Soggetti

Rimedi naturali crescenti dalla naturopatia da soli

Rimedi naturali crescenti dalla naturopatia da soli



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Coltiva i rimedi naturali in modo facile ed economico
Che si tratti di menta piperita, melissa o valeriana, i rimedi naturali offrono un'alternativa semplice ed economica ai farmaci convenzionali e stanno diventando sempre più popolari. Mentre i prodotti esotici come lo zenzero e la cannella devono essere importati da lontano, molti altri rimedi naturali possono essere facilmente coltivati ​​nel giardino di casa.

Unguenti, tinture o tè

La naturopatia e la medicina olistica offrono spesso un'opzione di trattamento alternativa ed economica per le malattie innocue e molte utili opzioni di prevenzione. Oltre alle misure fisiche e manuali come lo yoga, il chi gong o l'osteopatia, includono tradizionalmente piante medicinali che vengono utilizzate, ad esempio, come unguenti, tinture o tè fatti in casa o sotto forma di un medicinale finito.

Effetti medicinali delle piante africane nel cancro

Da un lato, questo include piante esotiche come l'artiglio del diavolo o lo zenzero, per cui le piante medicinali africane, in particolare, sono spesso ritenute altamente efficaci. Ad esempio, alcuni scienziati dell'Università Johannes Gutenberg di Magonza (JGU) hanno scoperto in esperimenti di laboratorio che quattro benzofenoni testati da piante camerunesi hanno impedito la diffusione delle linee cellulari tumorali testate, inclusi fenotipi sensibili e resistenti. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista specializzata "Fitomedicina".

Erbe locali perfettamente abbinate

Nonostante l'attrattiva dell'esotico, gli esperti sottolineano sempre esplicitamente le erbe medicinali che crescono qui - perché il vernacolo dice: "Una persona guarisce meglio da ciò che proviene dalla stessa terra di lui". L'esempio dell'erba di San Giovanni mostra che le piante funzionano meglio nel loro ambiente naturale - poiché la pianta della famiglia Hypericacea aumenta la sensibilità alla luce UV, in modo che siano sufficienti anche minori quantità di luce solare, il cosiddetto "ormone della felicità" seretonin produrre. Mentre il potere dell'erba di San Giovanni sembra ragionevole per molte persone in questo paese, l'effetto nei paesi africani, per esempio, svanirebbe semplicemente in relazione a molte intense ore di sole.

Oltre al fatto che le piante medicinali sono apparentemente particolarmente efficaci nel loro habitat naturale, le piante autoctone hanno un altro vantaggio decisivo rispetto alle varianti esotiche: possono essere facilmente coltivate nel tuo giardino e quindi fornire una cassa di medicina alternativa a portata di mano.

Panoramica dei rimedi naturali

Valeriana (Valeriana officinalis)
La valeriana è particolarmente impressionante per il suo aroma intenso - che presumibilmente piace ai gatti, ma è piuttosto spiacevole per l'uomo. La "vera" valeriana è sempre stata conosciuta come una pianta medicinale ed è stata usata come panacea nell'antica Grecia. Alla fine del 18 ° secolo, i medici hanno riconosciuto gli effetti calmanti e che promuovono il sonno della valeriana - in studi successivi, la valeriana ha mostrato effetti simili al noto "oxazepam" addormentato e sedativo, sebbene la pianta medicinale abbia meno effetti collaterali.

Se vuoi piantare la valeriana nel tuo giardino, dovresti offrirgli il sole o l'ombra leggera, anche il terreno dovrebbe essere sciolto e profondo, ma di solito non è un problema nemmeno un humus o una superficie sabbiosa. La semina avviene a marzo (sotto vetro o foglio) o Fine estate proprio dove si presume che i semi vengano raccolti.

Aglio selvatico (Allium ursinum)
Il giglio di aglio selvatico è legato all'erba cipollina, all'aglio e alla cipolla e come verdura selvatica non è in realtà una delle erbe (classiche), sebbene sia usato principalmente come tale in cucina. L'aglio dell'orso era già noto agli antichi germanici e ai Celti come un prodotto medicinale - gli effetti curativi venivano attribuiti in particolare agli oli essenziali prevalentemente simili allo zolfo nelle foglie della pianta. Da un lato, questi hanno un effetto positivo sulla digestione, sul tratto respiratorio, sul fegato, sulla bile, sull'intestino e sullo stomaco, e spesso c'è anche un effetto curativo nell'aterosclerosi, ipertensione e malattie intestinali. Inoltre, si dice che l'aglio selvatico abbia un effetto complessivo positivo sul metabolismo e sui livelli di colesterolo.

Piantare aglio selvatico non rappresenta una grande sfida per il giardiniere: la semina avviene a marzo ed è consigliabile concimarlo con terriccio su terreni sabbiosi e asciutti. Le foglie vengono quindi raccolte appena prima della fioritura a maggio e giugno.

Comfrey (Symphytum officinale)
Comfrey, o "che fa bene alle ossa", è noto come pianta medicinale da oltre 2000 anni, anche allora la pianta era considerata utile per ossa rotte, lussazioni e problemi articolari. Inoltre, ci sono speciali mucillagini nelle radici, che possono essere applicate sulla pelle sotto forma di unguenti e impacchi, alleviare lievi infiammazioni e dolori e sostenere la guarigione delle ferite.

Per la coltivazione in giardino, i pezzi di radice senza germogli sono bloccati da 5 a 8 centimetri di profondità nel terreno a una distanza di un metro, per cui il consolidaio piace essere un po 'ombroso e umido. Il momento migliore per piantare è da aprile a maggio.

Ortica (Urtica dioica)
La radice dell'ortica facilita la minzione in caso di ingrossamento della prostata benigno e aiuta a combattere le lievi infezioni del tratto urinario, le foglie sopprimono anche le proteine ​​che promuovono l'infiammazione e degradano la cartilagine e possono quindi essere utili per l'artrite. Inoltre, l'ortica è generalmente considerata un buon fornitore di vitamina C.

Dal momento che esiste già in molti giardini, raramente ha bisogno di essere piantato separatamente - se lo fa, prospera in modo ottimale in terreni umidi e ricchi di azoto. Il tempo di raccolta delle radici a fine estate e delle foglie è il periodo che va dalla primavera all'autunno.

Verga d'oro / Verga gigante (Solidago virgaurea)
La verga d'oro è nota da circa 700 anni come pianta medicinale contro le infezioni del tratto urinario come problemi urinari, e si dice anche che abbia un effetto antinfiammatorio, leggermente antispasmodico e preventivo contro i calcoli della vescica.

La verga d'oro è anche una pianta abbastanza semplice: prospera in abbondanza di luce e anche in ombra parziale, ma le piace in particolare terreno sciolto e leggero con sufficiente calce.

Sambuco (Sambucus nigra)
Il sambuco nero è stato a lungo noto come pianta medicinale e Ippocrate, un medico nell'antica Grecia, raccomandò l'arbusto come agente di guida dell'acqua, quindi il sambuco e le bacche sono ancora considerati un rimedio tradizionale per febbre, naso che cola e tosse.

Nonostante le sue numerose qualità, il sambuco è poco impegnativo quando cresce e in linea di principio prospera su qualsiasi terreno - ma preferibilmente su un sottosuolo umido e argilloso con un alto contenuto di humus e calce. I cespugli di sambuco occupano molto spazio e crescono sia al sole che in ombra parziale - il momento migliore per piantare è ottobre.

Camomilla (Matricaria chamomilla)
Già venerata dalle tribù germaniche come "pianta sacra", la camomilla è ancora considerata un rimedio universale in naturopatia: che si tratti di mal di stomaco o mal di gola, naso che cola, tosse o anche per problemi della pelle come l'acne: i possibili usi sono vari e l'efficacia è molto elevata in molti casi .

Per la coltivazione nel proprio giardino, si consiglia un terreno ricco di humus, leggermente argilloso e molta luce solare. La semina avviene da aprile a maggio, idealmente in file con una distanza di circa 30 centimetri: maggiore è la distanza tra le singole piante di camomilla, migliore è la possibilità di ramificarsi e sviluppare i loro fiori.

Menta piperita (Mentha piperita)
I principali ingredienti attivi della menta piperita si trovano nell'olio essenziale - olio di menta piperita - che ha un effetto anticonvulsivante ed espettorante e può quindi aiutare con movimenti intestinali irritabili, ad esempio. La menta piperita, ad esempio, può anche alleviare il mal di testa quando applicata esternamente.

I posti migliori per piantare piante di menta piperita sono luoghi umidi con penombra leggera, che si piantano in primavera o in autunno. Quando si coltiva la menta piperita, è importante evitare la cosiddetta "ruggine alla menta", un parassita pericoloso che si diffonde soprattutto nelle culture vicine.

Salvia (Salvia officinalis)
La salvia è nota da tempo come un'erba medicinale per raucedine, mal di gola e gengivite, e la salvia a dosi più elevate può aiutare a combattere la sudorazione eccessiva.

Poiché la pianta proviene da un ambiente soleggiato, caldo, piuttosto pietroso, il saggio prospera anche qui in luoghi con molta luce solare e terreno permeabile. La coltivazione della salvia funziona meglio quando le piante che sono già state allevate vengono acquistate dal giardiniere e poi messe nel loro letto a metà maggio.

Quando acquisti piante, presta attenzione alla qualità biologica Se vuoi coltivare la tua "medicina alternativa" nel tuo giardino, dovresti, secondo la raccomandazione dell'Agenzia federale tedesca per l'ambiente e la conservazione della natura (BUND), fare attenzione quando scegli le fonti di piante medicinali e arbusti medicinali. Perché "forme di gioco, erbe permanenti - piante perenni e piccoli arbusti anche per la cucina - così come arbusti domestici non tutti gli asili nido e gli asili nido perenni offrono, e certamente non un negozio di ferramenta", secondo le informazioni sul sito web di BUND. Inoltre, le piante dovrebbero essere acquistate in qualità organica, se possibile, nel senso dell'idea ecologica.

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dipl. Scienze sociali Nina Reese

Swell:

  • Johannes Gutenberg University Mainz (JGU): sostanze provenienti da piante medicinali africane possono fermare la crescita tumorale (pubblicato il 5 giugno 2013), uni-mainz.de
  • Kuete, V.; Tchakam, P. D.; Wiench, B.; Ngameni, B.; Wabo, H. K .; Tala, M. F.; Moungang, M. L.; Ngadjui, B.T .; Murayama, T.; Efferth, T.: citotossicità e modalità d'azione di quattro benzofenoni presenti in natura: 2,2 ', 5,6'-tetraidrossibenzofenoni, guttiferone E, isogarcinolo e isoxanthochymol; in: Fitomedicina, volume 20, numero 6, aprile 2013, sciencedirect.com
  • Roger Kalbermatten: essenza e firma delle piante medicinali Lettura estratto e firma delle piante medicinali, AT Verlag AZ Fachverlage AG; Edizione: 10 maggio 2019
  • Heinrich Marzell: storia e folklore delle piante medicinali tedesche, Reichl, Otto Der Leuchter, gennaio 1996
  • Eva Fauma: rimedi casalinghi dal vaso di erbe e dal giardino: basta coltivare piante medicinali da soli, Facultas / Maudrich; Edizione: 1 marzo 2018


Video: TINTURA MADRE DI AGLIO (Agosto 2022).