Notizia

Menopausa: la carenza di vitamina D può causare problemi alla schiena

Menopausa: la carenza di vitamina D può causare problemi alla schiena



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Le donne in postmenopausa in particolare dovrebbero evitare la carenza di vitamina D.

La carenza di vitamina D è molto comune nelle donne in postmenopausa e può essere un indicatore di grave degenerazione del disco intervertebrale e dolore lombare. La supplementazione di vitamina D può ridurre questo dolore.

L'attuale studio della North American Menopause Society (NAMS) ha scoperto che la carenza di vitamina D nelle donne in postmenopausa è associata a grave degenerazione del disco intervertebrale e dolore lombare. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista in lingua inglese "Menopausa".

Cos'è la degenerazione del disco lombare?

La degenerazione del disco lombare è un disturbo muscoloscheletrico che spesso causa mal di schiena. La degenerazione del disco intervertebrale lombare e il conseguente dolore nella parte bassa della schiena diventano più preoccupanti con l'aumentare dell'età e influenzano in modo sproporzionato le donne rispetto agli uomini, probabilmente a causa del calo del livello di estrogeni durante la menopausa, i ricercatori riportano in un comunicato stampa.

Altri fattori di rischio per il mal di schiena

Studi precedenti hanno dimostrato gli effetti degli estrogeni sulla degenerazione del disco, il che spiega in parte perché la degenerazione è più grave nelle donne in postmenopausa rispetto agli uomini della stessa età. Il nuovo studio ha scoperto che la carenza di vitamina D, il fumo, l'alto indice di massa corporea (BMI) e l'osteoporosi sono fattori di rischio per il mal di schiena grave. Oltre a ridurre i livelli di estrogeni, la carenza di vitamina D si verifica spesso durante la postmenopausa.

Ecco perché la vitamina D è così importante per il corpo

La vitamina D è vitale per mantenere i livelli di calcio e fosforo e aiuta a prevenire malattie ossee come rachitismo e osteoporosi. Una carenza di vitamina D è spesso accompagnata da dolore nella parte bassa della schiena. Il completamento può alleviare questo dolore e migliorare la forza muscoloscheletrica.

Quando c'è una grave carenza di vitamina D?

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno concluso che la carenza di vitamina D è molto comune nelle donne in postmenopausa e che una concentrazione sierica di vitamina D inferiore a 10 ng / mL, che indica una carenza grave, è un indicatore di si devono considerare gravi degenerazioni del disco intervertebrale e dolore lombare. Sono stati inoltre identificati ulteriori fattori di rischio come fumo, elevato indice di massa corporea e osteoporosi per il mal di schiena.

Gli stati di carenza di vitamina D dovrebbero essere evitati a tutti i costi

Livelli molto bassi di vitamina D sono associati a una maggiore probabilità di lombalgia da moderata a grave e una maggiore degenerazione delle vertebre lombari, probabilmente a causa degli effetti positivi della vitamina D sulla sensibilità ai nervi e ai dolori muscolari, forza muscolare e massa così come l'infiammazione. Sebbene non tutte le donne necessitino di un'integrazione di vitamina D, i risultati parlano ancora dell'importanza di evitare gravi carenze di vitamina D. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Carenza di vitamina D postmenopausa associata a degenerazione del disco e dolore lombare, The North American Menopause Society (pubblicato il 12 febbraio 2020), NAMS



Video: I segreti della VITAMINA D nascosti dalla classe medica (Agosto 2022).