Malattie

Sintomi e cause borderline

Sintomi e cause borderline


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Borderline - Vita sulla soglia
"La vita è una maledizione. Non mi lascerà andare. " Sophia, fodera di confine

Sindrome borderline denota un disturbo mentale che è stato definito come un'area grigia tra nevrosi e psicosi. Il limite è ora considerato una forma di instabilità emotiva. Il limite è spesso associato ad altri disturbi, tra cui l'anoressia e la bulimia, e la sindrome da stress post-traumatico. Il tre percento delle persone in Germania sono colpite, sia donne che uomini. Ogni secondo Borderliner cerca di suicidarsi almeno una volta. Quindi le terapie sono vitali.

Sintomi di Boderline

Le frontiere si alternano tra euforia e fine del mondo, amore e odio, auto-svalutazione e fantasia di onnipotenza, la loro anima in frantumi. Disturbi del sonno, problemi di concentrazione e linguaggio, personalità multiple dovute a spaccature mentali, disturbi alimentari come anoressia, bulimia o dipendenza da mangimi, deja vus e flashback di esperienze terribili, mancanza di consapevolezza corporea, fobie e attacchi di panico sono la vita quotidiana di Borderliners.

Sono accompagnati da caos nello stile di vita, regressioni al comportamento del bambino, improvvisa aggressività, rabbia furiosa e rabbia impotente, dissociazioni e percezione distorta. La ripartizione di fuori e dentro, vicinanza e distanza. La disperazione e la depressione, le relazioni intense ma in rapida evoluzione, il disprezzo di sé e l'isolamento, i devastanti sentimenti di colpa, l'autodistruzione compulsiva e le settimane di dolore sono normali per lei. Anche il comportamento di dipendenza, che si tratti di alcol, droghe o giochi, fa parte dell'autolesionismo dei Borderliner.

Il ruolo provocatorio nella società, la segretezza e la sfiducia caratterizzano anche le sottoculture come il punk che hanno avuto brutte esperienze con i genitori, la polizia, la magistratura o la scuola. I borderliner sono spesso attratti da tali sottoculture; Per lei essere diversi non è un'identità accettata consapevolmente, ma un'esperienza dolorosa. Il confine è una caratteristica sorprendente del nostro tempo ed è strettamente legato al capitalismo turbo e alla sua coazione all'auto-sfruttamento.

I demoni dell'inconscio

"L'inferno è seduto di fronte a te." Una Borderliner sopra di lei
I borderliner dividono le percezioni pittoriche e le negano, secondo la psicologa Nathan Schwartz-Salant - questo pensiero pittorico non è più disponibile o, peggio, diventa un demone. L. Grinberg osserva l'incapacità di affrontare delusioni e sconfitte, impulsi aggressivi, fantasie di onnipotenza e onniscienza, nonché idealizzazioni che possono essere viste come una difesa contro la percezione di una minaccia permanente.

Disturbi dell'identità e paure diffuse sono condizionati; il contatto con la realtà è disturbato, ma - a differenza delle psicosi aperte - rimane, il che consente ai borderliners di funzionare fino alla successiva rottura. C'è anche un "lasciarsi andare", una perdita di controllo del drive, che agisce anche in modo distruttivo, oltre alla depressione e alla dipendenza dagli oggetti, prevalgono i bisogni infantili. Una psicosi transferale in cui i Borderliner localizzano i propri impulsi negli altri e li attaccano o si attaccano fanno parte del comportamento sociale.
Nathan Schwartz-Salant si rende conto che i borderliners vivono direttamente in processi inconsci. Le sue immagini interiori si impongono sulle forme esterne e offrono così l'opportunità di vedere cosa "normalmente non si vuole vedere".

I borderliner mantengono la visione visionaria del bambino, ma è la visione di un bambino ferito, afferma Schwartz-Salant. "C'è un'enorme quantità di affetto rilasciato, ma non ha potere di rinnovamento, quindi non esiste la creazione di" obiettivi e valori legittimi ". Secondo Schwartz-Salant, l'unione tra due persone porta a un nuovo archetipo, che forma nell'inconscio - nella sofferenza del Borderliner questi processi inconsci smembrano; la persona interessata sperimenta gli aspetti oscuri di questa associazione, ma non le sue componenti vivificanti.

La vita sulla soglia

"C'è un guscio vuoto davanti a te." Un Boderliner

Queste fasi di sviluppo fisico si fondono con il Borderliner con strutture acquisite biograficamente, il che porta al caos: sono celibe o ninfomane, un bambino o un vecchio, un santo o una puttana, un uomo o una donna? Sono stata una donna violentata in una vita precedente? I borderliner possono addentrarsi nelle verità che trasmettono giochi di ruolo, ma non sono in grado di distinguere miti, personaggi storici o personaggi dalla loro vita reale e agire come coperture attraverso le quali una creatura parla da un mondo straniero. Le immagini dell'inconscio che le persone sperimentano nei loro sogni vivono nel Borderliner senza essere in grado di controllarle. Senza rendersene conto, il pendolare transfrontaliero oscilla tra le caratteristiche interiorizzate dei genitori, i sentimenti di assenza - che sono dovuti al fallimento da una fase di sviluppo alla successiva - e i complessi divisi che sono occupati negativamente: immagini dell'inferno. Ogni sviluppo verso una nuova fase della vita che lo cambia significa paura della morte per Borderliners.

Cause borderline

"La cosa terribile mi è così familiare che continuo a cercare situazioni terribili." Una fodera di confine

Il confine è principalmente la base dei traumi dell'infanzia. Una mancanza di fiducia di base nei genitori e una relazione disturbata tra padre e madre, divorzio o matrimoni interrotti, contatti inaffidabili fanno parte della biografia delle persone colpite. I genitori che non empatizzano danno forma ai pendolari transfrontalieri, così come le aspettative contrastanti che i genitori pongono su di loro.

Le persone che soffrono di sindrome borderline sono state spesso soggette ad abusi verbali ed emotivi, sia che si tratti di privazione dell'amore o di abbandono. Una relazione interrotta con almeno un genitore è tipica. Le malattie mentali della madre o del padre e l'imprevedibilità associata significano che le persone colpite non sviluppano un'identità stabile. Ci sono anche problemi di alcol e abuso di droghe da parte dei genitori. I genitori che mostrano i sintomi borderline sono classici: anche la schizofrenia paranoica e la depressione maniacale sono comuni.
Ogni secondo Borderliner ha subito violenza da almeno un genitore, un compagno di classe o un vicino. Alcuni borderliners hanno persino subito violenze estreme in famiglia come scottature, pugni, ferite con oggetti e armi. La violenza con giustificazioni come "se hai sempre contraddizioni" porta a sensi di colpa.

Conoscono così tanto il terribile che questi bambini cercano situazioni terribili e provocano la violenza che temono senza nemmeno saperlo. Se non c'è terrore, non c'è identità.
I borderliner sviluppano sensibilità e una sorta di "settimo senso" per le minacce. Questa intuizione è ambivalente, perché gli instabili mentali non solo odorano formalmente quando c'è pericolo e sono in grado di agire in situazioni estreme, ma cercano queste situazioni e le provocano da sole. Alcuni borderline potrebbero sopravvivere nella guerra civile, ma non riescono a far fronte alla vita di tutti i giorni.

Abuso sessuale come causa

L'abuso sessuale è tipico delle navi di frontiera, in particolare le donne. La promiscuità si combina con il disprezzo di sé e il disgusto per il partner, la prostituzione è una conseguenza. Una Borderliner ha detto che "si è lasciata trascinare dai tipi con cui era disgustata". D'altra parte, gli uomini che si sono comportati gentilmente ridicolizzati, criticati o ignorati; si è lasciata umiliare sessualmente e allo stesso tempo ha riferito di suo padre.

Una conseguenza dell'abuso è il cambiamento e la brusca interruzione delle relazioni sessuali. I borderliner assumono motivi bassi per i loro partner, ma sono annoiati se e perché i loro partner non li hanno; desiderano affetto, ma se provano amore, sospettano che ci sia un pelo nell'unguento e, se non trovano questi capelli, pensano che il loro partner sia ridicolo, pensando che non li conosca.

Costringono prove dell'amore perché non credono nelle dichiarazioni d'amore; tuttavia, quando lo fanno, si sentono minacciati nella loro libertà. Nel processo, non trovano una bugia chiedere il contrario di ciò che hanno richiesto la sera prima della mattina dopo; Riconoscono che è assurdo fare il contrario di ciò che hanno rappresentato in precedenza, ma non sanno perché si comportano in questo modo. Presentano ai loro partner situazioni di combattimento provate e testate contro il genitore maltrattante e scoppiano giochi di potere, specialmente quando il partner non corrisponde all'immagine odiata e amata. "Non dire mai a un borderliner che lo ami. Ti distruggerà per questo ”, disse uno preoccupato.

Nonostante vari contatti sessuali, reagiscono in modo aggressivo alla tenerezza, così che qualcuno che non conosce l'altra parte pensa di essere sessualmente distante. Solo ogni quarto Borderliner non ha esperienza di aggressione sessuale da parte di persone superiori, ogni seconda vittima di abuso ha subito questo assalto in un ambiente sociale ristretto, ogni quattro come una relazione di incesto con un genitore. L'abuso sessuale di solito è iniziato prima della pubertà, minacciando la sessualità che lacera il sé dell'infanzia.

Nega i confini per mantenere la divisione tra i criminali e gli abusatori. Nascondono fatti che parlano contro l'idealizzazione da un lato e la svalutazione dall'altro al punto da non poterli richiamare.

I borderliners spesso sembrano bambini per gli estranei. I deficit di attaccamento, un'inibizione del processo di individuazione nella prima infanzia sono essenziali. Melanie Klein ha riconosciuto che i borderliner falliscono nella fase depressiva, cioè quando il bambino adatta il suo mondo magico al mondo esterno e diventa frustrato. A causa di ferite durante questo periodo di pensiero magico, il bambino che sogna, i Borderliner si ritirano nel mondo inconscio dell'infanzia, che non va di pari passo con il loro corpo maturo e le mutevoli esigenze del mondo esterno.

Trattamento borderline
Il disturbo borderline di personalità viene spesso trattato con la psicoterapia in combinazione con i farmaci. Le seguenti forme di terapia sono spesso utilizzate in questo contesto:

  • Terapia focalizzata sullo schema (Terapia dello schema): questa terapia cerca di trovare schemi d'azione profondamente radicati che sono collegati a esperienze infantili traumatiche. L'obiettivo è sostituire tali schemi con azioni più appropriate al fine di poter reagire in modo appropriato agli eventi.
  • Terapia comportamentale dialettica: Questa forma di terapia è una miscela di terapia comportamentale, terapia cognitiva, terapia della Gestalt e ipnoterapia. Nel corso del trattamento, le competenze dovrebbero essere apprese, formate e utilizzate, il che dovrebbe aiutare le persone colpite a risolvere i problemi. Inoltre, i problemi dello stile di vita e dell'esperienza emotiva sono esaminati in modo più dettagliato.
  • Terapia focalizzata sul transfert: Questa terapia si concentra sulla mancanza di empatia dei malati borderline. L'obiettivo è imparare a riconoscere e comprendere meglio i processi interiori nelle altre persone. Nel corso della terapia, si dovrebbe tentare di trasferire la relazione oggetto disturbato al terapeuta al fine di elaborare il processo in questo modo.
  • Terapia basata sulla mentalizzazione: Anche qui l'attenzione è rivolta alla cosiddetta differenziazione soggetto-oggetto. Tuttavia, l'attenzione si concentra maggiormente sul controllo degli impulsi e delle azioni di influenza.

Farmaci borderline

La terapia borderline è spesso supportata da farmaci. Gli stabilizzatori dell'umore sono spesso prescritti per ridurre il rischio di recidive. Vengono anche utilizzati antipsicotici atipici. Questi alleviano gli stimoli e riducono i sintomi psicotici come allucinazioni, delusioni e rilassamento associativo. Se ci sono ulteriori disturbi d'ansia o depressione, possono anche essere usati antidepressivi come inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI).

Problemi terapeutici

Il confine è diventato un concetto di moda, afferma Schwarz-Salant. Di conseguenza, i terapisti che lavorano con questi "pazienti difficili" si dispiace l'uno per l'altro e si liberano dal commettere errori. Questi pazienti possono avere un effetto molto manipolativo sul terapeuta e i borderliners spesso non possono prendere sul serio lo psicologo. Perché un terapista psicologicamente stabile può avvicinarsi sempre e solo al mondo intermedio in cui vive il Borderliner.

I pendolari transfrontalieri si muovono nel mondo della visione immaginaria nella sua forma distruttiva; questo carisma crea paura e senso di colpa nel terapeuta. Non è il paziente, ma il terapeuta che sente i raggi X, come se fosse percepito con un occhio interiore. La sua distanza professionale crolla perché il paziente percepisce ciò che lo psicologo sta cercando di nascondere o non è a conoscenza. Cambiare i ruoli, chi analizza chi, fa parte dell'esperienza di base con i borderliners. L'analista è preso dalla sensazione di essere catturato da ciò che è proibito: "Una parte del paziente osserva il terapeuta nella disperata speranza di essere visto, ma è sempre pronto ad attaccarlo con odio se viene ignorato", afferma Schwarz-Salant.

La difesa dell'anima ferita è una lotta per la vita e la morte per il Borderliner nella vita di tutti i giorni e mette anche il terapeuta pronto. Mentre vuole guarire il paziente, innesca un nemico mortale innescando i processi psicologici necessari.

Lo stesso vale per il partner della relazione: l'amore e l'odio, l'idolizzazione della persona amata e la necessità di distruggerlo in un atto di autodifesa si sono fusi per il Borderliner.

I borderliners non sono consapevoli del sentimento, ne soffrono loro stessi, si maledicono per i loro scoppi d'odio, spesso non sanno cosa hanno fatto. Secondo Schwarz-Salant, lo sviluppo è nascosto in questa visione immaginaria. I mondi visivi che il Borderliner nasconde nella sua caverna dell'anima portano il potenziale per una trasformazione positiva.

I borderliners non collaborano. Più il terapeuta si avvicina al nocciolo del problema, più si chiudono, rimangono in silenzio, mentono o attaccano. Ciò mette in discussione la tradizionale comprensione della psichiatria, in cui, come in prigione, il paziente guarito è il paziente che si sottopone a vincoli sociali. Per Borderliners, adattarsi a questo standard significa distruggere la loro identità. Questo non perché vede se stesso come un avversario, ma perché ha imparato a riconoscere le sue verità nascoste come pericolose.
Il più delle volte, i Borderliner si sono uniti a un genitore per sopportare la loro patologia violenta. La sensazione di essere guidati dal paziente deriva dal fatto che il paziente è un maestro nel coprire la crudeltà della normalità su ogni crudeltà. Un'ombra di paura, rabbia e odio si trova su questa normalità. Allo stesso tempo, esorta il paziente a rivelare il segreto oscuro. Il terapista si trova in un coniglio e un riccio o in un gioco di gatto e topo.

Secondo Schwarz-Salant, lo psicologo deve essere coinvolto nei mondi dei simboli tridimensionali senza sezionarli automaticamente, analizzandoli e senza voler metterli in un quadro normalmente funzionante. Secondo Harald Welzer, ci sono "relazioni sociali in cui il significato è completamente sospeso nella nostra comprensione, ma in cui le persone agiscono ancora e esistono relazioni sociali". Il Borderliner vive in un mondo di esperienza assurdo per gli estranei.
Poiché i Borderliner trasferiscono la loro ombra nella loro controparte con energia travolgente, il terapeuta deve tracciare dei confini per non ossessionarsi con i sentimenti di odio. I meccanismi di difesa che sviluppa sono l'accesso alla vita interiore del paziente. La visione immaginaria, in cui il terapeuta non valuta le immagini interiori che il paziente innesca, ma le vede come una narrazione dell'inconscio, può innescare uno sviluppo positivo nel Borderliner.

Il Borderliner prova odio e disprezzo per se stesso che si fondono; si disprezza perché sente di non poter influenzare positivamente la sua vita; si vergogna della sua impotenza. Fugge dal sesso, dall'alcool, dai comportamenti rischiosi, dal suicidio per evitare la familiare sensazione di odiare e odiare. È così che si comporta nei confronti del terapeuta. Si rende conto che il paziente gli sta mentendo, cercando un punto di fuga, cambiando argomento, prendendo in giro se stesso, negando se stesso, facendo il contrario di quello che sta dicendo, recitando in un teatro assurdo.

Il problema è che il Borderliner teme l'abbandono e cerca di evitarlo, dalla frenesia dei consumi al cambiamento dei partner sessuali. Ma questa assenza, questo vuoto mentale, il fatto di essere rinchiusi appartiene alla soglia della personalità. Questo stato, che il Borderliner cerca di scappare, deve essere raggiunto per trovare autenticità.

Parte del dramma dei Borderliners è chiedere aiuto ma allo stesso tempo non essere in grado di accettarlo. Se questa contraddizione tra "autosufficienza assoluta" e fusione fossero integrate, si dissolverebbero, quindi la loro paura: "La mia vita è un inferno, ma ho solo questa vita", dice una persona colpita.

Indossare maschere è la specialità di Borderliner e il paziente spesso intrattiene una relazione "buona" con il medico. Il gioco di ruolo fa parte del problema e non della cura; il sé ferito rimane nella sua tana mentre manda fuori un imago. Può essere convincente come una persona reale; tuttavia, il terapeuta non deve essere coinvolto.

Mentre si sente a proprio agio perché il paziente sta collaborando ed è nello sforzo psichiatrico di creare pazienti funzionali adattabili, il Borderliner è a rischio. Si comporta come sempre all'esterno, recita un ruolo. Se il terapeuta è d'accordo, il paziente può tornare a casa con un sorriso, dire come ha integrato la sua personalità, sdraiarsi nella vasca da bagno e gettarvi l'asciugacapelli.

Tuttavia, se il paziente è aperto, i suoi sentimenti sono così intensi che si sente colpito al cuore se il terapeuta è negligente. Il dottore ha solo l'opportunità di mantenere la sua immaginazione e non di sezionare l'odio, l'orrore, ma anche il dolore che presenta il Borderliner, ma di percepirlo come una storia illustrata che non deve essere strappata fuori forma. In tal modo il terapeuta si vede sfidato dal paziente fino alla sconfitta totale. Si trova di fronte al compito erculeo di essere coinvolto nella messa in scena senza prenderla sul personale. Ciò include una sensibilità che pochissimi psicologi hanno.

Il dottore deve essere coinvolto come un attore in un ruolo in un film horror. L'inconscio del paziente lo inondò di aspetti negativi, minacce e insulti. Le lesioni provocate dal terapeuta continuano: questi sono gli effetti a cui è esposto il paziente.

Dietro la donna intelligente che descrive l'impotenza, dietro il ragazzo illuminato che racconta del suo tentato suicidio come proveniente da un lontano passato, emerge un'immagine da cui appare l'anima ferita, nascosta sotto mille maschere. Il terapeuta può inventare queste immagini interiori, che il Borderliner nega, attraverso il suo lavoro onirico, e in queste figure, come appaiono bizzarre, grottesche e raccapriccianti, c'è un potenziale di trasformazione.

Dialectical Behavioral Therapy (DBT) offre terapia per borderliners. Questo cerca di spezzare la divisione del Borderliner lasciando gli aspetti polari senza valutarli e integrarli nella loro interazione. A lungo termine, è necessario raggiungere una nuova fase di autonomia. Il Borderliner oscilla tra idee, valori e atteggiamenti incompatibili. Spiegargli razionalmente che queste contraddizioni sono insolubili e che dovrebbe prendere una decisione aumenta la sua sofferenza perché non si tratta del contenuto, ma della mancanza di integrazione di sentimenti negativi e positivi. Questa forma di terapia consiste nel far pensare al transatlantico che questi sentimenti non sono buoni o cattivi, ma che formano una sintesi oltre la moralità.

Dopo ogni ora ci sono i compiti di cui i pazienti tengono un registro dettagliato. Il DBT presume che i malati borderline vogliono cambiare; che non sono responsabili dei loro problemi ma devono risolverli da soli; che devono lavorare più duramente degli altri per giungere alla conclusione che le loro vite al confine con il suicidio sono insopportabili. Devi imparare nuovi comportamenti in ogni ambito della vita. I terapisti non devono essere lasciati soli quando lavorano con i borderliners.

Amore e odio

"L'amore può rapidamente diventare odio, l'amore può portare rapidamente all'autodistruzione." Una fodera di confine per il suo partner

I poli di una fusione con un'altra persona e l'isolamento caratterizzano il Borderliner. In un attimo si sente al sicuro perché un'altra persona lo sta accogliendo, in un attimo il panico si innesca perché il paziente si sente indifeso. Anche i borderliner mostrano questo comportamento nelle relazioni. La devozione totale segue settimane in cui non riesce a vedere il partner. Il Borderliner smorza le sue emozioni perché ha paura delle loro esplosioni; i pazienti vedono una bestia infuriarsi al loro interno che non può essere domata. Il Borderliner è indifeso contro i suoi sentimenti. Ciò si traduce in profezie catastrofiche che si autoavverano. Convinto di non essere amabile, il Borderliner interpreta ogni affermazione opposta come una menzogna e distrugge la relazione che desiderava.

“In psicoanalisi, l'alternanza tra idealizzazione e svalutazione è chiamata spaccatura. Le frontiere separano il bene e il male, in bianco e nero. La causa è la secessione precoce. Il padre che ha colpito la figlia è diviso in un padre buono e cattivo, in modo che solo il cattivo debba essere odiato, ma il bene può essere amato. Il prezzo è distorsioni della realtà, le persone diventano dei, le persone reali scompaiono, la persona interessata cade da un'immagine distorta a quella successiva; travolge i suoi compagni e li calcia nella polvere; siede nella sua gabbia interna perché le distorsioni gli rendono difficile costruire relazioni stabili.

"Un (...) meccanismo di difesa nei pazienti borderline è l'identificazione proiettiva. Nel fare ciò (...) vengono proiettate parti aggressive (...), ma allo stesso tempo si sente la sensazione di essere tutt'uno con la persona interessata. Di conseguenza, il paziente borderline deve controllare e (...) attaccare l'altra persona a cui ha proiettato le sue aggressioni e con cui si sente tutt'uno con tutti i mezzi. Il tuo odio è subordinato all'altro, che (...) è portato a provare l'odio proiettato da parte tua e ad agire di conseguenza. La vittima può vedersi come una vittima del suo odio e quindi proteggersi dai sensi di colpa a causa della sua stessa aggressività. "(Birger Dulz e Angela Schneider, 2004, p.38).

“Le persone con un disturbo borderline di personalità vivono in un dilemma costante. Hanno grandi difficoltà e temono di essere soli, vogliono essere vicini rapidamente e sono curati amorevolmente. Se ottengono la tanto desiderata vicinanza, diventa rapidamente troppo stretto per loro, hanno paura di essere divorati. (...) Un amico o un terapeuta può essere molto rapidamente un salvatore, un angelo sulla terra con solo buone qualità, ma poco dopo il diavolo in forma umana. Quindi hanno sempre relazioni molto intense che possono finire altrettanto rapidamente. ”(Ingrid Sender)
Una persona colpita descrive il problema: “Uno dei sentimenti (...) è la solitudine. Hai sempre la sensazione di essere solo, anche quando sei con gli altri, (...) ti senti solo. Uno (...) desidera la vicinanza degli altri. Ma non appena qualcuno ti si avvicina troppo, ti blocchi immediatamente, ti allontani, ti escludi dall'essere sopraffatto dalla paura e dalla vergogna e dalla sensazione di essere troppo vicino, anche se lo hai desiderato ".

I borderliner sono sadomasochisti riguardo al loro autolesionismo. Può essere un modo di vivere ciò che fa parte della loro identità. Troverai uno status quo, una modalità Vivendi, ma non ti svilupperai e l'incompatibile rimarrà incompatibile.

Paura

"Mi siedo nella mia caverna tutto il tempo, e la pantera si nasconde fuori, ed esco solo quando ne sono assolutamente sicuro." Una fodera di confine

La personalità si scheggia, ma l'ego può temporaneamente differenziarsi, le psicosi non sono uno stato di tragedia permanente. La differenziazione degli oggetti è carente negli schizofrenici, ma i borderliners non possono differenziarsi nelle relazioni e fluttuare tra idealizzazione o disprezzo. Non si verifica che una persona sia "buona" e "cattiva" allo stesso tempo.

La divisione serve a ridurre l'ansia nei confini e consente la sopravvivenza mentale in giovane età. Il bianco e nero, il bene e il male possono essere classificati e promettono l'orientamento nel caos. Nelle relazioni, una parola "sbagliata", un piccolo fraintendimento porta un angelo a diventare il diavolo, l'amore della vita per l'antumano e viceversa. Questa condizione può essere trattata solo se è intesa come la condizione interiore di cui il Borderliner ha bisogno e che la paura lo spinge.
Per i borderliners, il brivido è lo stato normale, il combattimento o la fuga è la situazione di base - come un predatore che ha le spalle al muro. Quando c'è pericolo, la paura è vitale; Il dramma dei Borderliner è che hanno sviluppato questa paura dalle minacce della vita, ma i meccanismi continuano a funzionare e distruggono le relazioni basate sulla fiducia. I borderliner non possono separare la violenza e l'amore per la sessualità. La tua insicurezza esistenziale non accetta l'insicurezza che fa parte della vita.

I pendolari transfrontalieri sviluppano una percezione distorta del rischio. La paura della paura di avere paura spinge Borderliner in situazioni che fanno paura. Se la situazione non esiste, allora assumila. Attacchi di ansia, allucinazioni, sentimenti di soffocamento, ginocchia deboli, sudorazione, battito cardiaco accelerato e mancanza di respiro catturano Borderliner in circostanze che non presentano alcun pericolo per gli altri.
I problemi sono inevitabili, sul lavoro e nelle relazioni. I borderliner hanno la reputazione di essere inaffidabili perché non partecipano alle riunioni o non rispettano le scadenze. Coloro che fuggono quando vogliono essere intimi con il loro partner non riescono a capire. Le esperienze con connotazioni positive portano in sé l'ombra della paura della morte attraverso l'abuso, come in un romanzo horror.
La familiarità della paura significa che i Borderliner evitano le cose della vita moderna, ma cercano anche situazioni distruttive, anche se sostengono che temono queste situazioni. La paura dà un calcio, mostra loro di essere vivi. Evitare la paura innesca i riflessi di fuga e paralizza il Borderliner. Il suicidio diventa la via per sfuggire alla paura.

Autolesionismo e boderline

I borderliner feriscono se stessi e gli altri. Ciò include il sadismo e il masochismo nelle relazioni sessuali, ma anche il taglio con coltelli o vetri rotti. I borderliner si scottano e si bruciano, si battono o possono essere battuti.

Il dolore causato dai tagli è un salasso per drenare l'energia repressa e prevenire l'implosione o l'esplosione, un modo per entrare nel corpo. Questo può essere visto come un orgasmo invertito. Una Borderliner riferisce che se si dissocia, si taglia da sola. Solo attraverso il dolore si sente come un corpo nel mondo.

Nel fare ciò, corrono rischi che vedono le cosiddette normali come torture o infrangere un tabù. I borderliner sono stati spesso violentati. Questo è un altro motivo per cui spesso provocano situazioni simili a questa esperienza. È difficile per gli estranei giudicare se si tratta di un processo creativo per implementare giocosamente questa lesione. I borderliner non sarebbero borderliners se le loro valutazioni non fluttuassero. Anche il tormento o la tortura sono associati alla paura e al dolore, ma questa paura e dolore fanno parte della loro identità.
I confini tra la necessità della fine del dolore suicida e il piacere del dolore si dissolvono. Con un Borderliner che sbatte la testa contro un muro di cemento, è difficile dire se si sta facendo del male o sta soffrendo per sentirlo. È difficile tracciare il confine tra tentare il suicidio e cercare il rischio. Sdraiarsi sui binari e saltare via, soffocarsi fino a quando la lingua non esce dal collo può essere un atto suicida, ma può anche essere un calcio - e per i borderline la linea è sfocata.

Gioca ruoli

"Sono un fantasma, non un essere umano." Un transatlantico
A differenza delle persone psicotiche aperte, i borderliner possono lavorare per un po '. Per loro, le dissociazioni sono tipiche che le altre persone non notano. Il Borderliner sembra normale, anche nelle conversazioni. Quindi si alza, se ne va e non sa nulla della conversazione la prossima volta che si incontra.
I borderliner assumono nuove identità, appaiono convincenti e carismatici, sì "come se avessi conosciuto questa persona per tutta la vita". Dabei reagieren sie als Kanal für Symbole, Bilder, Werte und Normen, Haltungen und Anschauungen, deren Energien im Raum kursieren.

Ein solches Verhalten sehen Zeugen als opportunistisch an; das wird dem Borderliner nicht gerecht. Ebenso wie seine wechselnden Denkmuster nicht notwendig bewusste Lügen sind, gilt dies auch für die Rollen. Da das Unbewusste durch ihn fließt, ist er in dem Moment das, was er verkörpert und morgen etwas anderes. Borderliner können sich in einem sozialen Umfeld einbringen, da sie äußere Identität von ihrer in die Höhle zurück gezogenen verletzten Seele trennen. Sie wirken extrovertiert, obwohl niemand an sie herankommt.

Das Als-Ob-Verhalten

Borderliner leiden unter einer fragmentierten Identität und zeigen ein Als-Ob-Verhalten. Sie verhalten sich, als ob sie ein Männer fressender Vamp, eine von der Welt zurückgezogene Nonne, ein Geschäftsmann, ein Rebell, ein Lehrer, ein was auch immer wären. Sie spüren, dass sie das alles sein könnten, aber es nicht sind, dass sie das, was sie erreichen wollen, nicht erreichen können. Was sie erreichen wollen, wechselt derweil ständig. Therapeuten fühlen sich bei Borderlinern in der Minderzahl! Ein Borderliner ist nie allein, denn in ihm spuken viele Personen zugleich.

Auf Fremde wirken die Patienten faszinierend, wie starke Persönlichkeiten, auch anmaßend oder arrogant, selbstbewusst, wissend und überlegen. Zum Leiden der Borderliner gehört, dass die Zustände psychische Zentren sind, die differenziert und entwickelt wirken, bis der Borderliner in ein anderes Zentrum wechselt und zugleich diesen anderen Teil seiner Persönlichkeit verliert: Er ist keine ausgeformte Persönlichkeit mit vielfältigen Interessen, sondern eine fragmentierte Persönlichkeit, die ihre Splitter nicht unter einen Hut bekommt.

Dabei lebt der Borderliner in Angst, dass ihn jemand sehen könnte, wie er ist und wünscht sich zugleich nichts sehnlicher. Er spaltet seinen Exhibitionismus ab, statt, wie der Narziss, damit zu verschmelzen. Die Rolle, die er einnimmt, ist nicht er. Darüber schwebt das Gefühl innerer Leere. Die Ursache liegt darin, dass seine Gefühle nicht ernst genommen wurden. Sich selbst zu erkennen, bedeutet für den Grenzgänger seelischen Tod, sich selbst zu verheimlichen aber Betrug. Die Schwellenmenschen bewegen sich als neutrale Wanderer zwischen beiden Polen, „es hat ja nichts mit mir zu tun“. Der Borderliner glaubt an die Unmöglichkeit, sich selbst gegenüber neutral zu sein. Was er tut, ob positiv oder negativ, war „nicht ich“. Die exhibitionistischen Anteile führen ein Eigenleben und kommen als Alptraumfiguren zurück. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Deutsche Gesellschaft für Psychiatrie und Psychotherapie, Psychosomatik und Nervenheilkunde (DGPPN): S2- Leitlinie Persönlichkeitsstörungen, Stand: 2009, dgppn.de
  • Marsha M. Linehan: Cognitive-Behavioral Treatment of Borderline Personality Disorder, Guilford Publications 2018
  • Jean Marc Guilé, Laure Boissel, Stéphanie Alaux-Cantin, Sébastien Garny de La Rivière: Borderline personality disorder in adolescents: prevalence, diagnosis, and treatment strategies, Adolesc Health Medicine and Therapeutics 2018, dovepress.com
  • Gunilla Wewetzer, Martin Bohus: Borderline-Störung im Jugendalter: Ein Ratgeber für Jugendliche und Eltern, Hogrefe Verlag 2016
  • Alice Sendera, Martina Sendera: Borderline - Die andere Art zu fühlen: Beziehungen verstehen und leben, Springer Verlag 2010
  • Moore KE, Tull MT, Gratz KL.: Borderline personality disorder symptoms and criminal justice system involvement: The roles of emotion-driven difficulties controlling impulsive behaviors and physical Aggression, Compr Psychiatry. 2017, sciencedirect.com
  • Knuf, Andreas: Leben auf der Grenze. Erfahrungen mit Borderline. balance buch + medien, 2007
  • Kreisman, Jerold J.: Zerrissen zwischen Extremen. Leben mit einer Borderline-Störung. Hilfen für Betroffene und Angehörige, Goldmann, 2008
  • Schwarz-Salant, Nathan: Die Borderline-Persönlichkeit. Vom Leben im Zwischenreich. Düsseldorf 2006

ICD-Codes für diese Krankheit:F60ICD-Codes sind international gültige Verschlüsselungen für medizinische Diagnosen. Puoi trovare ad es. nelle lettere del medico o sui certificati di invalidità.


Video: Borderline Personality Disorder.. What is it? (Ottobre 2022).