Notizia

Sintomi della corona: la perdita dell'olfatto può essere un'indicazione di COVID-19

Sintomi della corona: la perdita dell'olfatto può essere un'indicazione di COVID-19


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Come il nostro naso può identificare COVID-19 in una fase iniziale

Nella crisi della corona, è importante prestare attenzione a ogni indicazione precoce di una malattia causata da COVID-19 al fine di avviare la quarantena e il trattamento e proteggere altre persone dall'infezione. Tra le altre cose, il nostro naso fornisce informazioni in anticipo. Secondo uno studio recente, la perdita del nostro senso dell'olfatto è uno degli indicatori chiave di COVID-19.

La recente indagine dell'Università di Cincinnati ha scoperto che la perdita dell'olfatto sembra indicare COVID-19. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista in lingua inglese "Laryngoscope Investigative Otolaryngology".

COVID-19 è relativamente facile da distinguere dalle allergie stagionali

La nostra cavità nasale sembra essere importante nel determinare la fisiologia di COVID-19. "COVID-19 non è associato ai sintomi tipicamente associati a un raffreddore virale, come la congestione nasale o la produzione di muco", ha detto il professor Ahmad Sedaghat dell'University of Cincinnati, Dipartimento di Otorinolaringoiatria dell'Università di Cincinnati-Head e Chirurgia del collo Questa differenza è una delle ragioni per cui COVID-19 è relativamente facile da distinguere dalle allergie stagionali.

Alcuni sintomi nasali suggeriscono COVID-19

COVID-19 è stato associato a una combinazione piuttosto singolare di sintomi nasali: un'improvvisa perdita dell'olfatto (anosmia) senza ostruzione nasale (occlusione). "Il verificarsi di un'insorgenza improvvisa di anosmia senza ostruzione nasale è altamente predittivo di COVID-19 e dovrebbe indurre l'individuo a eseguire immediatamente un'auto-quarantena con sospetto COVID-19", continua l'esperto in un comunicato stampa.

Quando è necessario un aiuto medico?

La maggior parte delle persone con COVID-19 riporta sintomi come febbre, tosse e respiro corto da 2 a 14 giorni dopo l'esposizione. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), è necessaria assistenza medica se si verificano difficoltà respiratorie, pressione persistente, dolore toracico o confusione nelle persone colpite. Nella maggior parte dei casi, c'è un recupero senza aiuto esterno.

Sono stati analizzati 19 studi

I risultati della presente indagine si basano sulla valutazione di 19 studi. Ciò ha incluso la ricerca che ha mostrato che un gruppo di 55 persone con anosmia senza disabilità respiratoria nasale è risultato positivo al 94% per COVID-19 attraverso tamponi nasali e test di reazione a catena della polimerasi.

Come vengono infettate le altre persone?

COVID-19 può essere diffuso se il virus nel corpo viene prodotto nella mucosa nasale e quindi rilasciato nel muco. Quando una persona malata starnutisce, questo muco viene aerosol all'esterno. La situazione è simile quando qualcuno si asciuga il naso e poi tocca le superfici senza lavarsi le mani in anticipo. In questo modo è possibile promuovere la diffusione di COVID-19, riferiscono i ricercatori.

La trasmissione inconscia della malattia è un grosso problema

Un'improvvisa perdita dell'olfatto non darebbe alla maggior parte delle persone l'impressione di avere COVID-19. Le persone interessate potrebbero non essere consapevoli delle loro condizioni, causandole ad agire come portatori della condizione. Se le persone senza ostruzione nasale sviluppano anosmia, la quarantena e la visita di un medico sarebbero appropriate, spiega il gruppo di ricerca.

La nostra cavità nasale è la principale fonte di infezione per COVID-19?

La cavità nasale è probabilmente l'ingresso principale e il focus dell'infezione per COVID-19, poiché almeno il 90 percento dell'aria inalata penetra nel corpo attraverso il naso. "La produzione di virus nasale è molto elevata e tende a verificarsi nelle prime fasi del processo patologico mentre i pazienti sono ancora asintomatici o presentano sintomi molto lievi", ha aggiunto l'autore dello studio Sedaghat. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Isabelle Gengler MD James C. Wang MD, PhD Marlene M. Speth MD, MA Ahmad R. Sedaghat MD, PhD: Pathophysiology sinonasal of SARS - CoV - 2 and COVID - 19: una revisione sistematica delle prove attuali, in Laryngoscope Investigative Otolaryngology (Pubblicato il 04/10/2020), Otorinolaringoiatria investigativa laringoscopio
  • Il tuo naso potrebbe saperne di più quando si tratta di COVID-19, Università di Cincinnati (pubblicato il 13 aprile 2020), Università di Cincinnati



Video: Anosmia, disturbo transitorio ma invalidante. (Ottobre 2022).