Notizia

La vista può essere migliorata dalla luce rossa


Nuovo trattamento per il deterioramento della vista in età avanzata

La riduzione della vista sembra essere significativamente alleviata da un'osservazione di tre minuti di una luce rossa profonda ogni giorno. Ciò potrebbe aiutare in particolare le persone anziane, i cui occhi si degradano naturalmente con l'età.

Uno studio dell'University College di Londra ha scoperto che la luce rossa può essere utilizzata per trattare la vista decrescente. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Journals of Gerontology.

Lo studio ha avuto 24 partecipanti

Per lo studio, sono state esaminate 24 persone (dodici maschi e dodici femmine) che non avevano patologie oculari tra i 28 e i 72 anni. Gli occhi di tutti i partecipanti sono stati testati per la sensibilità delle loro cosiddette aste e supposte all'inizio dello studio.

Perché vedi sempre peggio in età avanzata?

Sfortunatamente, con l'aumentare dell'età, le persone sono colpite da una vista naturalmente decrescente, quindi una terapia domiciliare a prezzi accessibili sarebbe davvero desiderabile per gli occhi. Una vista scarsa naturale è dovuta all'invecchiamento della retina.

Torcia a LED contro il deterioramento della vista

Sia la sensibilità della retina che i colori percepiti diminuiscono nella vecchiaia, il che è un problema importante soprattutto con una popolazione sempre più invecchiata. Al fine di frenare o invertire questo naturale declino, i ricercatori hanno cercato di irradiare le cellule che invecchiano della retina con brevi lampi di luce a onde lunghe. Per questo hanno usato una torcia a LED portatile.

Quale ruolo svolgono le cellule dei fotorecettori nella visione?

Nelle persone intorno ai 40 anni, le cellule della retina dell'occhio iniziano a invecchiare. Il ritmo di questa rottura è causato in parte dal fatto che anche i mitocondri della cellula, che sono responsabili della produzione di energia e dell'aumento della funzione cellulare, diminuiscono. La densità mitocondriale è più alta nelle cellule fotorecettrici della retina, che hanno un elevato fabbisogno energetico. Di conseguenza, la retina invecchia più velocemente di altri organi, il che si traduce in una riduzione significativa della funzione dei fotorecettori perché le cellule del recettore non hanno l'energia per svolgere il loro ruolo normale.

Performance mitocondriale influenzata dalla luce

I ricercatori hanno sviluppato le loro scoperte precedenti su topi, bombi e moscerini della frutta, tutti con significativi miglioramenti nella funzione dei fotorecettori retinici quando i loro occhi sono stati esposti a una luce a lunghezza d'onda di 670 nanometri (luce rossa profonda a onde lunghe). I mitocondri hanno proprietà di assorbimento della luce specifiche che influenzano le loro prestazioni: lunghezze d'onda più lunghe nell'intervallo da 650 a 1000 nm vengono assorbite e migliorano la potenza mitocondriale per aumentare la produzione di energia, riferisce il gruppo di ricerca.

Come vedono le persone

I fotorecettori della retina sono costituiti da coni, che mediano la visione dei colori e da bastoncelli, che consentono la visione periferica e adattano la visione alla luce fioca e scura.

I partecipanti hanno ricevuto torce a LED

Tutti i partecipanti allo studio hanno ricevuto una piccola torcia a LED da portare a casa dopo aver testato i coni e le bacchette. È stato chiesto loro di esaminare le sorgenti luminose rosso intenso da 670 nm per tre minuti al giorno per due settimane. Quindi la sensibilità delle tue canne e supposte è stata nuovamente testata.

I giovani non hanno beneficiato della luce

I ricercatori hanno scoperto che la luce a 670 nm non ha avuto alcun effetto sui giovani, ma in realtà sono stati raggiunti miglioramenti significativi nelle persone di età superiore ai 40 anni. La sensibilità del contrasto cromatico è migliorata fino al 20 percento in alcune persone di età pari o superiore a 40 anni. I miglioramenti sono stati più pronunciati nella parte blu dello spettro dei colori, che è più suscettibile all'invecchiamento, spiega il gruppo di ricerca.

Visione migliorata in condizioni di scarsa luminosità

La sensibilità delle bacchette (la capacità di vedere in condizioni di scarsa luminosità) è migliorata in modo significativo anche nelle persone di circa 40 anni e oltre, anche se meno del contrasto di colore, i ricercatori riferiscono.

La vista degli anziani è migliorata in modo significativo

I risultati dello studio mostrano che la vista delle persone anziane può essere significativamente migliorata esponendo brevemente le persone colpite alle lunghezze d'onda della luce che ricaricano il sistema energetico che è diminuito nelle cellule della retina.

La tecnologia di trattamento è sicura ed economica

La tecnologia è semplice e molto sicura. Usa una luce rossa profonda di una certa lunghezza d'onda, che viene assorbita dai mitocondri nella retina, che fornisce energia per le funzioni cellulari, riferisce il team di ricerca. La tecnologia può essere ampiamente utilizzata a causa della fabbricazione economica dei dispositivi. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Harpreet Shinhmar, Manjot Grewal, Sobha Sivaprasad, Chris Hogg, Victor Chong e altri: La funzione mitocondriale otticamente migliorata riscatta il declino visivo umano invecchiato, in Journals of Gerontology (pubblicato il 29 giugno 2020), Journals of Gerontology


Video: Cosa fare per vincere losteoporosi (Giugno 2021).