Notizia

Crisi della corona: il numero dei pazienti ospedalieri è in calo a causa della paura della corona?

Crisi della corona: il numero dei pazienti ospedalieri è in calo a causa della paura della corona?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I medici stanno assistendo a un calo del numero di pazienti nei ricoveri di emergenza

Alcune settimane fa è stata posta la domanda sul perché, nonostante la crisi della Corona, così tanti ospedali siano ancora vuoti. Ciò potrebbe avere a che fare con il fatto che molte persone con gravi lesioni o malattie non vengono più in cura perché hanno paura di contrarre il virus.

A metà marzo, è stato deciso di rinviare indefinitamente tutte le registrazioni, operazioni e procedure previste negli ospedali tedeschi, per quanto giustificabile dal punto di vista medico. Questo per garantire che vi sia una capacità sufficiente per il trattamento delle malattie da coronavirus (COVID-19). Ma molti ospedali sono sottoutilizzati. Nel frattempo, il lavoro di breve durata è stato persino registrato per le cliniche. Anche i medici di emergenza stanno vedendo un calo del numero di pazienti a Lipsia.

Ottieni le cure mediche necessarie

Come ha scritto l'ospedale universitario di Lipsia (UKL) in un messaggio, il coronavirus SARS-CoV-2 e la malattia polmonare COVID-19 attualmente dominano la situazione delle notizie a Lipsia e in tutta la Germania.

È quasi dimenticato che molte persone continuano a soffrire di altre malattie o lesioni. Una riduzione del numero di pazienti è attualmente registrata nel dipartimento di emergenza centrale della UKL. Ciò coincide con le osservazioni di altri grandi pronto soccorso in tutta la Germania.

In caso di gravi problemi di salute acuti o in caso di emergenza medica, le persone interessate dovrebbero attualmente avvalersi delle cure mediche necessarie, quindi i medici del ricorso UKL.

Le preoccupazioni sono completamente inutili

"Al momento non sappiamo esattamente perché il declino sia realmente dovuto", ha affermato il prof. André Gries, direttore medico del dipartimento di emergenza centrale (ZNA) e portavoce del Centro di arresto cardiaco (CAC) presso UKL.

"Potrebbe essere il risultato dell'arresto, molte persone sono meno attive e rimangono a casa per un periodo di tempo più lungo."

Tuttavia, ci sono indicazioni che alcuni nell'attuale situazione della corona hanno atteso più a lungo e sono preoccupati di presentarsi a problemi di salute acuti o di chiamare i servizi di emergenza, spiega il prof. Gries.

Dal punto di vista del medico di emergenza UKL, queste preoccupazioni sono completamente inutili: "Tutti dovrebbero continuare a chiamare i servizi di emergenza o andare al dipartimento di emergenza centrale per problemi di salute rilevanti come ictus, infarti o traumi acuti", spiega.

Sebbene molti interventi e operazioni pianificati siano stati annullati e la situazione della corona abbia portato a restrizioni nella pratica clinica quotidiana, tutte le risorse per le cure di emergenza sono completamente disponibili presso la UKL, sottolinea il medico.

Tutti i percorsi terapeutici stabiliti, ad esempio per le malattie cardiovascolari nell'ambito del CAC o per altre malattie, nonché le lesioni, funzionerebbero in qualsiasi momento.

Nessuno dovrebbe astenersi dal visitare un medico per paura di Corona

"Il rischio di infezione da coronavirus in ospedale è estremamente basso", afferma Gries. "È molto più sfavorevole se i problemi medici acuti sono ora procrastinati per paura della corona e esacerbati dal mancato trattamento."

Quando un paziente arriva al pronto soccorso centrale, ma anche attraverso i servizi di emergenza, l'esperto UKL spiega immediatamente che esiste un rischio di COVID 19.

In un caso positivo, questo paziente verrebbe immediatamente separato in modo da non poter entrare in contatto con altri pazienti.

"Abbiamo adottato misure di protezione globali e funzionano", afferma il prof. André Gries. "Nessuno dovrebbe astenersi dal visitare un medico per paura."

L'attuale sviluppo del numero di pazienti nel pronto soccorso durante la crisi della corona è ora allo studio anche in uno studio. I risultati dovrebbero servire a contrastare ciò in una fase precoce ed evitare ritardi nelle cure mediche di emergenza necessarie. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Universitätsklinikum Leipzig (UKL): In tempi di corona: i medici di emergenza UKL osservano un declino del numero di pazienti, (accesso: 19 aprile 2020), Universitätsklinikum Leipzig (UKL)


Video: La rete oncologica ai tempi del Covid (Agosto 2022).