Notizia

Dermatologo: chiaramente non è consigliabile avere tatuaggi

Dermatologo: chiaramente non è consigliabile avere tatuaggi


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Quanto sono pericolosi i tatuaggi?

I tatuaggi sono più popolari che mai. Circa una quinta persona in Germania ha avuto un monumento permanente messo sulla sua pelle. Mentre i tatuaggi avevano un carattere piuttosto poco rispettabile, da tempo hanno raggiunto il centro della società. Ma che dire dei potenziali rischi per la salute? Il dermatologo Christoph Liebich dell'associazione professionale di dermatologi tedeschi sconsiglia il tatuaggio da un punto di vista medico.

Hanno calciatori, anche musicisti, anche una ex first lady ne ha avuto uno: i tatuaggi hanno da tempo cessato di essere un fenomeno di nicchia. Ma per i dermatologi, questo è motivo di preoccupazione.

Liebich: "Per me è un danno fisico!"

Abbellimento innocuo o rischio per la salute sottovalutato? Il dermatologo Christoph Liebich di Monaco ha una chiara opinione sui tatuaggi: "Per me, questo è un danno fisico", dice l'esperto dell'associazione professionale dei dermatologi tedeschi. Da un punto di vista medico, i tatuaggi non sono chiaramente raccomandati.

Possibili pericoli con i tatuaggi

Ci sono varie ragioni per questo - soprattutto i coloranti usati nel tatuaggio. Perché questi non sono testati per la sicurezza, spiega. "E solo perché qualcosa non è vietato non è automaticamente buono." Dopo tutto, si tratta di sostanze che entrano sotto la pelle e che possono accumularsi in organi come i linfonodi. Inoltre, esiste il rischio di reazioni allergiche e persino shock allergici.

Cicatrici, infezioni e rischio di cancro della pelle

Altri due problemi: in primo luogo, i tatuaggi causano cicatrici, possibilmente combinati con un rischio di infezione - a seconda di come esattamente uno studio di tatuaggi prende l'igiene. In secondo luogo, le macchie del fegato possono essere coperte, soprattutto da grandi tatuaggi. E questo significa che i cambiamenti della pelle maligna, che dovresti scoprire rapidamente, non sono più visibili.

Molti colori per tatuaggi potrebbero presto essere banditi

L'agenzia europea per le sostanze chimiche ECHA, con sede a Helsinki, ha raccomandato di limitare oltre 4.000 sostanze discutibili negli inchiostri per tatuaggi e nel trucco permanente. Questi includono i pigmenti di colore Blue 15 e Green 7, che sono contenuti in due terzi di tutti i colori del tatuaggio.

La scena del tatuaggio sta già sollevando l'allarme: "Se ci fosse un divieto, oltre il 60 percento dei motivi di colore non sarebbe più ufficialmente possibile", riferisce il tatuatore Jörn Elsenbruch del Nord Reno-Westfalia. A suo avviso, il divieto è privo di senso. Non è stato scientificamente provato che i pigmenti colorati siano dannosi per la salute. "In 25 anni non ho avuto seri problemi con i pigmenti", ha detto Elsenbruch.

Le sostanze sono già vietate nei cosmetici

Secondo il pertinente regolamento UE, le sostanze discutibili sono già tabù nei cosmetici. La posizione dell'ECHA è chiara: ciò che non dovrebbe essere usato sulla pelle non dovrebbe essere usato sotto la pelle. Nel caso specifico di Blue 15 e Green 7, l'autorità si occupa di due cose: in primo luogo, le preoccupazioni sono legate al rischio di cancro alla vescica delle sostanze, in secondo luogo, un comitato dell'ECHA è giunto alla conclusione che le informazioni sui pigmenti sono insufficienti per garantire un uso sicuro.

I tatuatori si riferiscono a elevati standard di salute

Argomenti che, dal punto di vista di molti tatuatori, non giustificano un divieto. Una petizione online avviata da Elsenbruch con il titolo #tattoofarbenretten verrà pubblicata fino a domenica (16 febbraio 2020). Ha già convinto oltre 143.000 sostenitori, tra cui alcuni importanti calciatori, secondo l'iniziativa.

I sostenitori del tatuaggio vogliono prevenire il divieto

Ciò significa che la commissione per le petizioni del Bundestag riceverà consulenza pubblica sulle richieste dei firmatari in una prima fase. "Chiediamo al governo federale e al Bundestag di evitare un divieto dell'UE", afferma Elsenbruch. L'iniziativa invita anche i politici a dialogare con la scena del tatuaggio. "Non vogliamo nulla di pericoloso nei colori dei tatuaggi", sottolinea il 53enne. "Se gli studi confermano che i pigmenti in questione sono dannosi per la salute, possiamo parlare di un divieto".

Il divieto potrebbe aprire le porte a prodotti dubbi

I timori di Elsenbruch che semplicemente vietando i pigmenti in questo modo distruggerebbero gli standard di salute che sono stati accuratamente costruiti negli ultimi anni. "A causa di un divieto, la scena non farà a meno dei pigmenti Green 7 e Blue 15." I tatuatori otterrebbero i colori dall'estero o il mercato nero colmerebbe il vuoto con colori che non sono etichettati. "Quindi torneremo al livello di 25 anni fa in termini di regolamentazione", il tatuatore è certo.

Il tatuaggio dovrebbe essere più sicuro

Secondo l'ECHA, si occupa principalmente del benessere dei suoi cittadini. "Né la Commissione né l'ECHA propongono di vietare i tatuaggi o i colori dei tatuaggi o addirittura di vietare i colori blu e verde nei tatuaggi", ha affermato un portavoce dell'ECHA. "Il nostro obiettivo è rendere il tatuaggio più sicuro per il consumatore".

Anche il governo federale persegue questo obiettivo. La protezione della salute dei consumatori su base scientifica è la loro preoccupazione principale, secondo il Ministero federale dell'alimentazione e dell'agricoltura. "Con questo in mente, il governo federale sosterrà le deliberazioni degli organi responsabili a Bruxelles".

La decisione dovrebbe essere presa ad aprile

Ad aprile, gli stati dell'UE vogliono discutere un divieto. A breve termine, la scena del tatuaggio non ha a che fare con Green 7 e Blue 15. Prima che il divieto abbia effetto, ci dovrebbe essere un periodo di transizione pluriennale per trovare alternative per i due pigmenti. Secondo Elsenbruch, tuttavia, non ci sarà nulla come "la ricerca non ha avuto successo per dieci anni". La fase di transizione pianificata è già una contraddizione per il tatuatore, che illustra la natura insensata del divieto: "Se qualcosa dovrebbe essere pericoloso, non dovresti impiegare due anni a cercare alternative." (Vb; Fonte: Marie Reichenbach , Steffen Trumpf, dpa / tmn)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Editore laureato (FH) Volker Blasek

Swell:

  • ECHA: parere su un fascicolo allegato XV che propone restrizioni sulle sostanze utilizzate negli inchiostri per tatuaggi e nel trucco permanente (a partire da marzo 2019), echa.europa.eu


Video: Mi sono TATUATO DA SOLO! (Febbraio 2023).