Notizia

Ricerca sul cancro: conversione dei segnali di crescita dalle cellule tumorali in segnali di autodistruzione

Ricerca sul cancro: conversione dei segnali di crescita dalle cellule tumorali in segnali di autodistruzione



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Morte o crescita controllabile delle cellule tumorali

I ricercatori del German Cancer Research Center hanno decodificato un segnale nelle cellule tumorali che ha innescato sia la morte immediata delle cellule sia la crescita dei tumori. Ciò che accade attraverso il segnale è principalmente determinato dal fatto che la cellula cancerosa sia sola o in un gruppo.

Il Centro di ricerca sul cancro tedesco ha recentemente presentato uno studio in corso sul recettore CD95. Ogni cellula cancerosa trasporta questa proteina del recettore come una piccola antenna sulla superficie della cellula. CD95 sembra svolgere un ruolo cruciale nella morte cellulare e nella crescita tumorale. Ciò potrebbe avere un impatto significativo sulle future terapie e ricerche sul cancro. I risultati sono stati recentemente presentati sulla famosa rivista "Cell Reports".

Dedicato a morte

Nei test di laboratorio su singole cellule tumorali, i ricercatori hanno riconosciuto che l'attivazione del recettore CD95 porta alla morte immediata della cellula. Sperando di trovare una panacea in grado di distruggere le cellule tumorali nel corpo, hanno dato ai topi con tumori cerebrali il partner di legame CD95 appropriato (CD95L), che attiva il recettore.

Le persone dedicate vivono più a lungo

Il team è stato sorpreso di scoprire che i tumori non sono morti, ma è successo il contrario: la crescita è accelerata. Ciò che spinge le singole cellule a morte certa sembra stimolare la crescita di un gruppo di cellule tumorali. "Durante l'esame di vari tessuti cancerosi, abbiamo scoperto che l'attivazione di CD95 in condizioni naturali di solito favorisce la crescita tumorale", spiega la direttrice della ricerca Ana Martin-Villalba.

Una contraddizione?

Al fine di chiarire l'apparente contraddizione tra i test di laboratorio e gli esperimenti sui topi, il team ha esaminato l'attivazione del CD95 sulle cosiddette "sfere tumorali", che sono piccoli tumori in miniatura cresciuti in laboratorio. Anche qui l'attivazione dei recettori ha stimolato la crescita del tumore.

Le cellule tumorali sono solo forti insieme

"L'effetto dell'attivazione del CD95 - morte o crescita cellulare - apparentemente dipende principalmente dal fatto che si tratti di cellule tumorali isolate mentre crescono nel piatto di coltura o di cellule in una rete tridimensionale", riporta Gülce Gülcüler del team di studio. Sebbene le singole cellule siano dedicate alla morte per attivazione, le cellule sono integrate nelle strutture dei tessuti in un ambiente naturale. In tali strutture, l'attivazione è uno stimolo di crescita.

Nuove strategie contro il cancro

"Il risultato ci consente di sviluppare nuove strategie per convertire i segnali che promuovono la crescita del recettore CD95 in segnali di morte per le cellule tumorali", sottolinea Martin-Villalba. In questo modo, il tumore può essere privato dell'opportunità di sviluppare resistenza alle terapie.

Primi successi

La scienziata Ana Martin-Villalba studia il CD95 da molti anni e lo vede come un ruolo chiave nella lotta contro il cancro. In un precedente studio clinico di fase II, aveva già dimostrato che il blocco del segnale CD95 oltre alla radioterapia può portare a una migliore sopravvivenza. "Con i nostri attuali risultati, siamo stati ora in grado di fornire una spiegazione per la prima volta perché il blocco CD95 in realtà rallenta la crescita del cancro", riassume il ricercatore. (Vb)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Redattore laureato (FH) Volker Blasek

Swell:

  • Ana Martin-Villalba, Gülce S. Gülcüler Balta, Cornelia Monzel, u.a .: l'architettura cellulare 3D modula l'attività della tirosina chinasi, cambiando così l'apoptosi mediata da CD95 alla sopravvivenza, Cell Reports, 2019, cell.com
  • Centro tedesco di ricerca sul cancro: morte cellulare o crescita del cancro: una questione di coesione! (Chiama: 20 novembre 2019), dkfz.de



Video: Immunoterapia Oncologica - Potenziare il Sistema Immunitario per combattere i tumori (Agosto 2022).