Sintomi

Acrodermatite

Acrodermatite



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Acrodermatite chronica atrofica

L'acrodermatite chronica atrofica (ACA) o la malattia di Herxheimer (secondo il suo scopritore Karl Herxheimer) è una delle possibili conseguenze a lungo termine di un morso di zecca o un'infezione da malattia di Lyme e descrive un danno progressivo (lesioni) alla pelle, che può anche portare alla morte del tessuto con altri Reclami conseguenti sono sufficienti.

Acrodermatite - sintomi

L'acrodermatite è una manifestazione tardiva della pelle della malattia di Lyme ed è più comune nelle donne di età superiore ai 40 anni. Fino al tre percento di tutte le persone infette dalla malattia di Lyme in questo paese sviluppano l'acrodermatite chronica atrofica come conseguenza tardiva. Il danno cutaneo si verifica diversi anni dopo l'infezione iniziale e per lo più viene interessato per primo il lato esteso di una gamba o di un braccio. I primi sintomi possono anche essere visti sulla parte esterna della mano e sulla parte superiore del piede. Inoltre, altre parti del corpo come la pianta dei piedi e molto raramente anche il tronco o il viso possono essere colpite.

I primi segni di acrodermatite sono un leggero scolorimento rossastro bluastro della pelle e gonfiore edematoso con infiammazione di accompagnamento. Nell'ulteriore corso della cosiddetta infiammazione cutanea plasma-cellulare, la pelle viene sempre più danneggiata superficialmente ma anche per via sottocutanea (ad esempio nel tessuto adiposo sottocutaneo), con conseguente perdita di tessuto (atrofia) con degenerazione delle ghiandole sudoripare e dei follicoli piliferi e una diminuzione del collagene e delle fibre elastiche. Si notano anche le cosiddette strisce ulnari (arrossamento a forma di striscia sull'avambraccio) o l'ispessimento del tendine di Achille o l'allargamento del tallone sulla parte inferiore della gamba. La formazione di noduli e l'indurimento possono anche essere osservati di volta in volta, e nel tempo la perdita del tessuto connettivo crea una cosiddetta "pelle pergamena" (mancanza di elasticità; estremamente sottile).

Circa due terzi delle persone colpite sviluppano anche una neuropatia periferica all'estremità corrispondente, che si manifesta come intorpidimento o formicolio agli arti. Esiste anche un'artrite di Lyme che accompagna sintomi come dolori articolari o gonfiore nell'area delle articolazioni.

Diagnosi di acrodermatite

Se sospetti l'acrodermatite, la diagnosi medica è relativamente affidabile. Tuttavia, è necessario stabilire prima una connessione tra i disturbi della pelle e una possibile malattia di Lyme, che può essere difficile nella pratica e può portare a notevoli ritardi nella diagnosi. La diagnosi viene solitamente effettuata rilevando l'agente patogeno, con esami del sangue per gli anticorpi contro la malattia di Lyme che svolgono un ruolo particolarmente importante. I campioni di tessuto dalla pelle possono anche essere utilizzati per esami istologici per confermare la diagnosi.

Trattamento dell'acrodermatite

Gli antibiotici sono i mezzi di scelta per gli effetti tardivi della malattia di Lyme al fine di eliminare i patogeni e alleviare i sintomi. Nel caso di acrodermatite senza coinvolgimento neurologico, ad esempio, è possibile utilizzare la terapia con doxiciclina per 30 giorni e, con ulteriori sintomi neurologici, è possibile una terapia endovenosa con ceftriaxone. I passaggi esatti della terapia devono essere selezionati dal medico o dal medico in base all'estensione dei sintomi. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dipl. Geogr. Fabian Peters

Swell:

  • Elfie Fust, punture di zecche: quadri clinici e opzioni di trattamento; Nozioni di base e Pratica; Edizione: 2nd, adult (8 luglio 2009)
  • Gary P. Wormser: malattia di Lyme; in Goldman's Cecil Medicine (ventiquattresima edizione), volume 2, 2012, pagine 1930-1935; (2012)
  • L.H. Sigal: borreliosi di Lyme; nel modulo di riferimento in Scienze biomediche, Elsevier (2014), sciencedirect.com
  • Società tedesca di dermatologia: manifestazioni cutanee della malattia di Lyme; nella linea guida del gruppo di lavoro della Società dermatologica tedesca per l'informatologia dermatologica (consultato l'08.09.2019), derma.de

Codici ICD per questa malattia: i codici L90.4ICD sono codifiche valide a livello internazionale per le diagnosi mediche. Puoi trovare ad es. nelle lettere del medico o sui certificati di invalidità.



Video: O que é a síndrome de Gianotti Crosti?? (Agosto 2022).