Notizia

Coronavirus: quando sarà disponibile il primo vaccino contro Covid-19?

Coronavirus: quando sarà disponibile il primo vaccino contro Covid-19?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La competizione globale per il vaccino Covid-19 è divampata

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ci sono ora circa 78.000 malattie confermate e oltre 2.350 morti per il nuovo coronavirus Covid-19. La Cina è di gran lunga la più colpita, ma si sono verificate infezioni isolate in altri 28 paesi. Allo stesso tempo, una vera competizione globale per il primo vaccino contro Covid-19 è divampata.

Con la diffusione del coronavirus Sars-CoV-2, la concorrenza tra aziende biotecnologiche e istituti di ricerca è cresciuta in tutto il mondo. Chi è il primo a fare un vaccino efficace?

Non dovrebbe finire presto

Data la diffusione del nuovo virus corona, sembra discutibile se l'epidemia possa essere fermata presto. Un vaccino sarebbe tanto più importante. A metà febbraio, 400 esperti hanno concordato in una conferenza a Ginevra per accelerare la ricerca, secondo il capo dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus. Lo sviluppo del vaccino è in corso in molti paesi. Ma quanto velocemente potrebbe essere pronto per l'uso?

Il primo vaccino è previsto entro la fine dell'anno

"Nel complesso, sono molto sicuro che vedremo i primi vaccini sperimentali quest'anno", afferma il virologo Gerd Sutter dell'Università Ludwig Maximilians di Monaco. Se e quando potrebbero essere testati sugli esseri umani è un'altra questione. "Lo sviluppo di un vaccino è un processo noioso e noioso, in particolare l'approvazione e i test clinici di un candidato."

Lo sviluppo del vaccino dura in media 15 anni

Lo sviluppo di vaccini è generalmente stimato in circa 15 anni. Un vaccino per il virus Mers, scoperto nella penisola arabica nel 2012 ed è anche un virus corona, è stato clinicamente testato solo dal 2018.

I processi biotecnologici dovrebbero ridurre i tempi

Tuttavia, i team di ricerca di tutto il mondo annunciano che desiderano sviluppare un vaccino contro il virus Sars-CoV-2. Soprattutto, si basano su processi biotecnologici: dovrebbero abbreviare i tempi per preparare un candidato al vaccino per i test negli studi clinici. I virus stessi non sono tenuti a produrre un vaccino, come al solito, ma solo le loro informazioni genetiche. La sequenza del nuovo virus è nota da settimane.

Contiene tutte le informazioni necessarie per la sua moltiplicazione - anche per la produzione di quei componenti a cui il corpo reagisce dopo la vaccinazione con la formazione di anticorpi e altri anticorpi. Con i virus corona, questa è una proteina dell'involucro del virus, spiega Sutter. "Il virus usa la proteina per penetrare nelle cellule umane."

Le proteine ​​mobilitano il sistema immunitario

Gli sviluppatori del vaccino si stanno concentrando su questa proteina. In Cina, l'ospedale di Tonji University di Shanghai sta lavorando con Stermirna Therapeutics su un vaccino contro l'mRNA, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa ufficiale Xinhua. Anche la società biofarmaceutica CureVac con sede a Tubinga si affida all'mRNA.

Questa molecola nelle cellule media la conversione delle informazioni contenute nel genoma in una proteina. Gli scienziati CureVac confezionano le istruzioni per la costruzione della proteina dell'involucro di Sars-CoV-2 in nanoparticelle, che forniscono l'mRNA nelle cellule. Le cellule formano quindi la proteina del mantello e la presentano sulla loro superficie, dopodiché il sistema immunitario viene mobilizzato. "Il processo imita un concetto di natura", spiega Mariola Fotin-Mleczek della scheda CureVac. "Raggiungiamo un'attivazione molto forte del sistema immunitario."

La Germania sta preparando il primo vaccino?

In collaborazione con il team di Sutter, un gruppo guidato dal virologo Stephan Becker dell'Università di Marburg sta anche lavorando a un vaccino. Come trasportatore delle proteine ​​del mantello, usano un virus che non fa ammalare le persone. Invade le cellule dopo la vaccinazione e forma la proteina del mantello riconosciuta dal sistema immunitario. La costruzione del virus del vaccino e le prime fasi di produzione dovrebbero essere completate entro la fine di marzo, spiega Becker.

Il concetto può essere adattato a nuovi agenti patogeni

Sutter e Becker sono tra gli sviluppatori del vaccino Mers Coronavirus. Vogliono adattare il concetto sviluppato per questo al nuovo virus corona. Oltre a risparmiare tempo, un vantaggio dei processi biotecnologici è che una volta stabilito un concetto, può essere rapidamente adattato a nuovi agenti patogeni. Solo le istruzioni per la costruzione della proteina a cui il corpo reagisce devono essere sostituite.

Lo sviluppo di un candidato al vaccino è, tuttavia, solo il primo passo nella direzione del vaccino - in seguito diventa davvero noioso: l'ammissione del candidato e l'esame clinico sono le fasi di sviluppo che divorano più tempo. "Se esiste un candidato, si utilizza il modello animale per verificare se gli anticorpi si formano e se inibiscono il virus", spiega Becker. Il prossimo passo sarebbe verificare se gli animali possono essere protetti dalle infezioni con il principio attivo, quindi il vaccino verrebbe prodotto su larga scala e testato tossicologicamente. "Se tutto va bene, puoi fare domanda per una sperimentazione clinica."

Prevista rapida approvazione per la sperimentazione clinica

Una procedura necessaria per Becker. "Questi vaccini devono essere sicuri, altrimenti non farai un favore a te stesso." Se la pressione politica o medica fosse abbastanza elevata, il processo di approvazione sarebbe accelerato. Durante l'epidemia di Ebola nell'Africa occidentale, ad esempio, l'autorizzazione per lo studio clinico è stata concessa molto rapidamente dal responsabile Paul Ehrlich Institute.

Becker è ottimista sul fatto che un candidato contro Sars-CoV-2 otterrà l'approvazione per una sperimentazione clinica relativamente rapidamente - proprio perché la piattaforma utilizzata è già stata stabilita in connessione con il vaccino Mers.

Il vaccino arriva in tempo?

Ma un vaccino può essere pronto in tempo per influenzare il corso dell'attuale epidemia? "Non sappiamo come si sviluppa l'epidemia", afferma Becker. Se il virus si affermasse, un vaccino sarebbe molto utile. "Penso che siano soldi ben spesi."

Il capo scienziato dell'OMS Soumya Swaminathan ritiene che i primi test sui vaccini sull'uomo potrebbero iniziare tra tre o quattro mesi. Un vaccino certificato per uso diffuso sarà probabilmente disponibile solo tra 18 mesi. (vb; fonte: Anja Garms, dpa)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Redattore laureato (FH) Volker Blasek

Swell:

  • Organizzazione mondiale della sanità: epidemia di coronavirus (COVID-19) (accesso: 20 febbraio 2020), who.int
  • Chi: romanzo coronavirus (COVID-19) situazione (al 20 febbraio 2020), who.maps.arcgis.com


Video: Un mese con il vaccino sperimentale anti Covid. La volontaria: Sto molto bene (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Faurr

    Persino ...

  2. Malachi

    È notevole, le informazioni utili

  3. Suhail

    Mi scuso, non mi avvicina. Ci sono altre varianti?



Scrivi un messaggio