Notizia

La pressione alta indebolisce le prestazioni cognitive in una fase precoce

La pressione alta indebolisce le prestazioni cognitive in una fase precoce



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ipertensione arteriosa precoce associata a perdita cognitiva precoce

L'ipertensione è uno dei maggiori fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Inoltre, la pressione sanguigna costantemente alta è anche associata a una perdita più rapida delle prestazioni mentali. Ciò diventa particolarmente chiaro se l'ipertensione si verifica già in giovane età adulta, come dimostra un recente studio.

Come parte di uno studio a lungo termine, i ricercatori dell'Università di Tel Aviv hanno mostrato le conseguenze dell'ipertensione nella giovane età adulta sulle prestazioni mentali nella mezza età. I ricercatori hanno osservato circa 200 adulti per un periodo di 30 anni. Coloro che avevano già avuto la pressione alta all'inizio dello studio hanno sperimentato un declino significativamente più elevato della funzione cognitiva nel corso dello studio rispetto ai partecipanti con valori normali di pressione sanguigna. I risultati sono stati presentati sulla rivista "Circulation".

L'ipertensione aumenta numerosi rischi

L'ipertensione (ipertensione) può influenzare una varietà di funzioni corporee - dalle arterie ai reni, dalla vista alla funzione sessuale. Negli anziani, l'ipertensione è anche associata a un declino cognitivo e ad un aumentato rischio di ictus e infarto. Secondo l'attuale studio, le prestazioni mentali sembrano peggiorare presto, se le persone colpite hanno già la pressione alta in giovane età.

Il declino mentale ha origine nella giovane età adulta?

"Scopriamo che gli effetti dannosi dell'aumento della pressione sanguigna sulla struttura e sulla funzione del cervello iniziano nella prima età adulta", spiega il professor Jeffrey Hausdorff, uno dei direttori dello studio. Ciò sottolinea la necessità di misure preventive contro l'ipertensione in tenera età. L'inizio di cambiamenti che in seguito porteranno a enormi restrizioni come la demenza potrebbe essere decenni prima di quanto si pensasse, afferma Hausdorff.

I disturbi dell'andatura indicano possibili danni al cervello

I ricercatori hanno anche scoperto che i disturbi dell'andatura sono un possibile primo segno di danno cerebrale correlato all'ipertensione. Nell'ultimo anno del follow-up di 30 anni, l'andatura dei partecipanti è stata valutata utilizzando un tappetino. Allo stesso tempo, la funzione cognitiva è stata valutata utilizzando test neuropsicologici. Anche l'intensità della sostanza bianca nel cervello è stata misurata utilizzando la risonanza magnetica.

"Una pressione sanguigna cumulativa più elevata era associata a una velocità di camminata più lenta, un passo più breve e una maggiore variabilità dell'andatura", riassume Hausdorff. Inoltre, l'aumento della pressione sanguigna è anche associato a una prestazione cognitiva media inferiore e alla scarsa memoria.

Ipertensione danneggia presto

"Anche nei giovani adulti, la pressione sanguigna ha un impatto significativo", riassume il professore. Ciò valeva anche per valori elevati che erano ancora al di sotto della soglia di ipertensione. Questa scoperta è importante per essere in grado di valutare meglio gli effetti della pressione sanguigna sulla futura funzione cognitiva e mobilità. (Vb)

Puoi scoprire come abbassare la pressione sanguigna senza farmaci negli articoli:

  • Abbassa la pressione sanguigna naturalmente
  • Rimedi domestici per l'ipertensione

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Editore laureato (FH) Volker Blasek

Swell:

  • Simin Mahinrad, Shawn Kurian, Chaney R. Garner, USA: esposizione cumulativa alla pressione sanguigna durante la giovane età adulta e mobilità e funzione cognitiva nella mezza età; in: Circulation, 2020, ahajournals.org
  • Università di Tel Aviv: ipertensione arteriosa in età adulta associata a declino cognitivo e alterazione dell'andatura nel Medioevo (pubblicato: 4 marzo 2020), aftau.org



Video: Quando si è ipertesi? A che valori pressori bisogna puntare? Ce lo dicono le linee guida europee (Agosto 2022).