Notizia

Glaucoma: l'attività fisica regolare riduce il rischio di glaucoma


Lo stile di vita influenza il rischio di glaucoma

Il glaucoma, popolarmente noto come il "glaucoma", è una delle cause più comuni di cecità in tutto il mondo, sia nelle nazioni industrializzate che nei paesi in via di sviluppo. La frequenza del glaucoma aumenta con l'età. Gli esperti stanno ora segnalando che l'esercizio fisico può aiutare a ridurre il rischio di malattia.

Secondo uno studio recente, una regolare attività fisica riduce il rischio di sviluppare un glaucoma. Lo sport potrebbe anche rallentare la progressione dei problemi agli occhi, riporta la German Ophthalmological Society (DOG) in un messaggio. Vari studi hanno dimostrato una diminuzione della pressione intraoculare dopo attività come il ciclismo o la corsa, spiegano gli esperti del DOG. La misura più importante per evitare l'imminente perdita della vista rimane la diagnosi precoce da parte dell'oftalmologo.

Mezzo milione di tedeschi ne sono colpiti

Il glaucoma è una delle cause più comuni di cecità non solo in Germania. Circa un milione di persone in questo paese soffrono della malattia, che danneggia i nervi ottici. La velocità con cui progredisce la perdita della vista è determinata da varie influenze. Il più grande fattore di rischio è l'aumento della pressione intraoculare.

Ora, uno studio osservazionale prospettico di 9.519 uomini e donne di età compresa tra 40 e 81, pubblicato sulla rivista "Medicine & Science in Sports & Exercise" mostra che il tasso di nuovi casi di glaucoma è inferiore nelle persone sportive e fisicamente attive rispetto alle persone inattive

"Questo effetto è stato evidente nella fase di osservazione di quasi sei anni, anche se sono stati presi in considerazione altri fattori come l'alimentazione, il consumo di alcol o il fumo che spesso vanno di pari passo con il livello di fitness", spiega il professor Dr. med. Hagen Thieme, direttore della clinica oculistica presso l'ospedale universitario di Magdeburgo.

L'esercizio fisico abbassa la pressione intraoculare

L'esperto DOG ritiene plausibile un effetto positivo dello sport nel glaucoma. "Gli sport aerobici come il ciclismo o la corsa abbassano temporaneamente la pressione intraoculare, come hanno dimostrato molti studi", afferma Thieme. "A seconda dell'intensità sportiva precedente, il calo è durato tra dieci minuti e due ore e mezza", spiega l'esperto DOG.

Un altro effetto benefico: è stato dimostrato che la testa del nervo ottico è meglio alimentata con sangue nelle persone atletiche. Il movimento stimola anche una vasta gamma di meccanismi di riparazione neuronale nel cervello.

"Questo è stato dimostrato per alcune malattie del sistema nervoso centrale, come l'ictus. È ipotizzabile che si applichi anche alle cellule nervose e alle fibre sulla testa del nervo ottico ", afferma Thieme. Questi fattori potrebbero spiegare perché gli sportivi hanno meno probabilità di contrarre il glaucoma.

Precauzione e diagnosi precoce

Non è stato ancora sufficientemente studiato se l'esercizio fisico aiuti anche a fermare una malattia da glaucoma esistente. Uno studio trasversale su 141 malati di glaucoma pubblicato sulla rivista "Ophthalmology" ha recentemente concluso che 1.000 ulteriori passi al giorno hanno ritardato la perdita della vista nel corso dell'anno. Nel complesso, tuttavia, gli effetti erano molto piccoli.

"Se si assumesse un effetto protettivo in queste condizioni, i pazienti dovrebbero fare circa 5000 passi o due ore aggiuntive di attività fisica al giorno per ridurre del dieci percento il deterioramento visivo annuale della malattia del glaucoma", spiega l'esperto oculistico di Magdeburgo

La precauzione e la diagnosi precoce rimangono pertanto di importanza cruciale. Perché le persone colpite spesso non sentono un aumento della pressione intraoculare per lungo tempo. Se si sviluppano disturbi visivi - guasti nel campo visivo centrale o esterno - la malattia di solito è già molto avanzata e deve essere trattata con farmaci per prevenire ulteriori danni.

"Pertanto ha senso far esaminare il nervo ottico da un oculista a partire dai 40 anni, e si consiglia un controllo annuale del nervo ottico a partire dai 60 anni", raccomanda Thieme. (anno Domini)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde alle specifiche della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Società oftalmologica tedesca: glaucoma e stile di vita: le persone sportive hanno meno probabilità di sviluppare il glaucoma, (accesso: 15 luglio 2020), società oftalmologica tedesca
  • Nathan F Meier, Duck-Chul Lee, Xuemei Sui, Steven N Blair: attività fisica, fitness cardiorespiratorio e glaucoma incidente; in: Medicine & Science in Sports & Exercise, (pubblicato: 2018 Nov; 50 (11): 2253-2258), Medicine & Science in Sports & Exercise
  • Lee, Moon Jeong et al.: Una maggiore attività fisica è associata a una perdita del campo visivo più lenta nel glaucoma; in: Oftalmologia, (pubblicato il 07/01/2019), Oftalmologia


Video: GLAUCOMA E TERAPIA CHIRURGICA TRABECULECTOMIA (Giugno 2021).