Piante medicinali

Salvia - applicazione, effetti e ricette


Il nome saggio deriva dalla parola latina "salvare" - che significa guarire. Ciò indica che il genere Salvia era già famoso per i suoi effetti medicinali nei tempi antichi. Quando diciamo saggio, di solito intendiamo il vero saggio (Salvia officinalis). È solo una delle circa 900 specie. Cosa lo rende così speciale? L'essenziale in breve:

  • Il vero salvia è solo una delle 900 specie che contengono tutti agenti curativi.
  • La vera salvia brilla con olii essenziali come borneolo e tujone, tannini e saponosidi.
  • Promuove la digestione, guida la bile, ha un effetto antisettico e antinfiammatorio, scioglie il muco e la tosse, intorpidisce il dolore.
  • La salvia abbassa i livelli di zucchero nel sangue, rallenta il flusso di sudore, aiuta contro l'asma e le malattie nell'addome inferiore, agisce contro il mal di gola e la raucedine.
  • Dovresti usare la salvia con parsimonia, poiché gli oli essenziali ad alte concentrazioni possono portare ad avvelenamento e disturbi del sistema nervoso.
  • Il tè salvia garbled è un rimedio per le gengive sanguinanti, applicato esternamente contro arrossamenti, eruzioni cutanee e ulcere, nonché contro l'alitosi. Beviamo il tè per favorire la digestione.

Ingredienti attivi

Le specie di salvia contengono terpeni, oli essenziali nelle loro ghiandole e diterpeni nelle resine. Questi includono sostanze amare diterpeniche come Carnosol, Pokirosalvin, Rosmanol, Safficinolid e Salvin. Le foglie contengono triterpeni. Il vero salvia e altri tipi con un gusto intenso hanno borneolo, tujone, estere nato, linalolo, canfene, lime e canfora. A questo si aggiungono tanina, saponoside e colina. È molto, ma non è tutto. Ad esempio, flavonoidi e tannini come l'acido rosemico sono presenti in larga misura nelle foglie.

Applicazioni

Sin dai tempi antichi, la salvia è stata utilizzata principalmente per tre tipi di disturbi: in primo luogo, per le malattie respiratorie, in secondo luogo, per i disturbi della bocca e della gola, e in terzo luogo, per il flusso di sudore.

Le tinture di salvia per brufoli, acne, eczema, per irrigazione delle ferite o per ulcere più piccole sono meno comuni, ma efficaci. Qui applichiamo il liquido sulle aree interessate, con buste o pure.

Cure odontoiatriche

Ai nostri antenati, il dentifricio alla salvia e alla menta ha sostituito. Prendi una foglia di salvia e strofini i denti e le gengive. Questo non solo garantisce un odore gradevole, ma combatte anche virus, batteri e funghi. La lama si comporta come un pennello e la usa anche per rimuovere la placca e lo sporco. Puoi anche usare uno stelo fogliare come uno stecchino e raschiare gli avanzi di cibo dagli spazi tra i denti.

I tannini di lamiacea contraggono le mucose della gola. Virus e batteri sono difficili da penetrare e le ferite più piccole vengono chiuse. Una mucosa orale infiammata si calma.

Infuso di salvia

Per un tè alla salvia, versare 1 g di foglie con 100 ml di acqua calda, lasciare tutto in infusione per dieci minuti e poi versare. Poiché il vero salvia ha un sapore amaro, puoi aggiungere miele e succo di limone. Bere tè favorisce la digestione, allevia il mal di gola come la raucedine e rafforza le malattie infettive generali. Bere questo tè aiuta anche contro l'asma e la tosse.

Sciroppo di salvia

Nel Medioevo, lo sciroppo di aceto di saggio, miele e mela era la medicina più popolare. Le persone hanno assunto questo sciroppo diluito con acqua per infezioni alla gola e alla gola, tosse e raffreddore, e in seguito anche per curare la tubercolosi. Non era una superstizione, ma era uno dei mezzi davvero efficaci. Per uno sciroppo simile, metti le foglie di salvia tritate, fresche o secche, in un rapporto da 1 a 10 nell'aceto di mele e aggiungi il miele fino a quando il tutto avrà un sapore meno amaro.

Olio, profumo e compost

Basta estrarre il tè dalle foglie fresche o secche. Le parti fuori terra della pianta contengono il prezioso olio di salvia. Questo gelato, dolci o bevande aromatizzati. Ha anche un ruolo nei profumi e negli shampoo per capelli.
Le parti della pianta che i giardinieri per hobby hanno spesso in abbondanza sono un ottimo compost perché promuovono i batteri che trasformano le piante in humus.

Incenso

In passato, le persone usavano la salvia essiccata e bruciata per fumare le loro case per scacciare i demoni - tale fumo aiuta davvero contro gli insetti. In Nord America, "Sage" è la pianta più importante nei rituali nativi americani e una pianta di insegnante per sciamani. Ancora una volta, queste non sono pure credenze fantasma. La salvia agisce contro batteri e virus ed è quindi ideale per pulire le aree interne con fumo proveniente da questi parassiti.

Bagno di vapore con salvia

Se hai il raffreddore, un bagno di vapore con salvia aiuta. Da un lato, il bagno supporta l'afflusso di sangue alle mucose, che rallenta la moltiplicazione dei virus e, dall'altro, le sostanze contenute nella salvia agiscono direttamente contro i patogeni. Metti alcune gocce di olio di salvia in una ciotola e versi fino a tre litri di acqua. Ora metti un panno sulle spalle, piega la testa sul vapore in modo che non vapori. Fai un respiro profondo fino a quando l'acqua diventa fredda dopo circa dieci minuti.

Vero saggio come spezia

Anche con i Greci e i Romani, la salvia non era solo un rimedio, ma anche una spezia o entrambi allo stesso tempo. In effetti, i limiti sono fluidi: poiché la salvia favorisce la digestione, non è adatta solo come rimedio per problemi di stomaco, ma lo impedisce anche se lo aggiungi come condimento a carni grasse come pecore o maiale. La salvia si abbina molto bene anche con gli stufati con fagioli e pancetta, piselli e carne affumicata e tutto ciò che ha un sapore di salsiccia. Serve anche come spezia classica nella produzione di bratwurst grosso, in particolare ricette di salsicce italiane a base di spalla di maiale, grasso di maiale e salvia. Ciò che molti considerano un "gusto tipico di salsiccia" è in realtà un gusto salvia. Anche i vegani a cui manca il "sapore di salsiccia" possono usare la salvia. Foglie e fiori freschi e giovani si trovano anche nelle insalate. Provalo, ma il gusto intenso non è per tutti.

Effetti collaterali e rischi

Non usare mai olio di salvia non diluito. Questo irrita le mucose. Per fare i gargarismi, aggiungi qualche goccia di olio in un bicchiere d'acqua. La salvia medicinale deve essere usata solo per il tempo necessario. Il thujo presente nella salvia porta ad avvelenamento a grandi dosi. Non dovresti mai prendere la salvia, almeno a dosi più elevate, se sei incinta o stai allattando un bambino. Anche i bambini piccoli dovrebbero evitare la salvia. In generale, i bambini non devono entrare in contatto con oli essenziali sulla bocca e sul naso.

Una pianta con una storia

La salvia è una delle piante medicinali documentate più antiche. Gli studenti di filosofia greca hanno masticato la salvia per aprire le loro menti. In Grecia, il profumo del saggio fu considerato grazie alla dea della bellezza, Afrodite. Ciò presumibilmente fuggì da Zeus sotto un cespuglio di salvia. Zeus voleva bruciare il saggio con il sole, ma la dea proteggeva la pianta con le foglie dal pelo bianco che porta ancora oggi.

Dobbiamo a Plinio il termine "salviam" nel I secolo, che significa salutare, perfetto o salutare. I romani portarono anche il saggio attraverso le Alpi e Carlo Magno chiese che fossero piantati. Nell'alto medioevo apparteneva a ogni giardino del monastero. L'università di medicina di Salerno ha anche scritto: "Perché una persona dovrebbe morire se la salvia cresce nel loro giardino?"

Salvia nel mito

I veri poteri di guarigione del saggio ispirarono anche la superstizione. Alcuni francesi e inglesi credevano che il saggio potesse renderti immortale - con i mantra giusti, ovviamente.
La salvia era considerata la pianta della Beata Vergine Maria e, presumibilmente, la famiglia di Gesù si nascose dietro un cespuglio di salvia mentre fuggiva.

Un ciuffo di salvia sulla soglia dovrebbe aiutare contro le streghe. Ciò proteggeva anche dalle catastrofi meteorologiche, dal malocchio e dai pensieri che il diavolo ha piantato. Nella chiesa, una sacca di salvia fu salvata dall'addormentarsi durante il sermone, causando senso di colpa. Se metti un ramo di salvia nel mucchio di letame, un verme e un uccello dovrebbero emergere da esso e le donne a cui le streghe hanno dato la zuppa di salvia dovrebbero dare alla luce rospi in seguito.

Salvia officinalis - descrizione

Il vero saggio è un subshrub. Ha un odore intenso, gli steli raggiungono una lunghezza fino a 1 m, il legno sul terreno e forma uno strato di sughero sulla corteccia. Nella parte superiore lo stelo è infestato e il feltro bianco lo copre.

Le foglie crescono in lancette opposte. Sono di colore verde grigiastro. I fiori viola si formano nelle ascelle fogliari superiori, che sono a due labbra nel labiato. La Salvia officinalis fiorisce tra maggio e luglio.

I fiori sono costituiti da innumerevoli spirali dai tre ai quattro fiori con calici tubolari che terminano nelle due labbra, la cui parte superiore si divide in tre denti, il labbro inferiore in due. La corona viola ha un labbro superiore semplice con un labbro inferiore in tre parti. Alla base del calice si sviluppano quattro frutti bruno-neri.

Origine della salvia classica

Il vero saggio originario dell'Europa meridionale, ma era già diffuso dai romani nell'Europa centrale nell'antichità. Come pianta mediterranea, ama il terreno asciutto e molto sole, ma si adatta così bene che coprirà presto l'intera area quando c'è abbastanza sole. Nei giardini, dovresti quindi considerare attentamente dove posizionare il salvia: in un letto di erbe, sostituisce rapidamente le erbe culinarie meno dominanti come l'aneto.

Una grande relazione

Il vero saggio non è l'unico nel suo genere che usiamo in questo paese. Salvia fruticosa, la salvia greca, ad esempio, fornisce la maggior parte delle foglie di salvia essiccate che acquistiamo e le usiamo per preparare tè o spezie. Il suo olio allunga il più costoso olio di lavanda.

Salvia sclarea

La salvia moscata (Salvia sclarea) è ancora più popolare come spezia da cucina rispetto alla salvia reale con il suo aroma unico e rigoroso. Si verifica anche selvaggio nel Mediterraneo, ma è facile da moltiplicare nei giardini tedeschi. Medicinale, ha un effetto simile alla salvia reale e può anche essere usato.

Tuttavia, la salvia moscata è particolarmente importante nell'industria alimentare. Il suo nome deriva dal fatto che il sapore ricorda l'uva moscato. Ecco perché si trova in bevande alcoliche come birre, liquori e vini, ma anche in cocktail, bocce e succhi di frutta. Aumenta anche gli effetti dell'alcol. Per insalate e altri cibi crudi, il suo aroma fruttato è più adatto di quello della salvia reale. Nel Mediterraneo, le sue foglie fritte in pastella sono tipiche tapas o antipasti.

Nel Medioevo era una pianta medicinale come il vero saggio, il suo olio era considerato benefico per gli artisti e avrebbe dovuto aprire la mente. L'olio odora di ambra grigia ed è quindi popolare per saponi, shampoo e deodoranti - per i deodoranti anche perché questo saggio rallenta anche il flusso di sudore. Nelle creme per il corpo con Salvia sclarea, il profumo dell'uva si combina con l'azione contro i batteri e l'infiammazione. Ecco perché Muscatel Sage è molto richiesto nell'industria cosmetica. L'olio di salvia sclarea allevia i crampi e rilassa la pelle e i muscoli. Le donne lo prendevano contro i crampi mestruali. L'olio favorisce la circolazione sanguigna e ti rende leggermente euforico. Ecco perché è considerato un afrodisiaco.

Psicologicamente, si supponeva che l'olio stimolasse l'immaginazione, prevenisse gli incubi e portasse bellissimi sogni, alleviasse paure e depressioni (storicamente note come malinconia), ridusse lo stress e riportasse la gioia di vivere.
La salvia sclarea è stata anche usata contro il mal di testa, la sindrome dell'intestino irritabile, l'asma, gli spasmi e le emicranie.

"Vecchia" salvia - "nuova" chia?

I semi di Chia sono una pop star tra i super alimenti "appena scoperti". Come spesso accade, il nuovo non è affatto nuovo: Chia è la parola spagnolo-messicana per salvia. I semi di chia, le farine di chia o le chiadrink sono prodotti dalle specie di salvia americana.
Le clausole della salvia della California (Salvia columbariae) possono essere consumate crude, fritte, bollite o cotte al forno. Nell'America sud-occidentale, vengono in gran parte trasformati in farina. Da questo si può fare pane nero, simile ai panini di chia usati qui. Questo pane è salutare perché contiene molta niacina, tiamina, zinco, calcio e manganese.

I germogli della chia californiana sono popolari nelle insalate e negli hamburger negli Stati Uniti. Un drink dai germi inzuppati disseta il caldo del sud-ovest. La salvia messicana (Salvia hispanica) può essere usata così come la California. La salvia azteca messicana (Salvia divinorum) è allucinogena, il che spiega la sua reputazione di pianta magica.

Purificazione rituale

La salvia bianca (Salvia apiana), nota anche come salvia affumicata indiana, riveste un'importanza centrale per i nativi americani. Gli indigeni mangiano i germogli crudi e assorbono quindi molti minerali. Tradizionalmente si lavano i capelli con le foglie tagliate in acqua e proteggono così il cuoio capelluto da insetti pungenti, pulci, pidocchi e acari. Hanno anche usato le foglie fresche come DEO. Le foglie essiccate bruciano ancora i nativi oggi in tutte le forme di pulizia rituale, e anche molto pratiche per disinfettare le case quando le malattie dilagano o quando si diffondono i parassiti.

Salvia

Se vuoi coltivare la salvia da solo, non fertilizzare eccessivamente. Il compost da giardino è sufficiente e anche questo non è necessario. La salvia proviene dal Mediterraneo e prospera su terreni poveri. Se concimi troppo, la pianta non fiorirà.

La coltivazione è molto semplice. Sebbene la salvia preferisca generalmente il terreno calcareo, anche i giardinieri con terreno leggermente acido possono difficilmente frenare la crescita. Una barriera radicale è anche raccomandata su un letto aperto in modo che la Salvia officinalis non scacci la competizione più debole.
Assicurati che la salvia sia calda e soleggiata. Allenta il terreno e previene il ristagno d'acqua. Salvia non appartiene a un letto di palude.

Nonostante il suo predominio, la salvia ha un effetto positivo sulle erbe vicine: ferma efficacemente bruchi, pidocchi e lumache. Ecco perché, quando è imbrigliato, è l'ideale per bordare le aiuole. Sage stesso non è molto sensibile ai parassiti. Gli unici pericoli sono gli acari di ragno e l'oidio. La salvia cresce anche in vasi, vasche o scatole, sul balcone e sul davanzale della finestra. È resistente e può resistere a temperature estreme.

Dopo la fioritura, il gusto diminuisce e le foglie sono meno verdi. Pertanto, raccogliere all'inizio della fioritura o rimuovere i fiori.

Taglia la salvia

Cura significa tagliare i germogli non ancora legnosi in primavera; se tagli il legno, metti in pericolo la pianta. Basta un taglio all'anno. È possibile collegare questo ugello alla raccolta. Non raccolgono foglie singole, ma tagliano anche gli steli.

Salvia secca

Leghi i rami in un mazzo con una gomma, un filo o un filo e appendi a testa in giù in un luogo asciutto nella soffitta o nella dispensa. I bouquet rilasciano la loro fragranza nella stanza - un buon effetto collaterale. Le foglie essiccate possono essere utilizzate per fumare, bollire come tè o condire carne e insalate.

Prepara tu stesso il burro alla salvia

Il burro salvia è facile da preparare, è popolare per grigliare e si abbina bene con baguette, pasta o patate al forno. Per renderlo necessario

  • una manciata di salvia,
  • uno spicchio d'aglio,
  • una cipolla,
  • 250 grammi di burro,
  • Sale,
  • Pepe.

Il burro dovrebbe essere riscaldato a temperatura ambiente in modo che si ammorbidisca un po '. Tritare finemente aglio, cipolla e salvia. Quindi scaldare intorno a un cucchiaio di burro in una padella e arrostire leggermente la salvia, le cipolle e l'aglio. Non lasciare che il burro si surriscaldi in modo che non bruci. Condisci il burro liquido con sale e pepe, quindi aggiungi il burro rimanente. Mescola bene la massa, riempila in un contenitore pulito e lascia raffreddare. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dr. phil. Utz Anhalt, Barbara Schindewolf-Lensch

Swell:

  • Forum PTA: ptaforum.pharmolekische-zeitung.de (accesso: 24 aprile 2018), salvia: foglie con potere curativo e speziato
  • Schilcher, Heinz; Kammerer, Susanne; Wegener, Tankred: linee guida di fitoterapia, Urban & Fischer Verlag / Elsevier GmbH, 2010
  • Hansel, Rudolf; Sticher, Otto (a cura di): Pharmacognosie - Phytopharmazie, Springer, 2010
  • Heidböhmer, Ellen: Il potere curativo della salvia: antibatterico - antitraspirante - digestivo, Herbig, F A, 2012
  • Samel, Gerti; Krähmer, Barabara: energia curativa degli olii essenziali: i 100 oli aromatici più efficaci per corpo e anima, Irisiana, 2013


Video: Bare Minerals: Make-up trucco occhi minerale con Umberto Spinelli (Giugno 2021).