Notizia

Coronavirus: rilevare i primi sintomi - Quanto è alto il rischio di contagio?

Coronavirus: rilevare i primi sintomi - Quanto è alto il rischio di contagio?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sintomi e terapia per un'infezione da coronavirus

Nel frattempo, il virus corona è arrivato anche in Germania. Il numero di infezioni è in aumento in Europa. Sempre più persone si chiedono come si notino i primi sintomi di un'infezione da coronavirus e quali misure di protezione possano essere prese.

All'inizio dell'anno, in Cina è stato identificato un nuovo tipo di coronavirus (2019-nCoV) che non è mai stato rilevato prima nell'uomo. I primi casi di malattia in Germania sono stati ora confermati. Come puoi infettarti e come proteggerti?

Primi sintomi di un'infezione da coronavirus

I sintomi di un coronavirus sono simili al raffreddore. Inizialmente, le persone infette notano mal di gola, febbre lieve e sensazione di malattia. Può anche verificarsi diarrea. Finora il naso che cola è stato osservato meno frequentemente. Se c'è un decorso grave con una massiccia diffusione dei virus nel tratto respiratorio inferiore, si verifica anche mancanza di respiro. Se il decorso è difficile, segue la polmonite.

I virus corona comprendono il virus corona MERS e il virus corona SARS. All'inizio dell'anno, in Cina è stato identificato un nuovo tipo di virus corona (2019-nCoV) che non era mai stato rilevato prima nell'uomo.

Come viene trasmesso il virus corona?

Come con un raffreddore, la trasmissione avviene tramite infezione da striscio e infezione da goccioline. Non è ancora chiaro quale percorso di trasmissione abbia un ruolo importante.

Qual è il rischio?

Tuttavia, il pericolo del nuovo coronavirus sembra essere significativamente inferiore a quello del MERS (mortalità fino al 30 percento) e della SARS (mortalità circa il dieci percento), spiega l'Agenzia austriaca per la salute e la sicurezza alimentare (ETÀ).

Il nCoV del 2019 assume attualmente un tasso di mortalità fino al tre percento. Simile all'influenza stagionale causata dai virus dell'influenza (tasso di mortalità inferiore all'1%), le persone anziane e le persone immunocompromesse sono particolarmente colpite.

Trasferibile da persona a persona

È noto che il nuovo virus corona è trasferibile da persona a persona. Tuttavia, il rischio di trasmissione da persona a persona sembra essere significativamente inferiore rispetto all'influenza stagionale. Ci sono state anche infezioni isolate in cui le persone sono state infettate da coloro che apparentemente non hanno ancora mostrato alcun sintomo.

Quando si notano i primi sintomi dopo un'infezione da coronavirus?

Secondo prove scientifiche, il periodo di incubazione, ovvero il tempo che intercorre tra l'infezione e l'insorgenza della malattia, è compreso tra 2 e 14 giorni. Tuttavia, si potrebbe osservare che in alcuni casi il periodo di incubazione era molto più lungo. Il periodo di incubazione non dice nulla per quanto tempo le persone che non avvertono alcun sintomo rimangono contagiose. Con altre malattie virali è già stato osservato che il virus può essere trasmesso per un periodo di tempo molto più lungo.

Esiste il rischio di infezione da beni cinesi?

L'infezione da merci importate è considerata molto improbabile, poiché la contaminazione si è verificata in anticipo e il virus dovrebbe essere ancora attivo dopo il lungo viaggio. Al momento non è ancora noto se il nuovo virus corona possa sopravvivere in materiale liquido o essiccato per diversi giorni.

Continuare a leggere:

  • Coronavirus: First Covid 19 si diffonde in Germania
  • Il gruppo di ricerca tedesco conferma il coronavirus anche nei viaggiatori senza sintomi
  • Personale infermieristico insufficiente per un'ondata di infezione da corona

La malattia può essere fatale

Secondo gli esperti, le infezioni delle persone con normali virus della corona sono generalmente lievi e asintomatiche. Secondo AGES, i segni comuni di infezione con il nuovo virus corona comprendono febbre, tosse, respiro corto e difficoltà respiratorie.

Nei casi più gravi, il virus può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Esistono anche forme lievi con sintomi di raffreddore e infezioni senza sintomi. Si presume attualmente che il decorso della malattia nel nuovo coronavirus sia meno grave rispetto a SARS e MERS.

Solo i sintomi possono essere trattati

Una terapia specifica, cioè diretta contro il nuovo coronavirus stesso, non è attualmente disponibile. Il trattamento è sintomatico, ad esempio alleviando i sintomi della malattia o usando antipiretici.

Non esiste un vaccino contro il nuovo virus. Tuttavia, secondo la RKI, ci sono progressi nello sviluppo di vaccini contro i coronavirus, in particolare i vaccini MERS-CoV, che sono attualmente in fase di test negli studi clinici ma non sono ancora disponibili per l'uso.

Protezione contro le infezioni

Per evitare la diffusione di malattie infettive del tratto respiratorio, si consiglia di lavarsi le mani più volte al giorno con acqua e sapone. Se tossisci o starnutisci, copri bocca e naso con un fazzoletto (non con le mani). Il contatto diretto con il malato dovrebbe essere evitato. La distanza minima è di circa un metro.

Un paradenti ha senso?

Non è stato scientificamente provato che indossare una maschera bocca-naso (maschera facciale) in pubblico riduca significativamente il proprio rischio di infezione (nessuna autoprotezione).
Solo in situazioni speciali, ad esempio quando si prendono cura dei malati, una protezione per naso e gola può ridurre il rischio di infezione da parte del caregiver.

Può anche avere senso se i malati indossano una protezione naso-bocca quando si muovono negli spazi pubblici. Ciò può ridurre il rischio di trasmissione ad altre persone attraverso goccioline (protezione di terze parti). Per un'efficacia ottimale, tuttavia, è importante che la maschera sia posizionata correttamente e sia indossata a stretto contatto. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.


Video: Covid-19 e sintomi gastrointestinali? (Ottobre 2022).