Notizia

Il coronavirus può causare meningite potenzialmente letale

Il coronavirus può causare meningite potenzialmente letale


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il nuovo coronavirus SARS-CoV2 può causare meningite

Più di 1,6 milioni di persone in tutto il mondo sono già state infettate dal coronavirus Sars-CoV-2. Decine di migliaia sono morte di o con la malattia polmonare COVID-19, che il patogeno innesca. Secondo le nuove conoscenze, il nuovo virus può anche causare meningite potenzialmente letale.

Un percorso di infezione neurale da SARS-CoV2 è stato riportato nei media specialistici per alcuni giorni, che è stato ritenuto molto probabile e potrebbe spiegare i sintomi neurologici di molte persone affette da COVID-19. Un caso clinico ora fornisce le prove, riporta la Società tedesca di neurologia (DGN) in una versione attuale.

Reclami neurologici in COVID-19

Il numero di infezioni con il nuovo coronavirus SARS-CoV2 è ancora in aumento. Non tutte le persone che sono infettate dal patogeno mostrano sintomi.

Alcuni pazienti manifestano solo lievi lamentele, ma altri hanno gravi cicli di COVID-19.

Nel recente passato, i ricercatori hanno anche scoperto spesso disturbi neurologici in COVID-19.

Un caso del Giappone, pubblicato sulla rivista "International Journal of Infectious Diseases", mostrava che un giovane soffriva di meningite causata dal nuovo patogeno. Secondo il DGN, SARS-CoV-2-RNA è stato rilevato nell'acqua del nervo, ma lo striscio nasofaringeo era negativo.

I virus della corona possono penetrare nel cervello

Come spiegato nella comunicazione, dalle recenti pubblicazioni è noto che SARS-CoV-2, come i già noti SARS e MERS dei coronavirus, possono anche penetrare nel sistema nervoso centrale (SNC) o nel cervello, in particolare il tronco encefalico.

Questo potrebbe spiegare perché oltre ai sintomi tipici delle malattie COVID-19, febbre, mal di gola e tosse - tra l'altro in alcuni casi anche senza disturbi respiratori - sintomi neurologici come perdita del senso dell'olfatto e del gusto, mal di testa, affaticamento, nausea, vomito e si verificano disturbi della coscienza.

Il caso in questione dal Giappone, in cui la SARS-CoV-2 ha scatenato la meningite in un giovane, ha suscitato sensazioni.

"Come ci si aspettava dall'esperienza alla SARS e alla MERS, questa casistica dimostra in modo impressionante che il sistema nervoso può essere affetto da malattie COVID-19, anche in pazienti molto giovani", spiega il professor Peter Berlit, Essen, segretario generale della DGN .

Secondo le informazioni, le infezioni virali come fattori scatenanti della meningite / meningite (meningite / encefalite) non sono inusuali di per sé, la DGN ha pubblicato una guida S1 su questo nel 2018. Il presente caso clinico ora mostra che esiste anche la meningite SARS-CoV2.

Medico sospetta influenza

Secondo la DGN, il caso clinico attualmente pubblicato riporta che il 24enne affetto aveva visitato un medico due volte nei primi otto giorni della sua malattia a causa di affaticamento, mal di testa, nausea e febbre.

Il medico aveva sospettato di avere l'influenza e ha prescritto un'influenza (Laninamivir) e farmaci antipiretici. Una radiografia del torace era stata normale. Secondo il rapporto, il giovane è stato svenuto dalla famiglia il nono giorno della malattia.

Durante il trasporto del paziente si sono verificati diversi attacchi epilettici, quindi ha dovuto essere intubato e ventilato. Una rigidità del collo pronunciata è stata diagnosticata in ospedale, un sintomo principale della meningite (meningite).

L'esame di imaging con risonanza magnetica ha quindi mostrato i risultati della meningoencefalite (meningite e meningite) con iperintensità lungo la parete ventricolare laterale destra, nonché sulla destra mesiotemporale e nella regione dell'ippocampo.

La TC toracica ha anche mostrato evidenza di polmonite virale (polmonite). Tuttavia, lo striscio di rinofaringe era negativo per SARS-CoV-2, ma è stato possibile rilevare SARS-CoV-2-RNA specifici nell'acqua nervosa (CSF). La diagnosi di altri virus che causano la meningite era negativa secondo la DGN.

"Non un quadro clinico puramente pneumatico"

"La particolarità di questo caso è che la rilevazione del virus nell'acqua del nervo è stata positiva, ma non nel rinofaringe. Ciò indica che il nuovo tipo di virus corona si è ovviamente diffuso attraverso la via neurale dell'infezione ", afferma Berlit.

La via neurale dell'infezione è già stata dimostrata in esperimenti su animali in altri virus corona. I virus vengono trasmessi da neurone a neurone attraverso le sinapsi. I casi di studio ora forniscono la prova che SARS-CoV2 può anche diffondersi alle persone attraverso questa via di infezione.

Un neurologo italiano di Milano, epicentro della pandemia in Europa, ha anche riportato sulla rivista "Neurology" che alcuni pazienti COVID-19 presentavano principalmente sintomi neurologici - quindi raccomanda a tutti i pazienti che presentano sintomi neurologici per testare regolarmente SARS-CoV2.

"A causa della nuova situazione dei dati, ci sono prove crescenti che Covid-19 non è un quadro clinico puramente pneumatico", afferma Berlit. "Anche con i principali sintomi neurologici, il nuovo patogeno deve essere considerato." (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Società tedesca per neurologia: SARS-CoV2 può causare meningite (accesso: 10 aprile 2020), società tedesca per neurologia
  • Moriguchi T, Harii N, Goto J et al.: Un primo caso di meningite / encefalite associata a SARS-Coronavirus-2; in: International Journal of Infectious Diseases, (pubblicato: marzo 2020), International Journal of Infectious Diseases
  • Li YC, Bai WZ, Hashikawa T: il potenziale neuroinvasivo di SARS-CoV2 può avere un ruolo nell'insufficienza respiratoria dei pazienti COVID-19; in: Journal of Medical Virology, (pubblicato: 27 febbraio 2020), Journal of Medical Virology
  • Società tedesca di neurologia: Linee guida: meningoencefalite virale, (accesso: 10 aprile 2020), Società tedesca di neurologia
  • Anna Bersano, Leonardo Pantoni: Essere neurologo in Italia al tempo dell'epidemia di COVID-19; in: Neurologia, (pubblicato il 3 aprile 2020), Neurologia


Video: Virus cinese, sintomi e diffusione: cosa sappiamo (Ottobre 2022).