Malattie

Infiammazione della mascella: sintomi, diagnosi e terapia

Infiammazione della mascella: sintomi, diagnosi e terapia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Mal di denti o dolore alla bocca spesso provengono da una malattia dentale. A volte, tuttavia, non sono i denti stessi, ma l'apparato di trattenimento dei denti a causare dolore. Il mal di gola è una delle cause più comuni. Questa infiammazione potrebbe essere stata preceduta da una malattia dei denti, ma non è necessariamente così. Scopri di più sulle possibili cause e sulle misure di trattamento adeguate qui.

La mascella

Come parte essenziale del sistema di ritenzione dei denti, il mascella (Gnathos) essenziale per l'assunzione giornaliera di cibo. I denti sono fissati al suo interno, per ancorarli speciali tasche dentate affondate nella mascella (i cosiddetti alveoli) esiste. Questi alveoli sono presenti nella mascella superiore e inferiore in numero uguale. I due elementi della mascella insieme formano il Cavità orale (Cavum oris proprium) e quindi rendere possibile qualsiasi funzione di mangiare, deglutire e parlare in primo luogo. Nonostante queste somiglianze, la funzione individuale delle due metà della mascella non è completamente identica.

Ad esempio, solo il mascella superiore (Mascella) il Seno mascellare (Seno mascellare). Da un lato, gli alveoli dei molari mascellari sono predisposti. D'altra parte, scorre anche nel seno mascellare Nervo mascellare (Nervo maxilliaris), che viene utilizzato per l'alimentazione sensibile dei denti mascellari. Inoltre, il seno mascellare è al di sopra del seno Apertura naso-mascella (Apertura nasomaxillaris) in connessione diretta con il passaggio nasale. Una peculiarità anatomica che svolge un ruolo speciale per quanto riguarda le infezioni della mascella. In generale, la mascella superiore funge da sezione di diverse ossa a volta sul viso, attraverso le quali una tale infiammazione può insinuarsi, poiché non fa solo parte della cavità orale, ma anche che Orbita (Orbita) e il Narice (Cavum nasi). In entrambi i casi, i rigonfiamenti forniscono punti di ingresso teorici per i germi di infezione, che quindi mettono in moto il processo infiammatorio.

Al Mascella inferiore (Mandibola) è un po 'diverso. Secondo il nome, è la parte inferiore della mascella e, contrariamente alla mascella superiore saldamente ancorata al cranio, può muoversi liberamente. Lo modella mento (mentum), il mascella (Bucca) e avvia l'impulso di movimento della mascella durante i movimenti masticatori e orali. A tale scopo, la mandibola a ferro di cavallo si trova nella parte posteriore sopra il Articolazione temporo-mandibolare (Articolazione temporomandibolare) appeso sul lato del cranio. L'articolazione è circondata da una serie di muscoli che consentono il movimento della mascella. Inoltre, ci sono altre sezioni muscolari della mascella inferiore, che sono importanti per le espressioni facciali e i movimenti delle labbra. In totale, i muscoli della mascella includono:

  • Muscoli masticatori - Come mostra già il nome, questa sezione muscolare è responsabile del movimento masticatorio e quindi del movimento della mascella inferiore verso la mascella superiore. I muscoli associati corrono all'esterno della mascella e comprendono
    • Muscolo da masticare (Muscolo massetere),
    • Muscolo del tempio (Muscolo temporale),
    • Muscolo interno dell'ala (Muscolo mediale del pterigoideo),
    • Muscolo dell'ala esterno (Muscolo petrygoideus laterale).
  • Muscolo della mascella (Muscolo mieloide) - All'interno della mascella inferiore si estende il muscolo della mascella, che consente l'abbassamento o l'apertura della mascella e il sollevamento della lingua.
  • Angolo dell'estrattore della bocca (Depressor anguli oris muscle / triangularis muscle) - Questo muscolo ha origine dalla mascella inferiore nell'area dell'angolo della bocca e tira l'angolo della bocca verso il basso fedele al nome.
  • Estrattore per labbro inferiore (Depressore labii inferioris muscle) - Questo muscolo viene utilizzato per abbassare il labbro inferiore, che sporge dalla mascella inferiore sul lato del mento.
  • Muscolo del mento (Muscolo mentale) - Posizionato direttamente davanti al mento, questo muscolo consente al mento di raggrinzirsi e spingere il labbro inferiore verso l'alto.
  • Muscolo della guancia (Muscolo buccinatore) - Questo muscolo originario della zona della guancia ha una funzione particolarmente versatile. Da un lato, consente alla mascella di trasportare il chimo dal lato della cavità orale al centro della cavità orale durante la masticazione. D'altra parte, il muscolo della guancia ha anche compiti nell'area delle espressioni facciali, poiché è coinvolto in attività come ridere, fischiare o soffiare.

Al fine di fornire sensibilmente tutte queste attività muscolari, così come i denti della mascella inferiore, sono ovviamente necessarie una serie di fili nervosi. L'ingresso nella struttura della mascella inferiore è in parte tramite Foro della mascella inferiore (Forame mandibolare), che scorre all'interno della mascella inferiore e conduce i vasi sanguigni fornendo le mascelle oltre ai muscoli. I nervi che corrono lungo la mascella inferiore possono anche essere coinvolti in processi infiammatori. Le strutture nervose più importanti sono qui

  • Nervo mandibolare del dente (Nervo alveolare inferiore),
  • Nervo mandibolare (Nervo mandibolare),
  • Nervo alla guancia (Nervo buccale),
  • Nervo Alare (Nervo pterigoideo),
  • Masticare il nervo muscolare (Nervo masseteric),
  • Nervo temporale dell'orecchio (Nervo Auriculotemporalis),
  • Nervo mascellare (Nervo milooide),
  • Nervo della lingua (Nervo linguale),
  • Nervo facciale (Nervo facciale),
  • Nervo tripletto (Nervo trigemino).

Se uno di questi nervi è infiammato, fai attenzione ai sintomi del dolore a volte molto forti. A causa della complessa rete dei filamenti nervosi, il dolore a volte si irradia lontano, il che può anche rendere difficile individuare il focus dell'infiammazione.

Infiammazione della mascella

Un'infiammazione della mascella di solito si presenta come conseguenza di un'infezione esistente. La causa di ciò è spesso una pre-infezione dei denti o delle gengive da parte di agenti patogeni, cioè

  • I batteri,
  • virus,
  • parassiti,
  • o funghi.

Se l'infiammazione delle gengive o delle gengive non viene trattata, i patogeni si espandono rapidamente dalla fonte originale dell'infiammazione nella bocca fino in profondità nell'osso mascellare. Inoltre, altre fonti di infezione molto lontane dall'apparato di trattenimento dei denti sono anche concepibili come la causa dell'infiammazione. A seconda della parte della mascella interessata, esistono tre tipi principali di infezione della mascella, vale a dire

  • OstitisInfiammazione dei canali vascolari nell'area della mascella,
  • periostiteInfiammazione della pelle dell'osso mascellare
  • e osteomieliteInfiammazione del midollo osseo.

Malattia dentale e gengivale come causa principale

Malattie dentali troppo comuni come la causa dell'infezione della mascella Carie. La malattia, nota anche come carie, inizialmente danneggia lo smalto, ma senza un adeguato contro-trattamento, passa molto rapidamente dalla parte visibile del dente alla radice del dente sottostante nelle gengive. Una volta lì, la carie provoca un'infiammazione batterica strisciante della radice del dente, che è accompagnata da formazione di pus e forte dolore.

Se l'infiammazione non viene trattata, possono verificarsi anche processi degenerativi come la perdita di gomma, che aumenta il rischio di allentamento dei denti. In questo caso, anche la medicina parla Malattia parodontale. Inoltre, non è più possibile escludere un'espansione del focus dell'infiammazione alle gengive e alle mascelle in questo stadio avanzato della malattia. I batteri della carie vengono portati via, che possono manifestarsi in una varietà di infiammazioni secondarie. In questo contesto, le seguenti malattie dei denti e delle gengive in particolare portano successivamente a un'infiammazione della mascella:

  • Infiammazione dei denti (parodontite),
  • Infiammazione del dente (pulpite)
  • e Infiammazione delle gengive (Gengivite).

Nella maggior parte dei casi, tale infiammazione si basa su una scarsa igiene orale. Se non ti lavi i denti regolarmente, non stai solo gettando le basi per la carie, ma sei anche negligente nell'aumentare il rischio di infezione della mascella. Un rischio speciale per la mascella nelle malattie dentali è anche causato dai cosiddetti infezioni odontogene. Si sviluppano nel corso della parodontite sul dente o sul portaspazzolino e possono causare un ascesso infiammatorio della mascella.

I patogeni tipici che portano a tale infezione sono generalmente gli stessi che contribuiscono anche a una malattia convenzionale dei denti o delle gengive. Che include

  • Streptococchi (particolarmente Streptococcus mutans),
  • Stafilococchi (particolarmente Staphylococcus aureus),
  • Campylobacter (particolarmente Campylobacter rectus),
  • borrelia,
  • Eikenella corrodens,
  • Porphyromonas gingivalis
  • e Prevotella intermedia.

Attenzione: Esiste un rischio particolare di infezione della mascella se un dente del giudizio è pre-infetto. Poiché i denti del giudizio si estendono particolarmente in profondità nella mascella, un'espansione del fuoco dell'infiammazione è molto comune qui. Il dente del giudizio infiammato è spesso fuori luogo qui (ad es. inclinare), a causa della quale il dente non può sfondare completamente. Per questo motivo, i denti del giudizio che causano problemi a lungo termine devono sempre essere esaminati da un dentista.

Infiammazione della mascella a causa di malattie ORL

A causa della connessione diretta della mascella superiore con la cavità nasale, i patogeni di una malattia ENT entrano anche nelle strutture della mascella, dove quindi innescano una successiva infiammazione. Ad esempio, è concepibile un'infiammazione della mascella attraverso la sinusite (Sinusite). E anche i patogeni del raffreddore e dell'influenza possono, se non completamente curati, emigrare alla mascella e causare infezioni infiammatorie lì.

Infiammazione da lesioni alla mascella

L'infiammazione della mascella causata dalla violenza è spesso sottovalutata. Gli effetti violenti meccanici, come quelli che si verificano durante un'operazione a mascella, dovrebbero essere citati soprattutto. Le ferite aperte sulle gengive sono di solito molto grandi e offrono ai germi un accesso ottimale alle strutture della mascella se la sterilità non viene mantenuta. Anche il rischio di infezione della ferita nell'area della mascella è molto elevato quando si tirano i denti del giudizio. Qui l'infiammazione può raggiungere livelli estremamente profondi, poiché la procedura chirurgica porta a una cavità aperta negli alveoli.

In caso contrario, lesioni infiammatorie alla mascella possono derivare da controversie fisiche o incidenti. Ad esempio, è concepibile una mascella rotta a causa di colpi o di un impatto violento. L'infiammazione dei vasi mascellari, come è tipico per l'ostite, è molto facile da sviluppare in questo modo.

Altre cause

Il rischio di infiammazione della mascella in caso di ferite è ulteriormente aumentato dall'influenza di sostanze nocive come nicotina o droghe chimiche. Le sostanze irritanti possono di per sé causare varie infiammazioni in bocca. Se viene aggiunta una ferita, il rischio di infiammazione è tanto maggiore.

Sono anche menzionati i disturbi circolatori, che possono essere innescati non solo da intossicanti e stimolanti, ma anche da malattie cardiache e vascolari esistenti. Se la mascella non è adeguatamente alimentata con sangue, il tessuto mascellare tende a reagire alla mancanza di nutrienti con infiammazione, se non con la necrosi della mascella.

Sintomi

Oltre al forte dolore causato dai nervi della mascella irritati causati dall'infiammazione, si verificano anche altri sintomi associati alla formazione di pus o problemi di masticazione con un'infiammazione della mascella. Se l'infiammazione non viene trattata in fila, c'è anche il rischio di indebolire la funzione degli alveoli e quindi la perdita dei denti. Nel peggiore dei casi, c'è persino la necrosi della mascella. Le infezioni alla mascella possono essere acute o insidiose.

Soprattutto nel caso di un decorso graduale, i sintomi inizialmente assomigliano a influenza o raffreddore e spesso nascondono l'effettivo valore della malattia in questa fase. Le persone colpite lamentano affaticamento, naso che cola e febbre. E anche se in questa fase inizia un leggero dolore nell'area della mascella, è spesso associato a un problema ai seni.

I sintomi diventano solo più specifici e indicano la vera causa dei sintomi con il progredire del processo patologico o nel corso acuto di un'infiammazione della mascella. Quindi compaiono i seguenti sintomi:

  • Dolore: Il dolore precedentemente lieve si intensifica e diventa pungente o pulsante. Spesso si verificano direttamente sulla scena. Ma possono anche manifestarsi come dolore alle orecchie, mal di denti o dolore in altre aree del viso. Nel caso di un decorso cronico, non è raro che la situazione del dolore si manifesti solo in fasi e si calmi ancora e ancora. Questa pace è difficile, tuttavia, perché i patogeni possono diffondersi anche in assenza di dolore alla mascella e causare ulteriori focolai di infiammazione.
  • Rigonfiamento: Se l'infezione della mascella è causata da denti cariati, potrebbero verificarsi lievi gonfiori nell'area della mucosa orale, ad esempio sulle tasche dei denti. Le aree di ascesso più grandi possono anche formarsi nella cavità orale. Le infezioni avanzate della mascella sono spesso accompagnate da un forte gonfiore delle guance, che può quindi essere rosso e molto sensibile alla pressione.
  • Irritazione delle vie nervose circostanti: Numerosi tratti nervosi corrono lungo le mascelle, che possono anche essere influenzati dall'infiammazione. Le vie nervose irritate in questo modo sono quindi espresse in mal di denti e sensazioni. In casi particolarmente gravi, può persino portare a paralisi e sintomi di fallimento nell'area dell'intera capacità motoria e sensibilità del viso.
  • Sintomi dopo chirurgia dentale: Le infezioni alla mascella possono spesso verificarsi dopo (importanti) interventi di chirurgia dentale. In questi casi, oltre ai sintomi sopra menzionati, si presentano anche
    • Allentamento dell'apparato di ritenzione dei denti,
    • Mal di denti oltre ciò che ci si aspetta,
    • Febbre,
    • Disturbi della guarigione delle ferite
    • e formazione di pus.

Diagnosi

Un'infiammazione della mascella di solito non può essere dimostrata dalla pura diagnosi dell'occhio e dall'anamnesi. Anche negli esami del sangue di laboratorio, solo con un aumento dei valori di infiammazione (CRP, emocromo, tasso di sedimentazione del sangue) c'è un primo obiettivo che l'infiammazione si sta verificando nel corpo, ma senza alcuna indicazione di dove si verifica. Questo è il motivo per cui la diagnostica per immagini è assolutamente necessaria, soprattutto per essere in grado di valutare l'estensione dell'infiammazione e, se necessario, l'infestazione di altre strutture. I seguenti metodi di imaging sono quindi utilizzati per supportare la diagnosi sospetta:

  • Roentgen,
  • Tomografia computerizzata
  • e risonanza magnetica.

Se l'infiammazione della mascella si manifesta con ascessi imperfetti nella cavità orale, può essere prelevata una macchia. Utilizzando tecniche di esame microbico, quest'ultimo può identificare i patogeni causali al fine di poter iniziare un trattamento antibiotico adattato.

Poiché i tumori possono anche causare un'infiammazione della mascella in casi molto rari, questo di solito è seguito da ulteriori diagnosi. L'obiettivo è individuare il tumore primario e le eventuali metastasi. Nella scintigrafia scheletrica, alla persona interessata viene somministrato un mezzo di contrasto attraverso la vena, che è arricchito nelle aree ossee con un alto tasso metabolico. Queste aree forniscono informazioni sul cancro e possono essere rese visibili utilizzando la speciale tecnologia della fotocamera. A seguito di questa diagnosi, viene spesso eseguita anche una biopsia per chiarire l'origine delle cellule degenerate e per essere in grado di adattare un regime terapeutico efficace.

Terapia

Le infezioni acute e croniche della mascella devono essere trattate con farmaci dopo la diagnosi e il corso della guarigione deve essere attentamente monitorato, altrimenti si possono prevedere complicazioni potenzialmente letali. Secondo la loro natura, le infiammazioni non trattate si diffondono principalmente lungo le strutture anatomiche. La mascella stessa è in una posizione anatomica molto vicina al cervello, ai nervi cranici e alla circolazione sanguigna. Pertanto, le infezioni della mascella possono diffondersi ai nervi cranici o persino nel cranio cerebrale e portare a insufficienze del nervo cranico o meningite. È anche possibile che i patogeni entrino nel sistema dei vasi sanguigni, il che può causare infiammazione del muscolo cardiaco (Miocardite) o avvelenamento del sangue generalizzato (sepsi) causa.

Terapia medica

Il trattamento farmacologico per l'infezione della mascella ha due obiettivi principali. Da un lato, il dolore del paziente deve essere alleviato, che a volte può essere estremamente doloroso durante i processi infiammatori nella mascella. D'altra parte, è ovviamente importante arrestare i patogeni infiammatori causali e contrastarli con idonei ingredienti attivi.

Gli antidolorifici vengono solitamente utilizzati qui per alleviare il dolore, che può essere somministrato in compresse e agganciarsi ai rispettivi recettori del dolore attraverso il flusso sanguigno. Medicinali come l'ibuprofene, il diclofenac o il novalgin sono la prima scelta per le infezioni della mascella in questo senso. Il farmaco ha anche un effetto anti-infiammatorio, che è un ulteriore vantaggio per il trattamento.

Se l'infiammazione della mascella si è già fatta strada ed è evidente attraverso tasche aperte, gonfie e talvolta suppuranti della ferita, puoi anche lavorare con gel, spray e soluzioni per colluttorio ad azione locale. Questi farmaci contengono una riduzione del germe (antisettico) e un antidolorifico (anestetico) Componente attivo. La soluzione di risciacquo con clorexame, la soluzione di risciacquo con octenidolo, il gel di dynexan e lo spray con xilocaina sono farmaci tipici di questa categoria.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, l'effetto antisettico dei farmaci citati non è sufficiente a prevenire i patogeni (principalmente batteri) per combattere a sufficienza. Per questo motivo, i medici curanti di solito usano un trattamento antibiotico. Se si conosce l'attuale ceppo batterico, il trattamento può essere regolato di conseguenza e può essere utilizzato l'antibiotico più efficace. Il ceppo batterico è talvolta sconosciuto, motivo per cui qui viene spesso usato un comune antibiotico ad ampio spettro. Il trattamento può essere effettuato in forma di compresse o tramite soluzioni per infusione. Nel caso di ascessi nel seno mascellare, si consiglia di introdurre gli ingredienti attivi antibiotici direttamente nella cavità dell'ascesso tramite tamponi di cotone in modo che possano lavorare immediatamente sul sito.

Rimedi casalinghi

L'infiammazione della mascella viene generalmente trattata con terapia antibiotica. Per supportare questa misura terapeutica, la persona interessata può utilizzare comportamenti simili a quelli con influenza o raffreddore. Ciò include innanzitutto garantire che il corpo riceva periodi di riposo sufficienti con uno stress ridotto e una quantità sufficiente di liquido.

Inoltre, l'interessato può anche utilizzare un avvolgimento esterno di cagliata. Per fare questo, distribuire la ricotta su una superficie tessile e adagiarla sulla pelle del viso nell'area interessata della mascella per 10-15 minuti. La cagliata utilizzata non deve essere utilizzata direttamente dal frigorifero, ma deve essere riscaldata a temperatura ambiente. Anche in questa condizione, l'involucro della cagliata ha un effetto rinfrescante sul fuoco doloroso dell'infiammazione e può da solo portare sollievo. È molto più importante, tuttavia, che anche la ricotta abbia un effetto antinfiammatorio in questi intervalli di temperatura.

A volte le persone colpite non possono sopportare l'involucro della cagliata con un'infezione alla mascella, perché la pressione causata dal rivestimento della cagliata può intensificare il dolore. In questo caso, puoi provare se la terapia della luce rossa con una lampada a luce rossa porta sollievo. Per fare questo, sedersi davanti a una lampada a infrarossi ad una distanza di almeno 30 centimetri per 10-15 minuti. Tale sessione può essere ripetuta due o tre volte al giorno. La radiazione infrarossa ha un effetto antinfiammatorio locale.

Approccio naturopatico

Nel dolore acuto causato dall'infiammazione, i preparati con estratti di arnica possono alleviare il dolore. Questi possono essere usati per via orale come globuli o come tintura, oppure possono anche essere utilizzati esternamente come creme e unguenti contenenti creme e unguenti.

L'uso di erbe medicinali può variare in caso di infiammazione della mascella. L'inalazione di vapori di erbe e il consumo di tisane, il risciacquo con acqua di erbe o la masticazione di erbe antinfiammatorie o antidolorifiche hanno un effetto di supporto. Le piante medicinali classiche utilizzate a tale scopo lo sono

  • Marshmallow,
  • Finocchio,
  • Chiodo di garofano,
  • Erbe Johannis,
  • Camomilla,
  • Aglio,
  • menta piperita
  • e salvia.

Per inalazione, aggiungi semplicemente un po 'di camomilla, menta piperita o salvia in una pentola di acqua calda. La persona interessata può eseguire la terapia inalatoria tre o quattro volte al giorno per circa dieci minuti e quindi contenere la reazione infiammatoria, far defluire il pus e inumidire le mucose.

Si ritiene che sia i chiodi di garofano secchi che l'aglio fresco abbiano effetti anti-infiammatori. Un'attenta masticazione di chiodi di garofano secchi o pezzi di aglio fresco può essere utilizzata come sollievo se l'infiammazione è causata da denti cariati o altrimenti danneggiati.

Un'infusione di erbe di salvia, menta piperita, erba di San Giovanni o camomilla non può solo essere bevuta come un tè rilassante per alleviare il dolore. L'estrazione a freddo è ideale anche per il collutorio. Il prerequisito è, ovviamente, che il brodo a base di erbe non contenga zucchero, poiché si tratta di un terreno fertile aggiuntivo per i batteri e può aggravare le ferite infiammatorie esistenti.

Dal campo della terapia Schüßler, Schüßler Salt No. 7 (Magnesio fosforico) come "hot seven" da applicare per affrontare la situazione di dolore acuto. Salvo diversa prescrizione, da tre a cinque compresse vengono sciolte e bevute in un bicchiere di acqua calda da due a tre volte al giorno. Anche il sale Schüßler n. 7 dovrebbe avere un effetto antinfiammatorio. Lo stesso vale per preparazioni come Belladonna e Hepar sulfuris, che dovrebbero sostenere il corpo nella lotta contro l'infiammazione come uso quotidiano di globuli (da tre a cinque globuli circa).

Terapia chirurgica

Il trattamento chirurgico per le infezioni della mascella può essere considerato nelle seguenti condizioni:

  • la mandria di agenti patogeni non può più essere controllata con i farmaci,
  • l'infiammazione si è già diffusa nei tessuti circostanti,
  • l'infiammazione è progredita al punto in cui inizia la necrosi (Tramonto del tessuto) sull'osso mascellare

Per essere operativo, è necessario trovare la posizione dell'agente patogeno. Pertanto, prima del trattamento chirurgico sono necessarie una diagnostica per immagini significativa. A volte la causa dell'infiammazione può essere più lontana dalla posizione dell'infiammazione. Ad esempio, i denti cariati possono causare un'infiammazione massiccia della mascella. In tal caso, spesso solo l'estrazione chirurgica del dente interessato può fornire sollievo. Il rigetto di materiale estraneo dal corpo può verificarsi anche durante l'impianto dentale. Anche in questo caso spesso aiuta solo la rimozione chirurgica del materiale precedentemente impiantato.

Ulteriori misure chirurgiche riguardano la rimozione chirurgica di ascessi e cisti e la rimozione della necrosi della mascella e del tessuto tumorale. Se il focus del trattamento è la terapia curativa per carcinoma della mascella o metastasi ossee, vengono eseguite operazioni molto spettacolari, che sono accompagnate dalla rimozione della parte interessata della mascella e da una ricostruzione dell'osso mascellare. Le parti ossee del tuo stesso corpo, ad esempio una costola, sono spesso utilizzate per la ricostruzione, poiché l'esperienza ha dimostrato che le reazioni di rigetto sono meno comuni.

Malattie dell'infiammazione della mascella: carie, parodontite, gengivite, infiammazione delle radici, infiammazione dei seni paranasali, raffreddore, influenza. (Ma)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • M. R. Kanth et al.: Efficacia di specifici prodotti vegetali sui microrganismi che causano carie dentale, in: Journal of Clinical and Diagnostic Research, Volume 10, Issue 12, Dicembre 2016, PubMed
  • David F. Murchison: Mal di denti e infezioni, Manuale MSD, (consultato il 22 gennaio 2020), MSD
  • Thomas Weber: Memorix Zahnmedizin, Thieme Verlag, 5a edizione, 2017
  • Hans-Peter Müller: Periodontology, Thieme Verlag, 3a edizione, 2012
  • Jochen Jackowski, Hajo Peters, Frank Hölzle: chirurgia dentale, Springer Verlag, 1a edizione, 2017
  • Thomas Lenarz, Hans-Georg Boenninghaus: ENT, Springer-Verlag, 14a edizione 2012

Codici ICD per questa malattia: i codici K10.2ICD sono codifiche valide a livello internazionale per le diagnosi mediche. Puoi trovare ad es. nelle lettere del medico o sui certificati di invalidità.


Video: La nevralgia del trigemino (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Rousset

    C'è un sito su una domanda interessante.

  2. Donnchadh

    Ti rendi conto, nel dire ...

  3. Chait

    I would like to talk to you on this theme.

  4. Jimmie

    Non ho ancora sentito niente



Scrivi un messaggio