Notizia

Meditazione per malattie cardiovascolari?


Effetti della meditazione sulla salute cardiovascolare

Secondo uno studio recente, la meditazione sembra contribuire a ridurre il rischio cardiovascolare. La prevenzione delle malattie cardiovascolari è un altro effetto positivo verificabile sulla salute della meditazione. In studi precedenti, la meditazione è stata associata ad effetti positivi in ​​varie altre malattie.

L'ultimo studio che ha coinvolto il Baylor College of Medicine, la Icahn School of Medicine sul Monte Sinai e la Mayo Clinic ha scoperto che la meditazione può aiutare le persone a ridurre il rischio cardiovascolare. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista in lingua inglese "American Journal of Cardiology".

Da dove provengono i dati per lo studio?

Utilizzando la valutazione di un ampio database nazionale, il nuovo studio ha esaminato come la meditazione influenzi il rischio cardiovascolare. I ricercatori hanno analizzato i dati di un'indagine sanitaria nazionale che viene effettuata ogni anno dal National Center for Health Statistics.

Più di 61.000 persone sono state intervistate

I dati di oltre 61.000 partecipanti al sondaggio sono stati valutati dai ricercatori. Quasi 6.000 (poco meno del dieci percento) dei partecipanti hanno dichiarato di aver effettuato una qualche forma di meditazione.

Effetti positivi della meditazione

Precedenti studi hanno suggerito che la meditazione può avere effetti positivi in ​​diverse malattie. Uno studio scientifico del 2017 dell'American Heart Association ha suggerito che la meditazione potrebbe anche essere utile nel ridurre il rischio cardiovascolare. I risultati hanno suggerito che la meditazione può avere un impatto positivo sulla pressione sanguigna, sul colesterolo, sulla cessazione del fumo e sulla salute cardiovascolare generale.

Benefici legati alla meditazione

In questo studio, i ricercatori hanno scoperto che le persone in meditazione avevano meno probabilità di avere colesterolo alto, ipertensione, diabete, ictus o malattia coronarica rispetto alle persone che non meditavano.

La più grande differenza tra persone meditanti e non meditatrici era nella malattia coronarica. I partecipanti in meditazione avevano il 51% in meno di probabilità di sviluppare una malattia coronarica rispetto alle persone non meditanti.

Nel gruppo di meditatori, anche la probabilità di colesterolo alto, diabete, ictus e ipertensione arteriosa è diminuita rispetto ai partecipanti al gruppo non meditante.

L'effetto della meditazione è rimasto significativo

Il team ha anche controllato vari altri fattori correlati al rischio cardiovascolare, come l'età, il sesso, il fumo e l'indice di massa corporea (BMI). Ma anche dopo aver preso in considerazione questi fattori, l'effetto della meditazione era ancora significativo, i ricercatori riferiscono

La meditazione aiuta con il rilassamento e il sollievo dallo stress

Esistono molti diversi tipi di meditazione. La maggior parte si concentra su attenzione e consapevolezza. Queste forme di meditazione sono note per aumentare il rilassamento fisico e mentale. I ricercatori spiegano che la meditazione può dare alle persone un senso di calma, pace e sollievo dallo stress, che aiuta a migliorare il nostro benessere emotivo.

Effetti della meditazione sul cervello

La pratica della meditazione è stata collegata a stress ridotto, maggiore consapevolezza e miglioramento della salute mentale. Secondo il gruppo di ricerca, la meditazione può persino portare a cambiamenti funzionali e anatomici a lungo termine nel cervello. Altri vantaggi della meditazione sono che è facile da fare ed economico.

Debolezze dello studio

Sfortunatamente, lo studio non ha determinato il tipo di meditazione utilizzata dai partecipanti. Alcuni tipi di meditazione possono offrire maggiori benefici cardiovascolari, riferiscono i ricercatori. Inoltre, la durata o l'intensità della meditazione non è stata determinata nel sondaggio. Una meditazione più lunga può portare maggiori benefici.

Le persone sane iniziano a meditare più spesso?

I ricercatori non sono in grado di determinare definitivamente se la meditazione riduce direttamente il rischio cardiovascolare. È del tutto possibile che le persone che hanno una salute cardiovascolare leggermente migliore inizieranno a meditare più spesso delle persone con cattiva salute cardiovascolare.

Effetti negativi del consumo di alcol

Esistono varie attività che possono oscurare il legame tra meditazione e salute cardiovascolare. Ad esempio, i ricercatori hanno scoperto che la presa in considerazione del consumo di alcol e dell'attività fisica riduce l'importanza della relazione tra meditazione e rischio cardiovascolare.

Sono necessarie ulteriori ricerche

Tenendo conto di tutti questi fattori, il team di ricerca conclude infine che la meditazione è probabilmente associata a una minore prevalenza del rischio cardiovascolare. I risultati suggeriscono che la meditazione può migliorare la salute cardiovascolare, ma sono necessarie ricerche più significative (come una sperimentazione clinica) per confermare chiaramente gli effetti positivi della meditazione sulla salute cardiovascolare. (come)

Informazioni sull'autore e sulla fonte

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Swell:

  • Zhen Wang, Bharat Narasimhan, Hani Jneid, Salim S. Virani, Glenn N Levine e altri: Meditazione e salute cardiovascolare negli Stati Uniti, nell'American Journal of Cardiology (pubblicato il 30 giugno 2020), American Journal of Cardiology


Video: la guida per meditare E. Preziosi, 2014 (Giugno 2021).