Soggetti

Invecchiare attraverso i geni o una vita sana?

Invecchiare attraverso i geni o una vita sana?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Invecchiare: geni o vita sana?

Si dice che Methuselah nella Bibbia avesse 979 anni. Nessuna persona vera invecchia così, ma Camelo Flores dalla Bolivia ha raggiunto 123 anni dopo la sua nascita il 16 luglio 1890; visse dodici anni in più del più vecchio americano, Alexander Imich, che morì all'età di 111 anni. Tuttavia, l'età di Flores è fuori dubbio - contrariamente alla francese Jeanne Calment, che morì nel 1997 all'età di 122 anni. Oggi l'americana Susannah Mushatt Jones, nata il 6 luglio 1899, è la persona più anziana.

Methusalems mitici

Si dice che molte persone siano notevolmente cresciute: l'inglese Thomas Parr morì nel 1635 all'età di 152 anni, secondo i suoi contemporanei; il tedesco Martin Kaschke 1727 secondo le fonti con 117. Joseph Brunner nel 1827 con i presunti 120 anni benedisse il temporale, e si dice che Therese Fiedler von Hülsenstein abbia raggiunto 119 anni nel 1876.

Gli storici hanno scoperto, tuttavia, che Brunner in realtà aveva solo 88 anni. È solo dal XIX secolo che in molti stati esistono certificati di nascita che pongono una vecchiaia dal regno dei miti sul terreno della realtà.

La prima persona a vivere per avere 110 anni fu l'olandese Geert Adriaas Boomgard. Nacque a Groningen nel 1788 e morì nella sua città natale nel 1899. Margaret Ann Neve nacque a Guernsey nel 1792 e morì nel 1903, rendendola la prima femmina di 110 anni. Delina Filkins di New York morì nel 1928 all'età di 113 anni e detenne questo record per 50 anni.

Ma anche nel 20 ° secolo, alcuni record non potevano essere mantenuti. Questo è il modo in cui il Guinness Book del 1980 chiamava Charlie Smith, l'americano, la persona più anziana. Dichiarò che i commercianti di schiavi lo avevano portato dall'Africa negli Stati Uniti nel 1854 - un documento del 1854 sembrava confermare questo. Nel 1980, tuttavia, è apparso il certificato di matrimonio di Smith, che ha corretto la sua età a 104.

Alcuni documenti sull'età cadono nell'ambiente dei credenti UFO, che rimuovono oscuramente la presunta foto che mostra i presunti alieni: l'Indonesiana Turinah Masih Sehat Sehat, per esempio, si è fatta un nome nel 2010 come un presunto 157enne. Ma avrebbe presumibilmente distrutto i suoi documenti nel 1965 per non finire in prigione come presunto comunista.

La cubana Juana Bautista de la Candelaria, d'altra parte, aveva una carta d'identità che nacque nel 1885 - una falsa goffa. Sotto il 1885, il 1913 sovrascritto fu facilmente riconosciuto.

Sano fino alla vecchiaia

Tuttavia, alcune migliaia di persone che hanno superato i 110 anni sono documentate storicamente - e potrebbero essercene state molte di più. Queste persone più anziane sono impegnate con la scienza. Il loro stile di vita, il loro ambiente e i loro geni contengono informazioni che aiutano anche altre persone a vivere più a lungo?

In genere, le donne più anziane invecchiano rispetto agli uomini più anziani. Gli scienziati lo spiegano con le stesse cause dell'aspettativa di vita media, che è anche più alta nelle donne.

Gli approcci biologici vedono al lavoro gli ormoni maschili, che logorano il corpo più velocemente. Ciò suggerisce che gli eunuchi che non hanno il testosterone vivono in media più a lungo degli uomini potenti.

Gli ormoni della crescita e gli ormoni sessuali maschili riducono quindi la vita. Una tesi afferma anche che le mestruazioni femminili rimuovono inquinanti, metalli pesanti e ferro dal corpo. Inoltre, si dice che il doppio cromosoma X delle donne protegga dalle malattie ereditarie e dalla morte prematura.

Le teorie sociologiche e psicologiche tendono ad assumere ruoli tradizionali. Gli uomini quindi soffrono di attività che danneggiano il corpo: consumano la loro forza nel loro ruolo di servizi pubblici, muoiono e subiscono ferite in guerra, intraprendono lavori pericolosi con conseguenze a lungo termine per la salute, vanno dal medico meno spesso in caso di malattia, fuma e bevi di più.

Dove vivono le persone più anziane?

La maggior parte delle età proviene da paesi ricchi, dall'Europa, dagli Stati Uniti e dal Giappone. I registri della piccola età sono noti nei paesi in via di sviluppo - con restrizioni. Le regioni montuose della Cina, dell'Azerbaigian e di altre regioni del Caucaso sono famose da secoli per il loro gran numero di persone estremamente anziane e l'Abkhazia è anche conosciuta per i suoi anziani e le sue donne antiche.

Tuttavia, in Azerbaigian, ad esempio, le informazioni sono discutibili. Nel 1973 il pastore Shirali Muslimov dichiarò di avere 168 anni. Un certificato di nascita del 1805 è servito come prova.

Molte persone molto anziane vivono nella provincia di Nuoro in Sardegna, così come Oinawa e Kyotango in Giappone.

Probabilmente ci sono cause simili per i record di età nei paesi industrializzati e per l'aspettativa di vita anche molto alta. Chiunque sia nato in Spagna, in Germania o nei Paesi Bassi ha oggi buone probabilità statisticamente di diventare 20 anni più vecchio dei loro bisnonni - l'aspettativa di vita media è di oltre 80 anni. In Bangladesh o in Tanzania, è meno della metà.

In Germania, l'aspettativa di vita media è raddoppiata dal 1880 al 2007, e anche di più: gli uomini vivono ora in media 76,6 anni anziché 35,6, le donne addirittura 82,1 invece di 38,5. L'aspettativa di vita aumenta di tre mesi ogni anno. Le cause sono indiscussi progressi medici e una migliore igiene, nonché condizioni di lavoro più sane.

Insufficienti cure mediche, malattie, cattiva alimentazione, mancanza di istruzione, guerre e cattive condizioni igieniche assicurano che il terzo mondo vivrà solo a poche centinaia di anni, il che significa che può raggiungere il gruppo super vecchio molto meno che nei paesi industrializzati: contro il genocidio I geni di Alexander Imich non avrebbero fatto nulla e Jeanne Calment non avrebbe mai raggiunto la sua età se fosse annegata in uno tsunami.

Anche la mancanza di dati gioca un ruolo. L'anno di nascita e morte sono meticolosamente registrati nei paesi industrializzati, ma questo non è il caso del Congo, della Cambogia o degli Yanomani nel bacino amazzonico.

Tuttavia, le condizioni generalmente migliori nei paesi industrializzati non spiegano i tempi antichi in Pakistan o nel Caucaso. Perché qui prevale l'opposto dell'assistenza medica completa e della buona igiene.

Disposizioni genetiche?

C'erano persone molto anziane in tutte le società e in tutti i secoli. Nelle famiglie di centenari, molti parenti raggiungono anche la vecchiaia - questo parla per una disposizione genetica. Ad esempio, la campionessa americana Rosabell Zielke Fenstemaker ha compiuto 111 anni quando è morta nel 2005. Sua madre, Mary P. Romeri Zielke Cota, morì alla stessa età nel 1982. Le sorelle di Rosabell, Edna, Edith e Marjoire, avevano 99, 100 e 102 anni.

Tuttavia, i "methusalems" nei paesi industrializzati parlano contro una disposizione etnica per una lunga vita: ci sono proporzionalmente più americani di età superiore ai cittadini ugandesi, ma gli ispanici includono afroamericani, cittadini statunitensi con radici giapponesi e nativi americani.

Oltre 100 anni infrangono le regole dell'invecchiamento. In generale, il cancro, la demenza, l'Alzheimer, il Parkinson o le malattie cardiache sono tra le malattie tipiche delle ultime fasi della vita. Ma non tra i molto vecchi: dall'età di 85 anni, il numero di malattie diminuisce - gli estremamente anziani poi ovviamente invecchiano più lentamente rispetto ai vecchi normali. Di solito sono risparmiati dalle malattie legate all'età.

Alcuni addirittura ridicolizzano gli insegnamenti per una vita sana che porta alla vecchiaia: Jeanne Calment è morta a 122 anni e aveva fumato il doppio rispetto a quando vivono molte persone sane. Inoltre, ha bevuto vino da porto in quantità.

I ricercatori dell'Università di Boston hanno confrontato il materiale genetico dell'antico con il "normale" e hanno scoperto 150 differenze nel genoma. Queste mutazioni appartenevano anche a 19 firme genetiche che molte di queste persone estremamente anziane avevano in comune. Alcune di queste firme sono note per causare malattie legate all'età.

Gli oltre 100 anni escono dalla disposizione genetica generale. Nelle "persone normali", la base genetica svolge solo un ruolo di circa il 20%. Lo stile di vita è molto più importante: coloro che non fumano, mangiano in modo sano, non mangiano troppo e consumano poco alcol, e fanno anche esercizio fisico regolarmente ma non estremamente, preparando la strada per diventare più di 80 - ma non più di 100.

Le persone di età superiore ai 100 anni non solo invecchiano molto, ma raramente si ammalano. Hanno geni correlati alla malattia e anche i primi mortali. Tuttavia, presumibilmente le disposizioni genetiche per una lunga vita prevalgono sui geni che promuovono la malattia. Ad esempio, un centenario portava il "gene del cancro al seno" BRCA-1. È molto probabile che le persone colpite sviluppino il cancro al seno dall'età di 40 anni, ma non lo faranno.

Vivere in salute?

Vi è un numero particolarmente elevato di antichi popoli sull'isola greca di Ikaria, in Sardegna e nella giapponese Okinawa.

Rembrandt Scholz dell'Istituto Max Planck di Rostock afferma: "Vi è un numero notevolmente elevato di persone molto anziane in alcune zone della Cina, in Giappone o nella valle di Hunza in Pakistan, e anche uomini estremamente anziani vivono in Sardegna".

Le persone in queste regioni hanno alcune cose in comune:

  • Il tasso di insufficienza cardiovascolare è molto basso.
  • Anche le persone molto anziane lavorano e vivono nelle proprie case, un terzo vive in famiglia e solo un terzo su 100 ha bisogno di cure.
  • Gli antichi non sono solo anziani, ma per lo più ancora sani e indipendenti nella loro ultima fase della vita.
  • Gli antichi vivono principalmente nelle comunità dei villaggi. Non hanno né le possibilità della moderna medicina dell'apparato, né consultano spesso un medico.

Le persone molto anziane nelle società tradizionali sono simili nell'esercizio, nell'ambiente sociale e nella dieta. Ad esempio, sono spesso pastori e contadini nelle regioni montane. Queste persone lavorano fisicamente all'aperto ogni giorno - fin dall'infanzia.

Le opzioni per scegliere il percorso della vita sono limitate. Quando si tratta di malattie, si basano su rimedi casalinghi e metodi orali che chiamiamo naturopatia. Il loro cibo è costituito da colture e poca carne; Quasi non consumano cibo prodotto industrialmente, ma pomodori, patate e piselli della propria fattoria.

Le valli del Caucaso, le montagne della Sardegna e i villaggi di Itaca sono simili: hanno un microclima mite, una cucina regionale con poca carne, molta frutta e verdura e uno stile di vita senza lo stress delle città moderne.

In Sardegna, ad esempio, il cibo è costituito dalla cucina mediterranea consigliata dai nutrizionisti: pane integrale, formaggio di pecora e capra, olive, zucchine, cipolle e legumi, origano e rosmarino, occasionalmente pesce e raramente agnello, capra o maiale.

Nel Caucaso, gli stufati di verdure sono la norma, mele, melograni, olive, aglio ed erbe fresche, insieme a burro fuso, yogurt, formaggio di pecora e latticello. Tuttavia, i Talyschen leggendari per la loro vecchiaia in Azerbaigian hanno una dieta ipercalorica. Il menu comprende principalmente montone grasso, pane e soprattutto latticini.

Il figlio molto vecchio del molto più vecchio Talyschin Mizayeva spiega la lunga vita con la sicurezza sociale: “Gli anziani godono di rispetto nella nostra cultura. Vivono nel mezzo della famiglia allargata, sono amati, curati e felici. "

La psiche svolge un ruolo importante nel fatto che siamo sani - nel corpo e nell'anima. È indiscusso. L'aspettativa di vita delle persone che soffrono di relazioni disfunzionali soffre: sviluppano sintomi psicosomatici, inclusi disturbi come borderline o depressione, che a loro volta li spingono all'autodistruzione. Vari anziani morirono anche poco dopo la morte del coniuge.

Quindi le età nelle società tradizionali durano così a lungo perché sono socialmente integrate, trovano significato nella vita e hanno un compito?

Questa idea corrisponde ai desideri dei nevrotici postmoderni che mancano di questo calore sociale - ma gli studi empirici sono ancora in sospeso.

L'unica cosa logica è che il Matusalemme, la cui età ha un valore, manca di un motivo per porre fine alla propria vita attiva o passiva; che non muoiono perché i loro parenti li trascurano e rimangono mentalmente sani perché non soffrono dello stigma del superfluo.

In ogni caso, gli anziani di Okinawa, Sardegna, Pakistan e Azerbaigian hanno tutti molti contatti sociali. Tuttavia, non è stato dimostrato se si tratti di un fattore decisivo rispetto ai minori di 100 anni che vivono isolati in una casa di riposo. Ciò richiederebbe studi fattibili confrontando l'estensione e la qualità dei contatti sociali tra questi antichi e vecchi nei paesi industrializzati.

La ricerca scientifica sul "Complesso Methuselah" è quindi solo agli inizi. Promette non solo la conoscenza dell'antico, ma anche dei fattori che influenzano le malattie "normali" che alla fine portano a una morte precedente. Forse aiuterà anche noi gente comune a vivere più a lungo. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Boston University School of Public Health: Long Life Family Study (accesso 13 ottobre 2019), bu.edu
  • Lewina O. Lee, Peter James, Emily S. Zevon, Eric S. Kim, Claudia Trudel-Fitzgerald et al.: L'ottimismo è associato all'eccezionale longevità in 2 coorti epidemiologiche di uomini e donne, in: Proceedings der National Academy of Sciences ( pubblicato il 26/08/2019), pnas.org
  • Angela Wiedemann, Christian Wegner-Siegmundt, Marc Luy: cause e tendenze della differenza di genere nell'aspettativa di vita in Germania; in: Journal of General Medicine, Volume 91, Issu 12, 2015, online-zfa.de
  • K. F. Bloch: Perché gli antichi sono così vecchi? in: Acta Biotheoretica, Volume 28, Numero 2, pagine 135-144, giugno 1979, springer.com
  • Holger Höhn: longevità e invecchiamento: geni o ambiente? in: Rivista per l'intera scienza assicurativa, Volume 91, Numero 3, pagine 237-258, settembre 2002, springer.com
  • Thomas Schmidt, Friedrich W. Schwartz, Ulla Walter: Potenziali fisiologici di longevità e salute nel contesto biologico e culturale evolutivo - requisiti di base per una vita produttiva; in: Vita produttiva nella vecchiaia, Campus Verlag, 1996, researchgate.net


Video: Il segreto per vivere in salute fino a 100 anni. Filippo Ongaro (Agosto 2022).