale in cui l'antibiotico viene somministrato per infusione. Il bambino può essere monitorato qui e le eventuali complicanze possono essere identificate e trattate in anticipo. Se si aggiungono ascessi o necrosi nell'area dell'ombelico, di solito sono necessari interventi chirurgici per rimuovere il tessuto interessato.

Prevenzione

La prevenzione è importante in modo che non vi sia infiammazione dell'ombelico nei neonati. Una manipolazione igienica ma rilassata dell'ombelico fresco del bambino è di solito sufficiente in questi giorni. In passato, polveri e disinfettanti venivano generalmente utilizzati per la cura dell'ombelico, cosa che non è più il caso oggi. Il bagno nelle prime settimane di vita non è più rigorosamente respinto. Tuttavia, l'ombelico deve essere assolutamente mantenuto asciutto e pulito e soprattutto privo di urina e feci. Girare il pannolino sotto l'ombelico aiuta. Se contaminati, rimuoverli con acqua bollita, alcool, essenza di calendula diluita e impacchi sterili. Dopo la pulizia, l'ombelico deve essere accuratamente asciugato. In nessun caso le incrostazioni possono essere rimosse con la forza perché possono verificarsi lesioni.

Cure ombelicali

Il moncone del cordone ombelicale del bambino si asciuga e alla fine cade da solo. Questo di solito accade entro 1-3 settimane dalla nascita. Nel frattempo, l'area dovrebbe essere trattata delicatamente. La seguente procedura è raccomandata dai medici:

  • Mantieni il moncone asciutto: in passato ai genitori veniva consigliato di tamponare il moncone con alcool dopo ogni cambio di pannolino. La maggior parte dei ricercatori ora crede che questo potrebbe uccidere i batteri che aiutano ad asciugare e separare il cordone ombelicale. Invece, esponi il moncone all'aria per lasciarlo asciugare.
  • Il pannolino non dovrebbe coprire il moncone.
  • Usa i bagni di spugna anziché i bagni completi per pulire il bambino. Questo aiuta a mantenere asciutto il moncone dell'ombelico fino a quando non cade.
  • Lascia che il moncone cada da solo. Non deve essere rimosso o riavvolto da solo.
  • Durante il processo di guarigione, è normale vedere un po 'di sangue sull'ombelico. Simile alla crosta, il moncone ombelicale può sanguinare un po 'se cade.

Quando dal dottore?

Se sospetti l'oftalite, non aspettare a lungo, ma consulta immediatamente un pediatra. Meglio troppo che troppo poco. Tale infiammazione non deve essere presa alla leggera. A volte è sufficiente un trattamento antisettico esterno per tenere sotto controllo l'infezione. Al fine di escludere complicazioni, un'azione rapida è essenziale.

Più pronunciata è l'infiammazione, più intenso è il trattamento. Se l'infezione si è diffusa, una degenza ospedaliera di solito non può essere evitata. Qui viene somministrato un antibiotico per via endovenosa e vengono monitorate le funzioni vitali come la respirazione e la pressione sanguigna, poiché la diffusione dei patogeni nel corpo può avere conseguenze potenzialmente letali. Se necessario, si verifica la ventilazione artificiale. Tuttavia, a causa dell'igiene ombelicale utilizzata oggi, l'infiammazione dell'ombelico è relativamente rara e malattie così gravi che richiedono il monitoraggio in ospedale sono eccezioni piuttosto improbabili. (SO)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Dr Prakash Manikoth, Mariam George, Avirat Vaishnav, u.a .: Omphalitis, The Lancet, 2014, thelancet.com
  • Associazione svizzera delle ostetriche (SHV): Linee guida per la cura dell'ombelico dei neonati, a partire da febbraio 2014, hebamme.ch
  • Organizzazione mondiale della sanità: raccomandazioni dell'OMS sulla salute dei neonati, maggio 2017, who.int
  • Gary D. Overturf: Malattie infettive del feto e del neonato (7a edizione), 2011, sciencedirect.com
  • Mayo Clinic. Cura del cordone ombelicale: cosa fare e cosa non fare per i genitori (accesso: 21.08.2019), mayoclinic.org

Codici ICD per questa malattia: i codici P38ICD sono codifiche valide a livello internazionale per le diagnosi mediche. Puoi trovare ad es. nelle lettere del medico o sui certificati di invalidità.


Video: Ulcera Duodenale (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Tygokree

    Secondo me, ti sbagli. Discutiamone. Mandami un'e-mail a PM.

  2. Faegar

    Stato divertente

  3. Dikus

    Considero che tu commetta un errore. Scrivimi in PM.

  4. Jorell

    No, il contrario.

  5. Archere

    Exactly the messages



Scrivi un messaggio