Notizia

Salmonella nell'insalata - lavare via impossibile


Come agenti patogeni entrano nell'insalata

Nonostante tutte le misure igieniche, le infezioni alimentari sono ancora estremamente diffuse. I patogeni entrano nel corpo umano attraverso alimenti come verdure crude, pollame, manzo e altri alimenti. Per verdure crude e lattuga, un lavaggio accurato è quindi un prerequisito per il consumo. Tuttavia, uno studio recente mostra che i patogeni possono anche penetrare nell'insalata e quindi non sono lavabili.

I batteri come la salmonella, la listeria e l'E. Coli entrano nel corpo umano con il cibo e causano ogni anno milioni di malattie di origine alimentare, riferisce un gruppo di ricerca dell'Università del Delaware. Gli scienziati hanno ora scoperto che la salmonella può penetrare nelle foglie di lattuga attraverso i piccoli pori dell'aria e quindi depositarsi all'interno della pianta. Quindi è quasi impossibile lavarli via prima di mangiare.

Difesa immunitaria delle piante di lattuga evitate

Nel loro studio attuale, il gruppo di ricerca guidato da Harsh Bais e Kali Kniel dell'Università del Delaware ha esaminato se e come la salmonella può penetrare in una pianta. I risultati dello studio pubblicati sulla rivista specializzata "Frontiers in Microbiology" mostrano che i ceppi di salmonella selvatica bypassano la difesa immunitaria di una pianta di lattuga e possono penetrare nelle piante attraverso i piccoli pori dell'aria della pianta, i cosiddetti stomati.

Qual è l'apertura del gap?

Gli stomi sono piccole aperture sulle foglie che si aprono e si chiudono naturalmente e sono regolate dal ritmo circadiano, spiegano i ricercatori. L'apertura della pianta viene utilizzata per il raffreddamento e la respirazione. Il team di ricerca continua a chiudere gli stomi quando le piante rilevano minacce da siccità o agenti patogeni batterici delle piante.

Ma alcuni agenti patogeni possono usare la forza grezza per penetrare in uno stoma chiuso, spiega Bais. Ad esempio, alcuni funghi sono in grado di farlo. Tuttavia, i batteri non hanno gli enzimi necessari per questo. Tuttavia, è noto che alcuni "patogeni batterici delle piante hanno trovato un modo per riaprire questi stomi chiusi e penetrare all'interno della pianta", ha detto l'esperto.

La Salmonella attraversa gli stomi

Il nuovo studio ha ora dimostrato con successo che alcuni ceppi di Salmonella patogena umana hanno anche trovato un modo per riaprire uno stomaco chiuso. È una scoperta interessante "come i batteri non ospiti si sviluppano per bypassare la risposta immunitaria della pianta", sottolinea Bais.

Patogeno nella pianta

Ciò illustra anche i pericoli che la contaminazione può comportare prima della raccolta. E mentre i rischi dopo la raccolta tendono a derivare da pratiche igieniche durante la lavorazione e la distribuzione, questi agenti patogeni sono già presenti nella pianta durante la raccolta.

La disinfezione e la pulizia non hanno alcun effetto

I ricercatori sottolineano inoltre che il trattamento con acqua e un disinfettante speciale e, se necessario, il trattamento con ozono o ultravioletto, con cui i batteri di superficie possono essere uccisi in modo relativamente affidabile, non aiutano contro i patogeni umani che hanno già penetrato nella foglia.

Rischi di irrigazione?

Inoltre, il team di ricerca aveva precedentemente studiato possibili contaminazioni delle piante con metodi di irrigazione in collaborazione con ricercatori del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti e dell'Università del Maryland. Ad esempio, parte dell'acqua viene spesso recuperata dopo che è già stata utilizzata per lavare le piante raccolte. Questo potrebbe essere un problema. I ricercatori riferiscono proprio come l'irrigazione da corsi d'acqua e stagni.

"È stato dimostrato che l'acqua (...) rappresenta un potenziale rischio di contaminazione", afferma Kali Kniel. Questa scoperta è importante perché la domanda ora è come si può ottenere che l'irrigazione sia sempre effettuata con acqua microbiologicamente perfetta. Secondo i ricercatori, ulteriori rischi per la penetrazione di agenti patogeni umani nelle piante includono piante che sono state appositamente allevate per aumentare la resa, che spesso viene a spese dei propri sistemi di difesa. E c'è anche la possibilità di contaminazione se le piante sono troppo vicine a un pascolo.

I rischi sorgono anche prima della raccolta

Alla luce delle nuove scoperte, diventa chiaro che non solo la contaminazione superficiale delle piante con possibili fattori scatenanti di un'infezione alimentare costituisce un rischio, ma che esistono anche rischi prima della raccolta. Le sollecitazioni sulla pianta che sorgono qui potrebbero non essere in grado di essere rimosse in seguito, anche dopo un'accurata pulizia. È anche preoccupante che nel presente studio le piante di lattuga non abbiano mostrato segni di malattia e nessun cambiamento riconoscibile esternamente quando contaminate da Salmonella. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Dipl. Geogr. Fabian Peters

Swell:

  • Università del Delaware: la subdola salmonella trova una backdoor nelle piante (pubblicata il 30 giugno 2020), eurekalert.org
  • Nicholas Johnson, Pushpinder K. Litt, Kalmia E. Kniel, Harsh Bais: Evasion of Plant Innate Defense Response by Salmonella on Lettuce; in: Frontiers in Microbiology (pubblicato il 3 aprile 2020), frontiersin.org


Video: Tutto quello che non puoi non sapere su terapie cellulari, staminali, diabete, autoimmunità e Covid (Giugno 2021).